venerdì 28 febbraio 2014

Facebook avvisa della chiusura di Messenger per Windows il 3 marzo


Dopo l'annuncio della chiusura del suo servizio email, Facebook ha deciso di mandare in pensione anche Facebook Messenger per Windows. L'applicazione di messaggistica verrà dismessa a partire dal 3 marzo prossimo. "Siamo spiacenti, ma non siamo più in grado di supportare Facebook Messenger per Windows, e smetterà di lavorare il 3 marzo 2014", il messaggio indicato nella parte superiore dell'applicazione. 

"Apprezziamo molto che utilizzate Messenger per raggiungere i vostri amici, e vogliamo essere sicuri che continuerete a chattare e vedere tutti i vostri messaggi su http://www.facebook.com. Per saperne di più". Il collegamento "saperne di più" rimanda l'utente a una generica pagina Messaggi sul Centro assistenza di Facebook. L'unico tratto rilevante di Facebook Messenger per Windows sono le istruzioni fornite per la sua disinstallazione.

Web cache della pagina di Facebook Messenger

L'installer Facebook Messenger per Windows è introvabile sul sito ufficiale. La pagina dice che l'app è disponibile per Android e iOS, ma non per Windows. Anche l'intergrazione in Firefox è stata disattivata. La notizia arriva dopo che Joe Belfiore di Microsoft ha annunciato l'imminente arrivo di Facebook Messenger per WP8. "Abbiamo lavorato con Facebook per testarlo" ha detto. "Ha un bell'aspetto e i nostri clienti lo avranno al più presto".

Belfiore, Vp di Windows Phone, sostiene che il 2013 è stato un anno molto buono per l'ecosistema mobile di Microsoft, sottolineando soprattutto la crescita delle spedizioni di smartphone in mercati come il Regno Unito e l'Italia, e ha sottolineato di come il numero di app continua a crescere, menzionando il nome di note applicazioni come Vine e Waze, che  "hanno contribuito a migliorare l'esperienza complessiva della piattaforma agli utenti".


Fonte: The Next Web

mercoledì 26 febbraio 2014

Facebook spegne il suo servizio di posta elettronica @facebook.com


Forte dell'acquisizione di WhatsApp, Facebook manda in "pensione" il suo servizio di posta elettronica e punta sui messaggi. Il social network ha deciso di chiudere il servizio che assegnava agli iscritti un indirizzo di posta "@facebook.com", lanciato tre anni fa, perché poco utilizzato. Le mail inviate a quegli indirizzi verranno inoltrate all'indirizzo di posta elettronica con cui ci si è iscritti alla piattaforma. 

Il cambiamento di rotta, spiega un portavoce interpellato dall'edizione online di Bbc, avverrà all'inizio di marzo. "Stiamo facendo questo cambiamento - ha spiegato - perché la maggior parte delle persone non usa il suo indirizzo di posta Facebook". Il social network ha iniziato a notificare alle persone che utilizzano l'account di posta elettronica [username]@facebook.com che la "funzione sta cambiando".

"Con l'arrivo di questi cambiamenti, le conversazioni di Facebook attuali che comprendono un indirizzo e-mail diventeranno di sola lettura", spiega Facebook. Ciò significa che l'utente continuerà a visualizzare la conversazione, ma non potrà più rispondere dai messaggi @facebook.com. Per continuare la conversazione, è sempre possibile inviare un messaggio alle persone tramite account.

Si prospetta però un potenziale problema di privacy: anche chi non ha reso visibile il proprio indirizzo mail su Facebook - quello privato - potrebbe essere contattato da chiunque. Basta inviare un messaggio alla casella così composta: [nomeutente]@facebook.com affinché il contenuto venga inoltrato all'indirizzo di posta privato dell'utente. L'opzione di "inoltro" pare però che possa essere disabilitata. 

La mail di Facebook è stata lanciata a novembre 2010 e puntava a diventare un grande contenitore delle comunicazioni personali in cui ricevere posta, messaggi e anche sms. Nel 2012 il social network sostituì le mail degli utenti con quelle @facebook.com sui profili, scatenando le proteste degli iscritti. Il processo è però reversibile e molti utenti resettarono la mail del social network per tornare a quella personale.  


