lunedì 27 ottobre 2014

Facebook lancia Rooms, applicazione per chattare in modo anonimo


Per tutti gli anni novanta le chat e le message board tematiche sono state uno dei principali motivi per cui una persona andava su Internet, scomparse poi con l'arrivo dei social network. Adesso Facebook vuole riportarle in vita sugli smartphone, a quasi 10 anni di distanza. Nelle scorse ore l'azienda guidata da Mark Zuckerberg ha lanciato Rooms, un'applicazione che consente di aprire "stanze", spazi di dibattito in cui si può interagire anche in forma anonima.

"Una delle cose magiche dei primi giorni del Web era la possibilità di interagire con persone che non avresti mai incontrato nella tua vita quotidiana. Forum, bacheche e chat sono stati luoghi di incontro per le persone che non necessariamente condividono le aree geografiche o le connessioni sociali, ma avevano qualcosa in comune. Luoghi in cui quello che avevi da dire era più importante di chi eri e chi conoscevi", si legge in un post sul blog di Rooms.


"Oggi, come passiamo più tempo sui nostri telefoni, principalmente per comunicare con amici e familiari, il ruolo di Internet come un terzo posto, ha iniziato a svanire. Ispirati sia dall'ethos di queste precoci comunità web e le capacità dei moderni smartphone, oggi stiamo annunciando Rooms, l'ultima app dei i Facebook Creative Labs". Come le vecchie chat, ogni conversazione è pubblica, ma l'admin della stanza, come un moderatore, può decidere chi ammettere alla discussione.


All'interno di Rooms, che mostrerà i post in ordine cronologico, sarà possibile pubblicare anche foto e video. Altro dato interessante, viste le ultime diatribe sull'identità degli iscritti al social network, è che Facebook permetterà di usare pseudonimi. Rooms rappresenta l'ultimo sforzo del social network di creare app indipendenti dalla piattaforma: quest'anno ci ha già provato con Paper, un aggregatore di notizie, e successivamente con l'app per condividere foto e video, Slingshot.

Le chat room sono su invito, e possono essere raggiunte tramite un QR code. Il progetto è guidato da Josh Miller, product manager di Facebook che è entrato in azienda quando il sito di discussione online Branch era stato acquisito a gennaio dal social network. Rooms è disponibile solo sull'App Store Usa, ma nelle prossime settimane dovrebbe arrivare nel resto del mondo. L'app per iPhone è scaricabile da questo link; quella per Android sarà disponibile nei prossimi giorni.



Via: Facebook

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...