domenica 31 marzo 2013

Zuckerberg dovrà pagare tasse quest'anno per 1,1 miliardi di dollari


L'amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg, dovrà pagare 1,1 miliardi di dollari di tasse quest'anno. Lo riporta il sito americano Usa Today citando la Cnn. L'Agenzia delle entrate Usa (Internal Revenue Service) considera infatti come reddito anche le stock option e dunque applicherà al fondatore del social network un'aliquota dell'48,3 per cento. 

Nel giorno dello sbarco in borsa di Facebook infatti Zuckerberg ha esercitato stock option e acquistato 60 milioni di azioni: agli occhi del fisco questa mossa conta come reddito forfettario, pari circa a 2,3 miliardi di dollari. Anche se tali azioni non sono mai vendute, l'IRS li considera come reddito ordinario al momento dell'esercizio delle opzioni.

Citando tre commercialisti secondo la Cnn il salato conto finale per Zuckerberg, al netto delle donazioni di beneficenza, ammonta a 1,1 miliardi di dollari. L'Internal Revenue Service non si pronuncia sui rendimenti dei singoli contribuenti, ma ogni anno rilascia dati aggregati sui 400 filer fiscali negli Stati Uniti con i maggiori redditi riportati.

Per coprire il conto che sapeva stava arrivando, Zuckerberg ha venduto 30,2 milioni di parti durante l'Ipo di Facebook, passando a 1,135 miliardi dollari. Al momento, Facebook ha detto in un deposito di regolamentazione che Zuckerberg prevede di utilizzare la "sostanziale maggioranza" di tali proventi per coprire le tasse sulle sue stock option.

Intanto, gli operatori di Wall Street che subirono delle perdite in occasione del debutto di Facebook in Borsa saranno risarciti con 62 milioni di dollari. Lo ha stabilito la Securities and Exchange Commission (Sec), accogliendo così il cosiddetto "piano di compensazione" messo a punto da Nasdaq OMX, piattaforma su cui a maggio 2012 avvenne l'Ipo del social network.


Via: AGI
Foto dal web

sabato 30 marzo 2013

Facebook testa pulsante per inviare post al Diario da qualsiasi luogo


Facebook sembra stia testando un pulsante in alto sulla barra degli strumenti, a destra dello schermo che consente agli utenti di inviare post direttamente alle loro Timeline da qualsiasi punto all'interno della rete sociale. Il pulsante è stato notato dal giornalista di Mashable Alex Fitzpatrick Venerdì scorso.

Dopo aver fatto clic sul pulsante - che si trova in alto a destra di qualsiasi pagina di Facebook, accanto al tasto home e l'icona piccola di immagine del profilo di un utente - un prompt si apre che sembra molto simile a quello che siamo abituati a vedere per la pubblicazione di un stato di Facebook.


La nuova funzionalità è stato avvistata in un profilo a cui deve essere attivato il nuovo news feed di Facebook o l'accesso a Graph Search, il suo motore di ricerca intelligente. Nella foto sotto, si può vedere che da un'altra pagina di Facebook si può ancora inviare direttamente a quella del proprio profilo.

Di solito, bisogna essere essere nella propria homepage o nel proprio profilo per inviare un aggiornamento di stato. Entro breve tempo, tutti gli utenti dovrebbero avere il nuovo Diario. Chi desidera ottenerlo prima,  può registrarsi nella lista d'attesa e Facebook vi farà sapere quando sarà disponibile.


Via: Mashable
Foto: Clker

Facebook annuncia evento stampa 4 Aprile: pronto Facebook Phone


Facebook ha inviato alla stampa gli inviti a un evento presso la propria sede di Menlo Park la prossima settimana che molti credono vedrà il lancio di un nuovo smartphone Facebook-branded, allo stesso modo di quanto ha già fatto Amazon per la propria produzione Kindle. Gli stessi inviti di Facebook sono piuttosto criptici: "Venite a vedere la nostra nuova casa su Android" è ciò che si legge, con la data Giovedi, 4 Aprile e un indirizzo e-mail per RSVP.

Fonti di TechCrunch hanno detto che Facebook rivelerà una versione modificata del sistema operativo Android, tra cui profonde funzionalità native di Facebook, possibilmente su uno smartphone realizzato da HTC. La fonte ha detto che il sistema operativo non sarebbe una revisione completa, ma un "assaggio" con ampie funzionalità di Facebook o a livello di applicazione, e forse anche una schermata Facebook iniziale chiamata "Facebook Home".