Via: ANSA

domenica 23 febbraio 2014

Facebook rispetterà le impostazioni privacy scelte anche dopo morte


I profili Facebook sopravvivono anche dopo la morte degli utenti. Per regolare questa delicata materia il social network ha aggiornato le sue opzioni per onorare le ultime volontà degli utenti. In un comunicato, l'azienda ha annunciato che manterrà le stesse impostazioni per la privacy dopo il decesso delle persone. 

In precedenza invece, dopo la comunicazione della morte di una persona, generalmente fatta dai parenti, Facebook dava la possibilità di vedere le informazioni sulla timeline del defunto solo alla cerchia dei suoi amici. "A partire da oggi manterremo la visibilità dei contenuti pubblicati da una persona così come sono", si legge nella nota di Menlo Park

"Questo permetterà alle persone di vedere i profili coerentemente con le impostazioni privacy della persona deceduta. Noi rispettiamo le scelte fatta in vita da una persona dando alla loro comunità allargata di amici e parenti la visibilità in corso per lo stesso contenuto che potevano sempre vedere", spiega ancora. 

"Negli ultimi mesi, stiamo pensando e lavorando sui modi migliori per le persone di ricordare i propri cari. Mentre continuiamo a pensare attraverso ogni aspetto della commemorazione, ci poniamo domande che non hanno risposte facili: come possono sentirsi le persone? Stiamo onorando i desideri e l'eredità della persona deceduta?" 

"Stiamo servendo le persone che stanno soffrendo per la perdita di una persona cara nel miglior modo possibile?". Facebook commemora la pagina di una persona dopo essere stato informato della sua morte e averne verificato il decesso con documenti come un necrologio o articolo di notizie. Per saperne di più su questo processo:  http://on.fb.me/1laOWwb


Via: TMNews

giovedì 20 febbraio 2014

Facebook annuncia acquisizione di Whatsapp per 19 miliardi di dollari


Facebook ha annunciato di aver raggiunto un accordo definitivo per l'acquisizione di WhatsApp, la popolare applicazione di messaggistica, per 16 miliardi di dollari in contanti e azioni, secondo un deposito del 19 febbraio. L'accordo è di gran lunga la più grande acquisizione del social network e arriva dopo le voci di fine 2012 e inizio del 2013 che vedevano Facebook e Google in lizza per acquistare il noto servizio di messaggistica. L'applicazione utilizza la connessione dati cellulare (3G o 4G) o WiFi (dove disponibile) per scambiare messaggi e contenuti con amici e familiari.

domenica 16 febbraio 2014

Eliminare richieste amicizia in sospeso per evitare blocco di Facebook


Per impostazione predefinita, chiunque su Facebook può inviare una richiesta di amicizia ad un altro utente. E' possibile però restringere il campo ad "Amici di amici". Per far ciò bisogna cliccare sulla rotella in alto a destra da qualsiasi pagina sul social network. Selezionare "Impostazioni" dal menù a discesa, cliccare su Privacy nel menu che si trova a sinistra, cercare l'impostazione "Chi può inviarti richieste di amicizia?" e cliccare su Modifica all'estrema destra. Scegliere quindi i destinatari dal menu a discesa.

Da qualche tempo, quando un utente invia una richiesta di amicizia colui che la riceve può scegliere di accettarla subito (approvandola) oppure in un secondo momento. Se si decide di non accettarla subito e si clicca sul pulsante "Non ora", Facebook mette la richiesta in "sospeso" (il mittente non verrà a saperlo). Il social network a questo punto pone una domanda ulteriore: "Conosci [Nome utente] al di fuori di Facebook?". Se si risponde "No" il sistema "apprende" che la richiesta è stata inviata da un utente sconosciuto.


Se troppe richieste vengono rifiutate (dunque considerate indesiderate) o messe in sospeso (e qualcuno risponde "No" alla domanda se si conosce l'utente all'esterno di Facebook), il sistema blocca l'invio di nuove richieste di amicizia per un certo numero di giorni. Se viene impedito in via temporanea di aggiungere nuovi amici, l'utente non potrà inviare richieste e dovrà attendere fino alla sospensione del blocco. Per prevenire il blocco è possibile vedere le richieste di amicizia inviate dal Registro delle attività

Per far ciò cliccare sui Collegamenti rapidi alla privacy nell'angolo in alto a destra della pagina e dal menù a discesa selezionare "Chi può vedere le mie cose?". Cliccare su Usa il registro attività, nella colonna sinistra clicca su ALTRO per visualizzare tutte le opzioni e dunque cliccare su Amici. In alternativa è possibile trovare le richieste inevase cliccando sul seguente link http://on.fb.me/1bCh6NA. Esiste anche l'applicazione "Pending Friend Requests", ma da un pò di tempo non risulta più funzionante.





