venerdì 14 marzo 2014

Nsa fingeva essere Facebook per infettare milioni di pc con malware


La National Security Agency ha finto di essere Facebook per riuscire ad avere informazioni e spiare obiettivi sensibili d'intelligence. La notizia è stata rivelata dalla pubblicazione di nuovi documenti raccolti da Edward Snowden, la talpa che ha fatto scoppiare il Datagate svelando il programma di spionaggio dell'Nsa. Come riporta il quotidiano online The Intercept, l'Nsa è in grado di manipolare i computer facendo credere loro di essere sui server di Facebook quando invece si trovavano su quelli dell'agenzia di intelligence.

Sempre secondo i documenti questa sarebbe una delle tante tecniche usate dall'Nsa per controllare milioni di pc. The Intercept ha anche pubblicato un video in cui si vede come l'utente venga reindirizzato sui server dell'Nsa pur credendo di navigare sul sito del social network in blu. A questo punto il suo pc scarica un virus in grado di controllare i suoi dati e spedirli direttamente al governo americano. Un portavoce di Facebook ha detto che il suo gruppo non ha rilevato alcuna interferenza sui suoi server da parte dell'Nsa. 

In altri casi, l'Nsa ha inviato email di spam con malware, che potevano essere adattati per registrare segretamente l'audio dal microfono di un computer e di scattare istantanee con la sua webcam. I sistemi di hacking hanno inoltre consentito alla Nsa di lanciare attacchi informatici per corrompere e distruggere file o negare l'accesso ai siti Web. La Nsa ha rifiutato di rispondere alle domande sulla sua diffusione degli impianti, che punta a una nuova direttiva politica presidenziale annunciata dal Presidente Obama.  

I rapporti precedenti hanno sostenuto che la National Security Agency Nsa collaborato con Israele per sviluppare il malware Stuxnet, che è stato utilizzato per sabotare gli impianti nucleari iraniani. L'agenzia ha anche riferito di aver collaborato con Israele per distribuire il malware Flame progettato per infiltrarsi nei computer e spiare le comunicazioni nei paesi di tutto il Medio Oriente. Secondo i file di Snowden, la tecnologia è stata utilizzata per cercare sospetti terroristi così come individui considerati dalla Nsa come "estremisti".





Fonte: TMNews
Via: The Intercept

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...