venerdì 13 aprile 2018

Facebook potrebbe lanciare versione a pagamento senza pubblicità


Come la maggior parte delle cose su Internet, Facebook è sempre stato gratuito per gli utenti, supportato da pubblicità mirata. Tuttavia, per quanto riguarda la raccolta dei dati, molti utenti hanno manifestato interesse per una versione a pagamento e senza pubblicità del social network e Mark Zuckerberg non sarebbe contrario all'idea. Nel corso di un'audizione davanti al Congresso degli Stati Uniti, cui era stato invitato per rispondere direttamente sul caso Cambridge Analytica, il Ceo di Facebook sembra aver lasciato aperta la possibilità di una versione a pagamento del social media.

Nel 2010, un giovane Mark Zuckerberg disse ai legislatori che il social network sarebbe stato gratis per sempre. Otto anni dopo, uno Zuckerberg più adulto ha aggiornato la sua posizione davanti al Congresso, dicendo che "ci sarà sempre una versione gratuita di Facebook". Il senatore repubblicano Orin Hatch ha chiesto al fondatore del social network nel corso dell'udienza di martedì se Facebook resterà sempre gratuito. "Senatore, sì", ha risposto Zuckerberg, "Ci sarà sempre una versione di Facebook gratuita. La nostra missione è cercare di aiutare a connettere tutti in tutto il mondo e avvicinare il mondo", ha continuato Zuckerberg. "Per fare questo, crediamo di dover fornire un servizio che tutti possono permettersi".

Secondo The Verge, proprio specificando "una versione gratuita", Zuckerberg avrebbe lasciato spazio, non escludendola, all'ipotesi di un'opzione a pagamento che consentirebbe agli utenti di evitare la raccolta dei propri dati e la pubblicità mirata, come molti hanno suggerito. Ci sarebbero seri ostacoli logistici nell'implementazione di tale sistema, ma è una possibile risposta ai recenti problemi di privacy e Zuckerberg si è premurato di non escludere. L'affermazione lascerebbe dunque aperta la possibilità che la piattaforma un giorno offrirà anche una versione premium, come avviene per la variante a pagamento di LinkedIn, che offre più funzionalità ed opzioni rispetto alla versione base gratuita.

Un servizio premium potrebbe essere d'attrazione per coloro che non vogliono vedere inserzioni promozionali nel loro News feed. Come riporta Business Insider, una richiesta di brevetto per Facebook a pagamento era stata depositata nel 2011. "L'utente può selezionare uno o più oggetti di social networking per sostituire pubblicità o altri elementi che vengono normalmente visualizzati ai visitatori della pagina del profilo dell'utente che sono altrimenti controllati dal sistema di social network", afferma il brevetto "Paid Profile Personalization". Ciò significa che gli utenti potrebbero sostituire gli annunci situati sul lato destro della linea temporale con foto, messaggi di stato, commenti e altri "oggetti di social network".

La possibilità di una versione premium di Facebook è emersa anche in un'intervista con il Coo Sheryl Sandberg all'inizio di questa settimana. Secondo un nuovo sondaggio online condotto da Recode e dalla società di ricerche di mercato Toluna, la maggior parte degli americani non pagherebbe, nonostante la poco fiducia nel trattamento dei loro dati personali da parte di Facebook. Il 77% rimarrebbe fedele alla versione normale con gli annunci, mentre il 23% ha dichiarato che pagherebbe per non vedere pubblicità. Il social guadagna sfruttando i dati degli utenti per offrirgli annunci che ritiene pertinenti. Facebook genera negli Stati Uniti circa 9 dollari al mese per utente indirizzandolo con annunci pubblicitari.




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...