Facebook Diversity aggiunge 50 opzioni per scelta identità di genere


Facebook fornisce ora la possibilità agli utenti di scegliere tra più opzioni per identificare la propria sessualità. Il social network a partee i tradizionali "maschio" e "femmina",  ha aggiunto oltre 50 nuove opzioni tra le quali ogni iscritto può scegliere per indicare la propria identità di genere, tra cui "cisgender", "transgender" e "intersessuale". La modifica, spiega Facebook Diversity, per ora interessa la versione statunitense di Facebook.

"Quando venite su Facebook per connettervi con le persone, cause ed organizzazioni a voi care, vogliamo farvi sentire comodi essendo voi reali, autentici. Una parte importante di questo è l'espressione di genere, soprattutto quando essa si estende oltre le definizioni di solo 'maschio' o 'femmina' Così oggi, siamo orgogliosi di offrire una nuova opzione di genere personalizzato per aiutarvi a meglio esprimere la propria identità su Facebook". 

"Abbiamo collaborato con la nostra rete di supporto, un gruppo delle principali organizzazioni di avvocatura LGBT, per offrire un ampio elenco di identità di genere che molte persone utilizzano per descriversi. Inoltre, le persone che selezionano un genere personalizzato avranno ora la possibilità di scegliere il pronome che vorrebbero essere definito pubblicamente - maschio (egli/lui), donna (ella/lei) o neutro (essi/loro)", spiega ancora Facebook.

"Abbiamo anche aggiunto la possibilità per le persone a controllare il pubblico con cui vogliono condividere il loro genere personalizzati. Riconosciamo che alcune persone affrontano sfide condividendo la loro identità di genere vero con gli altri, e questa impostazione dà alle persone la possibilità di esprimersi in modo autentico". Per ulteriori informazioni sulla nuova opzione, andare alla pagina https://www.facebook.com/help/276177272409629.



giovedì 13 febbraio 2014

San Valentino 2.0: PourFemme.it lancia su Facebook Ti amo perché


Nel giorno degli innamorati la frase che avrà’ ricevuto più Like diventerà la cover Facebook del magazine femminile e sarà vista da migliaia di utenti. Cosa regalare a San Valentino? Come provare a stupire la dolce metà? Profumo, cioccolatini o fiori? Al posto dei regali di rito, PourFemme.it propone a tutte le sue lettrici un originale e divertente esperimento per la festa degli innamorati che mette in gioco creatività, conoscenza del partner e voglia di stupire con una dichiarazione 2.0. 

“Ti amo perché...” è un’iniziativa nel segno della socialità che invita le lettrici di PourFemme.it a creare e inviare una dedica speciale al proprio Valentino, completando la frase: “Ti amo perché...” con parole capaci di spiegare cosa renda unica la propria dolce metà, magari ispirandosi anche alle più belle citazioni d’amore di tutti i tempi di cui letteratura e cinema sono ricchissimi. 

Tutte le frasi saranno inserite in un album dedicato sulla pagina Facebook del magazine, con una grafica speciale e il nome dell’autrice, per poter essere cliccate e condivise da tutte le innamorate e gli innamorati del web. La dichiarazione che otterrà il maggior numero di Like entro il 13 febbraio 2014 diventerà la copertina Facebook di PourFemme.it, pagina che conta oltre 124.627 mi piace, e apparirà il giorno di San Valentino sulla homepage del sito, dove resterà per una settimana e verrà letta da centinaia di migliaia di utenti.

Proseguono così le iniziative dedicate al coinvolgimento attivo delle lettrici di PourFemme.it, magazine femminile di riferimento del network tg|adv. Uno staff di editors sole donne che si rivolgono ad altre donne, una linea editoriale di successo, dal taglio immediato e schietto, che ruota intorno a temi come cucina, bellezza, nuovi trend, matrimonio, maternità, salute, shopping e tante iniziative social, sono gli elementi che hanno reso PourFemme.it la casa preferita da 3 milioni di lettrici al mese.

