martedì 28 gennaio 2014

Facebook come virus: entro 2017 perderà 80% utenti secondo studio


Facebook è una malattia infettiva e come tale destinata a scomparire. Il social network potrebbe perdere l'80% dei suoi utenti entro il 2017, secondo uno studio condotto da due studenti di dottorato della prestigiosa Università americana di Princeton. Entrambi gli aspiranti dottorandi in ingegneria meccanica e aerospaziale sono arrivati a queste conclusioni nello studio pubblicato online e in corso di valutazione dai loro superiori prima della pubblicazione ufficiale.

Sulla base del progresso e la caduta di MySpace, precursore di Facebook, John Cannarella e Joshua Spechlere sostengono che il più grande social network del mondo (1,1 miliardo di utenti) e che celebrerà fra qualche giorno i suoi 10 anni di esistenza, si fermerà bruscamente. "E' stato dimostrato che le idee come le malattie, si propagano tra la gente come un'infezione, prima di morire. E questo è descritto con successo nel modello epidemiologico", hanno scritto i ricercatori.


Per descrivere il rapido declino negli anni prossimi, i due dottorandi hanno applicato un modello epidemiologico modificato per descrivere la dinamica degli utenti del social network, utilizzando i dati delle ricerche di Google che sono di dominio pubblico. E sono giunti alla conclusione che Facebook ha raggiunto il picco nel 2012 e sperimenterà un rapido declino, corroborando lo studio secondo cui gli utenti più giovani hanno cominciato a lasciare il social network nel 2013.

"Facebook dovrebbe vedere un rapido declino nei prossimi anni, perdendo il 20% della sua dimensione massima entro dicembre 2014", scrivono gli autori dello studio ritenendo inoltre che il social network perderà l'80% dei suoi utenti tra il 2015 e il 2017. Finora, la rete sembra in buona salute, con il COO di Facebook Sheryl Sandberg, da poco entrata nel club dei miliardari e Mark Zuckerberg, 29 anni, fondatore e CEO di Facebook, con una fortuna stimata 19 miliardi dollari.


Via: MYTF1
Foto dal Web

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...