Se fosse vero, sarebbe una mossa audace per il social network. Gli investitori hanno spesso criticato Facebook per essere lenta ad adattarsi al passaggio dal desktop al mobile. Un telefono con il proprio marchio servirebbe a dimostrare che Facebook sta spingendo tutte le sue fiches in avanti per diventare una prima compagnia mobile. Questo primo telefono Facebook potrebbe essere costruito da HTC, che non sarebbe una sorpresa.

L'azienda taiwanese aveva già collaborato con il social network. HTC ha fornito un cellulare con un pulsante dedicato Facebook. La parte interessante è quello che succederà all'interno del telefono. Il dispositivo si avvierà direttamente sulla schermata home degli utenti di Facebook, al posto delle familiari icone Android. Quasi ogni evento stampa Facebook porta alle voci obbligatorie di un telefono di Facebook, nonostante le diverse smentite da parte di Mark Zuckerberg.


giovedì 28 marzo 2013

Facebook Messenger, chiamate VoIP gratis anche in Italia disponibili


Dopo Canada, Stati Uniti e Regno Unito anche in Italia Facebook inizia il test per le chiamate VoIP, cioè quelle possibili sfruttando Internet. Si potranno chiamare gratuitamente gli altri utenti del social network grazie all'applicazione Facebook Messenger disponibile per sistemi operativi Android e iOS. Oltre all'Italia il servizio si allarga in Europa anche a Germania, Francia e Spagna.

La nuova funzione è stata introdotta da Facebook senza necessità di aggiornare l'app. Il social network entra così in competizione, anche sul mercato italiano, con applicazioni come Skype e Viber, cercando così di offrire una nuova occasione di coinvolgimento alla propria community. Messenger può essere scaricato gratuitamente e usando il proprio piano dati esistente.

Per avviare una chiamata gratuita, gli utenti dovranno selezionare la persona con cui si desidera chattare, toccare il tasto "i" su quel singolo profilo e quindi premere il tasto "Chiama Gratis". Le chiamate possono essere effettuate su rete Wi-Fi e su rete cellulare. Al fine di stabilire una connessione, entrambi gli utenti devono eseguire l'ultima versione del app con chiamate VoIP abilitato.

Se il destinatario ha Facebook Messenger installato sul proprio dispositivo, riceverà una notifica push che permette di vedere chi lo chiama. Finora i tentativi di Facebook Messenger per spingere alla sostituzione totale degli sms tradizionali hanno tardato a prendere piede, se confrontato ad una serie di altri servizi gratuiti di messaggistica, con una solida posizione nel settore mobile.


Fonte: ANSA
Via: The Next Web

mercoledì 27 marzo 2013

Ipo Facebook, dal Nasdaq risarcimenti per 62 milioni $ agli investitori


La Securities and Exchange Commission (Sec) statunitense ha approvato il piano di compensazione da 62 milioni di dollari proposto dal gruppo Nasdaq OMX alle società che hanno subito perdite nell'esordio in borsa di Facebook lo scorso maggio, segnando così una vittoria per le società di gestione delle borse alle prese con problemi tecnici. Lo ha annunciato la Sec stessa.

Nonostante l'aumento rispetto ai 40 milioni offerti inizialmente e ai tre milioni previsti dalla normativa precedente per casi di questo genere, il risarcimento non sembra tuttavia sufficiente a soddisfare i broker che hanno accusato perdite per perso collettivamente 500 miliardi di dollari durante l'interruzione del sistema di scambi la mattina dell'atteso collocamento in Borsa.


Il risultato sono stati scambi fantasma e fuori luogo che sono durati per circa tre ore. Divisioni di UBS, Citigroup, Knight Capital e Citadel, ha subito perdite considerevoli  e le azioni di Facebook sono scivolate dopo un guadagno iniziale. Il gruppo Nasdaq resta passibile di provvedimenti regolatori e possibili denunce. Proseguono infatti le indagini sulla quotazione del social network.

Le richieste per i rimborsi dovranno essere presentate entro una settimana alla Financial Industry Regulatory Authority (Finra), che le valuterà. Nel giorno del debutto del titolo Facebook, il Nasdaq è stato costretto a ritardare l'avvio degli scambi e poi ha incontrato difficoltà nel comunicare l'esecuzione di ordini ai trader.  C'è chi non esclude multe addizionali per cinque milioni di dollari.