“La mia felicità porta il tuo nome, Ogni giorno con te è ‘vivere’, Mi sei accanto da 43 anni, Come te nessuno maiiiii: sono solo alcune delle tante dichiarazioni già arrivate in redazione” – racconta Silvia Ballante (responsabile editoriale NanoPress) – “Ancora una volta le nostre lettrici si rivelano particolarmente attive e confermano di gradire il fatto che PourFemme.it cerchi costantemente di coinvolgerle nella realizzazione del magazine, che risulta a tutti gli effetti sempre più loro”.

Link: PourFemme.it
Fonte: Mongini Comunicazione

mercoledì 12 febbraio 2014

Business su Facebook, come ottenere il miglior risultato dalle Pagine


Facebook assieme a Twitter è il social network più popolare della rete. Ormai tutti hanno un profilo personale, e le aziende al pari degli utenti possono creare una pagina business. Quindi vista la moltitudine di utenti avere una pagina aziendale su Facebook è un'opportunità assolutamente da non lasciarsi scappare. Il costo è praticamente nullo, o meglio l'unico costo che richiede è un pò del nostro tempo per tenerla aggiornata. Vediamo quindi alcuni semplici consigli/errori da evitare per ottimizzare al meglio la nostra pagina sul social network di Menlo Park.

martedì 11 febbraio 2014

Cancellare la cronologia di ricerca su Facebook per maggiore privacy


Tutti gli utenti di Facebook possiedono un "Registro attività" che tiene traccia delle azioni che vengono effettuate sulla piattaforma, e questo include anche tutto ciò che viene cercato su Facebook (inclusi profili e pagine). Per impostazione solo l'utente può visualizzare la cronologia delle ricerche, quindi questa informazione non è disponibile per gli amici o al pubblico. 

Tuttavia, se si utilizza un computer condiviso o si è preoccupati che qualcuno possa controllare le proprie attività online, svuotare la cronologia di ricerca potrebbe essere una buona idea. Per cancellare tutti gli elementi dalla cronologia (al momento non è possibile selezionarli singolarmente), procedere nel modo seguente: 1. dalla bacheca cliccare su "Registro attività";


2. sulla sezione di sinistra è possibile vedere l'elenco delle principali attività come i post, i commenti, le foto, post in cui si è taggati, "Mi Piace", ecc.; 3. cliccare su "ALTRO" e quindi su "Cerca"; 4. nella pagina delle opzioni di ricerca, in alto a destra, è presente il collegamento "Cancella ricerche"; 5. cliccare su di esso e dovrebbe ora comparire un messaggio pop-up;

6. cliccare sulla finestra per confermare e cancellare definitivamente la cronologia delle ricerche. La "History Search" di Facebook corrisponde alla funzione analoga che si può trovare in un motore di ricerca come quello Google, con la differenza che quest'ultimo permette di disattivare la funzionalità e impedire che le ricerche vengano memorizzate in una cronologia.


Via: Facebook

domenica 9 febbraio 2014

Facebook visualizza nome gestori Pagine accanto a post e commenti


Le Pagine su Facebook hanno spesso diversi amministratori e non vi è attualmente alcun modo per sapere quale admin è incaricato di postare sulla pagina. Questo cambierà a partire dal 20 febbraio 2014: i nomi degli amministratori verranno mostrati accanto ai loro post e commenti. Questo sarà visibile soltanto a chiunque abbia un ruolo di gestore sulla Pagina. 

Nelle scorse ore, gli amministratori delle Pagine sul social network avranno certamente notato un messaggio in cima al pannello di amministrazione, nel quale si legge: "A partire dal 20 febbraio i nomi degli amministratori saranno visualizzati accanto ai loro post e commenti. Questa informazione sarà visibile a chiunque ricopra il ruolo di amministratore della tua pagina". 

Se si clicca sul bottone "Maggiori informazioni", si viene rimandati ad una pagina del centro assistenza di Facebook (al momento solo in lingua inglese US), in cui si legge: "Su un post di pagina, il nome della persona che ha pubblicato verrà elencato sotto il nome della vostra pagina accanto Postato da". Lo stesso meccanismo funzionerà con i commenti della pagina.

