lunedì 28 gennaio 2019

Facebook presenta qualità della pagina e aggiorna policy di recidiva


Per rendere le pagine più trasparenti e responsabili, Facebook ha introdotto nuove misure per i gestori delle pagine. Un aggiornamento promuove la consapevolezza delle potenziali violazioni delle regole. Gli utenti di Facebook che gestiscono una pagina vedranno una nuova scheda che mostrerà i contenuti rimossi che si oppongono agli standard della comunità e i post con distribuzione ridotta che sono stati contrassegnati come falsi dai verificatori di terze parti. L'altro aggiornamento limita la capacità dei recidivi di ripetere le medesime attività attraverso un'altra pagina di loro proprietà.

Facebook ha rivelato nuovi aggiornamenti per le pagine nel tentativo di renderle più trasparenti e mantenere i proprietari più responsabili sulla sua piattaforma. "Stiamo prendendo nuove iniziative su come gestiamo i contenuti della pagina che vanno contro le nostre politiche. Innanzitutto, a partire da domani le persone che gestiscono una pagina vedranno una nuova scheda che mostra quando rimuoviamo determinati contenuti che vanno contro i nostri standard comunitari e quando riduciamo la distribuzione di post che sono stati valutati falsi da un fact-checker di terze parti", ha annunciato la società in un post sulla sua Newsroom.

"In secondo luogo, stiamo aggiornando la nostra politica di recidiva per prevenire meglio coloro che hanno rimosso Pagine per aver violato i nostri standard comunitari dall'utilizzo di pagine duplicate per continuare la stessa attività. Inizieremo ad applicare questa politica nelle prossime settimane", ha detto mercoledì la compagnia. La nuova scheda Qualità della Pagina (Page Quality tab) è progettata per aiutare le persone che gestiscono le pagine a capire quanto le loro pagine siano conformi alle nostre linee guida. La scheda include due sezioni: 1. Contenuto rimosso di recente per violazione di un sottoinsieme delle norme comunitarie.


2. I contenuti hanno recentemente valutato "False", "Mixture" o "False Headline" da ispettori dei fatti di terze parti. Facebook fornirà più informazioni nella scheda Qualità della pagina nel tempo. Per iniziare, include contenuti rimossi per politiche come incitamento all'odio (hate speech), violenza grafica, molestie e bullismo, e beni regolamentati, nudità o attività sessuali e supporto o elogio di persone ed eventi a cui non è permesso essere su Facebook. Mentre questa scheda fornisce informazioni più dettagliate sul contenuto che è stato rimosso o abbassato di livello, non rappresenta una contabilità completa di tutte le violazioni delle norme.

Ad esempio, al momento Facebook non mostrerà le rimozioni di contenuti per cose come spam, clickbait o violazioni IP. Il secondo aggiornamento è una politica rivista per frenare i recidivi, che il social network ha definito la "Recidivism Policy". Facebook ha a lungo proibito alle persone di creare nuove pagine, gruppi, eventi o account simili a quelli che ha precedentemente rimosso per aver violato i suoi standard comunitari. Tuttavia, il Facebook ha visto persone che lavorano per aggirare la sua applicazione utilizzando le pagine esistenti che già gestiscono per lo stesso scopo della pagina che ha rimosso per aver violato gli standard comunitari.

Per colmare questa lacuna, quando Facebook rimuove una pagina o un gruppo che viola le sue norme, ora è possibile rimuovere anche altre pagine e gruppi anche se quella specifica pagina o gruppo non ha raggiunto la soglia da non pubblicare per conto proprio. Per applicare questa politica aggiornata, verrà esaminata un'ampia serie di informazioni, tra cui se la stessa ha la stessa gente che la gestisce o ha un nome simile a quello che il social network sta rimuovendo. La società non menziona se le modifiche verranno applicate a livello globale. Recentemente Facebook ha rimosso 364 account originati in Russia per "Coordinated Inauthentic Behavior".



Via: Meme Burn

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...