Fonte: TMNews
Via: Reuters

Facebook Replies, risposte ai commenti per Pagine e Profili popolari


Con l'obiettivo di migliorare le conversazioni, Facebook mette ordine tra i commenti introducendo la funzionalità "Replies", cioé la possibilità di commentare i singoli post. La funzione era sta introdotta qualche mese fa e in queste ore la società di Menlo Park la sta mettendo a disposizione degli amministratori delle pagine e di chi gestisce profili seguiti da molti utenti. 

"La nuova funzionalità rende più facile interagire direttamente con i singoli lettori e aiuta a mantenere rilevanti le conversazioni. Quelle più attive e coinvolgenti verranno spostate in cima alla colonna di commenti per assicurarsi che le persone che visitano la tua Pagina possano vedere le conversazioni migliori", spiega un comunicato ufficiale del social network. 

"Dopo mesi di test, - si legge ancora - abbiamo visto come la nuova funzionalità è in grado di migliorare le conversazioni e possono essere usate per avviare un dialogo aperto con la comunità". Al momento, la nuova feature è supportata soltanto nella versione desktop del sito, ma Facebook prevede di aggiungere questa funzionalità al suo Graph API e applicazioni mobile.


Il nuovo strumento Replies si può attivare accedendo alla sezione "Manage Permissions" (Gestisci autorizzazioni) della propria pagina Facebook (info http://on.fb.me/13vv6nJ), dal 10 luglio sarà introdotto automaticamente in tutte le pagine e in tutti i profili con più di 10.000 follower. Replies può essere utilizzato anche per promuovere il dialogo aperto con la comunità.

Ad esempio, SportsCenter ha ospitato Super Bowl Chat con Herm Edwards. Nelle intenzioni di Facebook c'é la necessità di fornire agli account con molti follower uno strumento più fluido per interagire, attribuendo ai commenti anche dei parametri di rilevanza come il numero totale di Like alla conversazione, le connessioni e le segnalazioni di spam al flusso di conversazione.



Fonte: Facebook
Via: ANSA

martedì 26 marzo 2013

Mark Zuckerberg si prepara ad entrare in politica Usa con un gruppo


Mark Zuckerberg, co-fondatore e Ceo di Facebook, starebbe preparando il suo ingresso nella politica americana attraverso la creazione di un gruppo volto a fare pressione per rendere meno rigide le leggi sull'immigrazione e il sistema che regola la concessione dei visti. Lo scrive il Telegraph. Nella nuova avventura il 28enne miliardario potrebbe investire 20 milioni di dollari ed avrebbe convinto altri mediatori della Silicon Valley.

Zuckerberg ha all'attivo una donazione da 100 milioni di dollari - su una fortuna da 13 miliardi - nel sistema scolastico nel New Jersey, lo Stato che gli ha dato i natali. A dicembre scorso ha donato 500 milioni di dollari ad una fondazione filantropica. Al fianco dell'amministratore delegato di Facebook ci sarà il suo ex compagno di stanza ad Harvard Joe Green, anche lui un imprenditore tecnologico di successo. 

Nel 2005 Mark Zuckerberg ed il compagno di stanza Joe Green fondarono Essembly, un sito politico non-partisan  di social networking che permette agli utenti di connettersi tra di loro in base alle opinioni politiche, partecipare alla discussione non moderate, e organizzarsi per l'azione politica. Essembly aveva una serie di caratteristiche comuni ai siti di social networking e anche altre uniche nel suo genere.

I due stanno corteggiando altri sostenitori finanziari. Sono molti i gruppi tecnologici che si sono lamentati della normativa attuale in tema di immigrazione perché - sostengono - rende difficile le assunzioni di talenti e laureati stranieri. All'inizio del mese Zuckerberg e altri 99 amministratori delegati della corporate America hanno inviato una lettera al presidente americano Barack Obama e ai legislatori al Congresso chiedendo di affrontare il problema. 

Zuckerberg in passato ha ospitato eventi di raccolta fondi per Chris Christie, il governatore repubblicano del New Jersey e la nuova campagna - scrive il San Francisco Chronicle - sarà guidata da Jon Lerner Rob Jesmer, consulenti politici della destra del Partito repubblicano. Nella campagna tuttavia sarà coinvolto anche Joe Lockhart, ex consulente di comunicazione di Bill Clinton e capo delle pubbliche relazioni di Facebook.

