martedì 17 marzo 2015

Facebook chiarisce le regole comunitarie su nudo e contenuti violenti


Facebook ha rilasciato domenica le nuove norme comunitarie volte a dare agli utenti una migliore idea di che tipo di contenuti rimuoverà il social network. La società ha scritto che comprende quando le persone condividono immagini grafiche violente o video, a volte per "condannare o sensibilizzare al riguardo". La società ha affrontato delle critiche in passato per aver vietato messaggi politici grafici, come i video dei monaci tibetani che si son dati fuoco per protestare contro le politiche cinesi.

Facebook ora dice che "rimuoverà le immagini grafiche quando sono condivise per piacere sadico o per festeggiare o glorificare la violenza". Facebook ha anche affrontato polemiche sul nudo sul sito. La scorsa settimana, un tribunale francese ha accettato di esaminare un caso di un insegnante danese che ha citato in giudizio Facebook per aver bannato il suo profilo dopo che aveva postato nel 2011 la foto di uno dei più celebri dipinti del pittore realista Gustave Courbet, "L'Origine du Monde".

L'azienda dice che ora saranno "consentite fotografie di dipinti, sculture e altre opere d'arte che raffigurano figure nude". Ci sono anche momenti in cui potrebbe essere necessario rimuovere o limitare l'accesso al contenuto perché viola una legge in un determinato paese, anche se non viola gli standard comunitari della piattaforma. In tutto il mondo, Facebook ha detto che la quantità di contenuti rimossi per aver violato la legge locale è aumentata dell'11% rispetto al secondo semestre del 2014. 

"In particolare, abbiamo fornito maggiori indicazioni sulle politiche in materia di autolesionismo, organizzazioni pericolose, bullismo e molestie, attività criminali, violenza e sfruttamento sessuale, nudità, espressioni di odio, violenza e contenuti grafici violenti. Mentre per alcuni questa guida è nuova, è coerente con la modalità che abbiamo applicato ai nostri standard nel passato", hanno spiegato Monika Bickert, Head of Global Policy Management, e Chris Sonderby, Deputy General Counsel.



Via: NBC News

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...