lunedì 9 ottobre 2017

Context Articles, capire su Facebook se una storia è vera: al via test


Facebook sta testando un modo per dare agli utenti più contesto sugli articoli che vedono nel loro News Feed. Gli utenti che fanno parte del gruppo di prova vedranno un pulsante "i" in cima ai link di alcuni articoli del flusso di notizie. Toccando il pulsante "Context Articles" si lancerà un pop-up che consentirà di visualizzare le informazioni sull'editore di un post, fornendo un contesto sugli articoli che pubblica. I dettagli provengono da Facebook e da siti esterni come Wikipedia e comprendono numero di condivisioni, post correlati o di tendenza e pagina dell'autore della storia.

Il pulsante, che fa parte di una serie di strumenti per combattere le fake news, è stato progettato in base ai feedback della comunità e degli editori che aderiscono al Facebook Journalism Project. Gli utenti potranno così valutare la veridicità di una storia senza uscire dalla piattaforma. "Oggi stiamo iniziando un nuovo test per dare alle persone un contesto aggiuntivo sugli articoli che vedono nel News Feed. Questa nuova funzione è stata progettata per fornire alle persone alcuni degli strumenti di cui hanno bisogno per prendere una decisione informata su quali storie leggere, condividere e la loro affidabilità", scrivono in un post congiunto sulla Newsroom Andrew AnkerSara Su e Jeff Smith.


"Essa riflette il feedback della nostra community, tra cui molti editori che hanno collaborato sul suo sviluppo come parte del nostro lavoro attraverso il Facebook Journalism Project. Per i collegamenti ad articoli condivisi nel News Feed, stiamo testando un pulsante che le persone possono toccare per accedere facilmente a informazioni aggiuntive, senza bisogno di andare altrove. Le informazioni contestuali supplementari sono tirate da tutto Facebook e da altre fonti, come le informazioni dalla voce di Wikipedia dell'editore, un pulsante per seguire la loro pagina, trending articles o related articles sull'argomento, e informazioni su come l'articolo è condiviso dalle persone su Facebook", spiegano ancora. 

Facebook ritiene che dare maggiori informazioni sul publisher di una storia potrebbe aiutare gli iscritti ad apprezzare il suo contesto prima di toccare il link. La società sta accelerando i propri sforzi per meglio informare gli utenti del News Feed come parte dei suoi tentativi di dissuasione dalle notizie false. Questo è solo l'inizio del test che consente di non uscire dal sito per cercare ulteriori informazioni. La società continuerà ad ascoltare i feedback delle persone e lavorare con gli editori per fornire alle persone un facile accesso alle informazioni contestuali. L'azienda prevede che la maggior parte delle pagine non vedrà cambiamenti significativi per la loro distribuzione nel News Feed come risultato di questa prova.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...