domenica 3 agosto 2014

Class action globale intentata contro Facebook per violazione privacy


Uno studente austriaco invita gli utilizzatori di Facebook a unirsi in una class-action contro il social network accusato di violazione della privacy. Max Schrems, studente di legge da anni impegnato in una crociata contro Facebook, punta a ottenere un risarcimento di 500 euro per ogni utilizzatore. Max Schrems, che ha citato in giudizio Facebook e diverse altre importanti aziende tecnologiche statunitensi prima, ha presentato il suo nuovo reclamo venerdì presso il tribunale commerciale di Vienna.

Nel 2011, lo studente austriaco fondò il sito "Europe versus Facebook". Il procedimento legale verrà eseguito come una class action perché la legge austriaca permette ad un gruppo di persone di trasferire i loro crediti finanziari a una sola persona, Schrems, in questo caso. Lo studente ha invitato altri utenti Internet di prendere parte all'azione in www.fbclaim.com utilizzando i loro account di accesso di Facebook. "Facebook ha una lunga lista di violazioni", ha scritto Schrems sul sito internet della class action. 

"Per questa causa abbiamo scelto delle violazioni di base o evidenti della legge: l'informativa sulla privacy, la partecipazione al programma PRISM, il Graph Search di Facebook, le applicazioni su Facebook , il tracciamento su altre pagine web (ad esempio attraverso il like button), i sistemi di big data che spiano gli utenti o il mancato rispetto delle richieste di accesso". L'austriaco, che sta cercando ingiunzioni ai sensi del diritto UE sulla protezione dei dati, per ottenere 500 euro per utente per le sopra citate violazioni.

"Il nostro obiettivo è quello di rendere Facebook finalmente operante legalmente nella zona di protezione dei dati", ha detto. Gli utenti non rischiano soldi unendosi al caso dato che un fornitore tedesco di finanziamento legale sosterrà le spese legali se Schrems perderà. In caso di vittoria lo studente 26enne riceverà gli stessi 500 euro come qualsiasi altro attore della class action. Tuttavia, gli utenti statunitensi e canadesi non potranno partecipare dato che la causa viene intentata contro Facebook Ireland.


Fonte: RT
Via: Euronews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...