martedì 10 maggio 2016

Facebook vince causa su marchio face book usato da società cinese


Il social network ha vinto una causa in Cina contro una società alimentare che ha usato il suo marchio. Le autorità cinesi stanno adottando un approccio più morbido nei confronti del social network. Facebook ha fatto quello che pochissime aziende americane hanno fatto prima: vincere una causa di trademark in Cina. Una società di bevande cinese aveva registrato il nome "face book" (scritto come due parole separate). Tuttavia, la Corte ha dichiarato che la società aveva "violato i principi morali" con una "evidente intenzione di duplicare e copiare".

Non è chiaro se la società di bevande abbia mai effettivamente utilizzato il nome "face book" per un prodotto. Ma il paese  ha una storia  di persone e aziende che registrano nomi di marchi stranieri come propri, costringendo quindi quei marchi a pagare ingenti somme per utilizzare i marchi in Cina. Secondo la legge cinese, le multinazionali devono ancora dimostrare che i loro marchi sono ben noti in Cina. In questo modo non è così chiara come si potrebbe pensare, però.

Per esempio,  la scorsa settimana  un Tribunale di Pechino ha deciso che un produttore di accessori aveva il diritto di utilizzare il marchio "IPHONE" (in tutte le protezioni), anche se la Cina è stato un enorme mercato per Apple. La vittoria di Facebook in realtà è venuta il mese scorso, ma è ora sta guadagnando terreno sui social media cinesi. La vittoria del gigante dei social media si presenta come ancora di più di una sorpresa perché il sito è stato bloccato in Cina dal 2009.

E vedendo quanto utile Facebook ha dimostrato di essere per i manifestanti della Primavera Araba nel 2011, molti stanno supponendo che l'autoritario governo cinese non sarà in grado di sbloccare la piattaforma di social media in qualunque momento presto. Il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, potrebbe aver sviluppato una relazione con un membro dell'elite del governo cinese, però. Secondo rapporti di media statali si è incontrato con un membro del corpo superiore decisionale della Cina nel mese di marzo.

Secondo un avvocato coinvolto nel caso, l'Alta Corte di Pechino ha stabilito che la Zhongshan Pearl River Drinks Factory, con sede nella provincia meridionale del Guangdong, non avrebbe dovuto essere autorizzata a registrare il brand "face book" nel 2014. La fabbrica produce cibo tra cui patatine e verdure in scatola. "Se non potevamo registrarlo, perché ce l'hanno fatto fare, in primo luogo? Se Facebook è un brand così influente a livello globale, perché i cinesi non possono accedere al sito?", ha dichiarato Liu Hongqun, un dirigente della fabbrica.





Fonte: Newsy
Via: FT

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...