"Su un commento di pagina il nome della persona che ha commentato verrà elencato di seguito il commento accanto a Commentato da. Tenete a mente che solo le persone che aiutano a gestire la vostra Pagina possono vedere queste informazioni". È anche possibile rivedere la cronologia della Pagina e modificare le impostazioni dei singoli post attraverso il Registro attività.

Dal registro delle attività della Pagina è possibile mettere in evidenza i post per ingrandirli, nascondere ed eliminare i post, modificare la data dei post pubblicati, segnalare e rimuovere lo spam. Ulteriori informazioni su come rimuovere se stessi o un'altra persona che ha un ruolo amministratore della Pagina sono disponibili qui. Per confermare le modifiche, inserire la password.


Via: Facebook

venerdì 7 febbraio 2014

Video look back presto modificabili e connessioni globali su Facebook


Per celebrare suoi primi dieci anni Facebook ha offerto ad ogni utente un look back, un piccolo video personalizzato dove è possibile ripercorrere gli istanti della propria storia sul social network dal giorno dell'iscrizione in avanti. Il co-fondatore e Ceo Mark Zuckerberg, per l'occasione ha postato un lungo messaggio di amarcord e ringraziamento agli utenti sulla sua bacheca.

martedì 4 febbraio 2014

Facebook compie 10 anni e regala A Look Back video personalizzato


Facebook compie 10 anni. Era il 4 febbraio del 2004 quando, dalla sua stanza nel campus di Harward, Mark Zuckerberg dava la vita a quello che sarebbe diventato il principale social network al mondo. Iniziò con solo quattro persone: con i cofondatori Dustin Moskovitz, Chris Huges e Eduardo Saverin. In meno di un anno, a dicembre, già contava 1 milione di iscritti. Oggi hanno raggiunto quota 1,23 miliardi, calcolando solo gli utenti mensili attivi.

La società, sbarcata in Borsa nel 2012, celebra il suo decimo anniversario mettendo a disposizione un link (https://www.facebook.com/lookback) a cui tutti gli utenti possono accedere a "A Look Back", un video personalizzato che raccoglie i momenti più significativi che ciascuna persona ha condiviso con i propri amici, dal momento dell'iscrizione a oggi.

L'ascesa del social network è avvenuta passando da diverse tappe chiave. Nel 2005, a ottobre, da un lato veniva introdotta la nuova funzionalità "foto", dall'altro diverse scuole internazionali venivano aggiunte alla rete Facebook. Nel 2006 invece c'è lo sbarco sui dispositivi mobili e l'introduzione dei "news feed", mentre a settembre l'iscrizione si apre a tutti, e la rete smette di essere prerogativa dell'universo studentesco e accademico.

Nel 2008 arrivano sia la chat di Facebook sia la app per dispositivi Apple. Nel 2009 compare il taso "mi piace". Nel 2010 il social network è ormai una realtà globale che raggiunge 500 milioni di iscritti. La storia più recente vede due tappe storiche nel 2012, l'acquisizione di Instagram e il già citato maxi sbarco in Borsa, che avrà un avvio ruvido ma poi, dopo molti mesi, ripagherà gli investitori con gli interessi.

Nel 2013 le utenze attive mensili hanno superato la soglia simbolica di 1 miliardo, mentre quelle da dispositivi mobili hanno oltrepassato 100 milioni. La rete Facebook oggi conta oltre 201 miliardi di collegamenti tra "amici", ogni giorni vengono cliccati 6 miliardi di "mi Piace" e condivise 400 miliardi di foto. E con soli 6.337 dipendenti nel mondo il social network riesce a conseguire un fatturato trimestrale che supera i 2 miliardi di dollari.


Fonte: TMNews
Foto dal video

lunedì 3 febbraio 2014

Facebook annuncia Paper, nuova app per le notizie dei Creative Labs


Dopo le anticipazioni condivise da qualche giorno, Facebook ha annunciato ufficialmente la nascita di Paper, la nuova app di storie per consentire a tutti gli utenti di iPhone di scoprire contenuti sempre nuovi e notizie aggiornate e condividerli con i propri amici. Sviluppata dai Creative Labs di Facebook, l'applicazione è al momento disponibile sul mercato Usa a partire da lunedì 3 febbraio.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...