mercoledì 7 novembre 2018

Proventi di Facebook in aumento ma utenza e ricavi sotto previsioni


È stata una buona notizia e una cattiva notizia per il rapporto sui guadagni del terzo trimestre di Facebook. Mentre la società di social media ha battuto le aspettative sugli utili, non è riuscita a generare entrate. Il profitto sale a 1,76 dollari per azione nel 3° trimestre terminato a settembre, da 1,59 dollari di un anno fa e contro una stima di 1,47 dollari. Le entrate sono state di 13,73 miliardi di dollari, meno delle speranze degli analisti di 13,78 miliardi di dollari. Il numero di utenti giornalieri nel Q3 si è ridotto a 1,49 miliardi e i visitatori mensili sono diminuiti a 2,27 miliardi contro i 2,29 miliardi attesi.

Il titolo FB nell'after hours è salito del 3% dopo la pubblicazione della trimestrale luglio-settembre. "La nostra comunità e il nostro business continuano a crescere rapidamente e oggi più di 2 miliardi di persone utilizzano almeno uno dei nostri servizi ogni giorno", ha dichiarato Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook. "Stiamo creando i migliori servizi per messaggistica privata e storie, e ci sono ancora grandi opportunità in video e commercio". Gli utenti attivi giornalieri (DAU) sono stati in media 1,49 miliardi a settembre 2018, con un aumento del 9% su base annua. Gli utenti attivi mensili (MAU) sono stati 2,27 miliardi al 30 settembre 2018, con un aumento del 10 percento su base annua. 


I ricavi della pubblicità mobile hanno rappresentato circa il 92% dei ricavi pubblicitari per il terzo trimestre del 2018, rispetto all'incirca all'88% dei ricavi pubblicitari nel terzo trimestre del 2017. L'aliquota d'imposta effettiva è stata del 13%, che è inferiore alle attese principalmente a causa del ritiro ad agosto di una sentenza del tribunale d'appello nel caso di Altera Corp. v. Commissioner. Le spese in conto capitale per il terzo trimestre del 2018 sono state di 3,34 miliardi di dollari. Disponibilità liquide e mezzi equivalenti e titoli negoziabili ammontano a 41,21 miliardi di dollari alla fine del terzo trimestre 2018. L'organico aziendale è composto da 33.606 dipendenti al 30 settembre 2018, con un incremento del 45 percento anno su anno.


Facebook stima che oltre 2,6 miliardi di persone usano Facebook, WhatsApp, Instagram o Messenger (la sua "famiglia" di servizi) ogni mese, e più di due miliardi di persone utilizzano almeno uno di questi servizi mediamente ogni giorno. Lo scorso trimestre, Facebook ha dichiarato che i suoi utenti attivi mensili negli Stati Uniti sono rimasti in stallo e ha avvertito che i tassi di crescita dei ricavi diminuiranno per le percentuali "ad alta cifra" nei prossimi trimestri. L'azienda ha cercato di riparare il danno alla reputazione causato dai recenti scandali, tra cui il caso Cambridge Analytica e per il quale ha ricevuto una multa di 500.000 sterline nel Regno Unito da parte dell'ICO, e l'incisione di 30 milioni di dati sensibili degli utenti.

Il rapporto sui guadagni è arrivato una settimana prima di un test ancora più grande per l'azienda: le elezioni di medio termine degli Stati Uniti che stanno prendendo forma in queste ore. I dirigenti di Facebook hanno promosso il loro impegno per evitare i passi falsi delle elezioni del 2016, quando la Russia ha condotto una campagna di disinformazione che ha sconvolto la politica americana. Facebook ha investito in sicurezza, assumendo migliaia di persone per monitorare i reclami degli utenti e indagare su attività insolite, migliorando nel contempo la sua tecnologia per eliminare account e pagine false. Negli ultimi mesi, Facebook ha rivelato ulteriori campagne di disinformazione da parte di Iran e attori domestici.





Via: IG
Foto: WSJ

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...