giovedì 15 gennaio 2015

Facebook introduce gli AMBER Alerts per segnalare bimbi scomparsi


Facebook aiuta nelle ricerche dei bambini scomparsi, attraverso lo smartphone. Inserisce nel flusso di notizie degli utenti gli Amber Alerts, un sistema usato in molti paesi per trovare bimbi rapiti o scomparsi. Funziona così: quando si è una determinata area dove si è verificata la scomparsa di un bimbo, appare sul proprio flusso di notizie un "alert", una sorta di scheda dei bimbi "missing" con foto e informazioni decise dalla forze dell'ordine, Facebook si occupa solo della diffusione. Al momento il servizio sarà attivo solo negli Stati Uniti.

"In passato gli utenti della piattaforma si sono già mobilitati per casi di bambini scomparsi, abbiamo pensato di adottare questo metodo per mettere a frutto il potere della nostra community", scrive Mark Zuckerberg sul social network. Per questa iniziativa, la piattaforma collabora con il NCMEC. "Oggi, annunciamo una collaborazione con il Centro Nazionale per bambini scomparsi e sfruttati per inviare gli AMBER Alert alla comunità di Facebook per aiutare a trovare i bambini scomparsi", scrive Emily Vacher, Trust and Safety Manager di Facebook.


La nuova iniziativa consegnerà AMBER Alert al News feed della gente in aree di ricerca mirate dopo che un bambino è stato rapito e il Centro Nazionale ha emesso un avviso. Questi avvisi, che comprendono fotografie e altri dettagli sul bambino scomparso, vengono visualizzati sul mobile e desktop. Le persone possono condividere l'avviso con gli amici e link direttamente dal poster del NCMEC, che ha sempre le informazioni più aggiornate sul caso. Per anni, le persone hanno utilizzato Facebook per pubblicare le notizie di bambini scomparsi.  

In diversi casi, qualcuno che ha visto un post o una foto nel suo News Feed, è intervenuto, e una bambina è stato restituita in modo sicuro. Nel 2014, una ragazzina di 11 anni è stata recuperata in modo sicuro dopo che il proprietario di un motel l'ha riconosciuta da un avviso AMBER che un amico aveva condiviso su Facebook. La donna ha chiamato la polizia, e la bambina è stata trovata illesa. Uno sforzo incredibile come questo ha spinto il social network a sviluppare un modo più sistematico per aiutare a trovare i bambini scomparsi su Facebook.



Fonte: ANSA
Via: Facebook

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...