Via: TMNews

lunedì 25 marzo 2013

Greg Schechter a Codemotion 2013: in futuro su Facebook c'è il video


Facebook come il nuovo YouTube? "Chi può dire cosa vorranno gli utenti e chissà cosa vedremo in futuro''. Così Greg Schechter, sviluppatore web di Facebook, a Codemotion 2013, la non stop tecnologica che si è svolta alla Facoltà di Ingegneria di RomaTre. Per Facebook, ha spiegato, "il futuro ha in ogni caso molto a che vedere" coi video. "E speriamo che gli iscritti possano caricarne sempre di più, condividerli e magari anche taggare così come avviene per le foto".

Un miliardo di utenti unici al mese è il nuovo record di YouTube, il sito di condivisione di video oggi proprietà di Google. "Se fosse un Paese, sarebbe il terzo più grande al mondo, dopo Cina e India",  ha detto Mountain View. Fondato nel 2005 da tre ex dipendenti di PayPal, YouTube si è rivelato un successo immediato. Anche per Facebook sono serviti solo 8 anni per raggiungere il successo. La soglia miliardaria era stata superata da Facebook a gennaio scorso.

Codemotion Roma è stato caratterizzato da una massiccia presenza di ospiti internazionali. Sono arrivati dagli Stati Uniti, Europa e Canada, tutti accorsi per la maratona informatica e dell'innovazione. Ospiti Facebook, Google, SoudCloud ma anche tanti relatori riconosciuti come veri e propri guro esperti in tecnologie specifiche. Il Codemotion è stato l'anteprima della Maker Faire Rome (dal 3 al 6 ottobre). La Maker Faire è l'evento di riferimento mondiale del movimento maker.

La conferenza è stata una maratona informatica di due giorni continuativi, 36 ore non stop di talk, hackathon, laboratori, contest, networking ma soprattutto tanta condivisione di idee e energia. L'hackathon è stato il momento più sperimentale del Codemotion dove si è mixato, osato e dato vita ad ogni sorta di contaminazione tecnologica. L'evento, organizzato sempre da Chiara Russo e Mara Marzocchi, sarà portato anche a Berlino e Madrid e col nome di CodemotionWorld.



Via: ANSA

Moto GP, Valentino Rossi approda su Facebook con fanpage ufficiale


Valentino Rossi approda finalmente su Facebook con una pagina gestita da lui e dal suo team. Dato che sul social network sono presenti migliaia di pagine dedicate al "Dottore" (alcune delle quali contano milioni di iscritti), è lo stesso pilota di Tavullia a pubblicare come primo post un suo video dove afferma che soltanto quella è la sua pagina ufficiale.

Nelle info della pagina "Valentino Rossi VR46 Official" racconta la sua storia: "Secondo il dottor Claudio Costa, quando sono nato, il 16 febbraio 1979, nel cielo di Urbino si sono scatenati fulmini e saette: insomma, accadde qualcosa di straordinario... Non so se sia vero, quello che è certo è che la mia carriera è iniziata molto presto".

"Graziano, il mio babbo, era un pilota di moto e fin da piccolino mi ha messo in sella a qualcosa con delle ruote: la leggenda narra che ho avuto prima il motorino della bicicletta. Sembra comunque che quando avevo tre anni, Graziano avesse preparato un piccolo motorino con le rotelline, con il quale ho cominciato subito a divertirmi".

"Allora abitavo nella sua casa a Tavullia, vicino alla quale c’è un parcheggio asfaltato dove potevi creare una specie di pista: lì ho cominciato a girare con questo motorino rosso e le rotelline, che il Grazia poi mi ha subito tolto fin da piccolissimo... Continua a leggere www.valentinorossi.com".

Il "Dottore" su Twitter @ValeYellow46 ha sempre curato molto il suo profilo scrivendo della sua vita da pilota ma anche del quotidiano fuori dalle piste e pubblicando sue foto di vita privata. Il profilo ufficiale di Valentino Rossi su Facebook conta al momento quasi 30.000 fan ed è disponibile a questo link: www.facebook.com/ValentinoRossiVR46Official.



Via: Motogranprix
Foto dal web

domenica 24 marzo 2013

Pestato in discoteca riconosce i suoi aggressori da foto su Facebook


Pestato a sangue per aver invitato una ragazza a ballare, riconosce uno dei suoi aggressori su Facebook e lo fa condannare. Protagonisti della vicenda sono un giovane di 33 anni di Zumaglia e i due imputati: Fabrizio Nieddu, 33 anni, e Marco Benedetti, 24, entrambi di Biella, accusati di lesioni.

Al primo, recidivo, il giudice Pietro Brovarone ha inflitto due anni di reclusione, e al secondo un anno, con la sospensione condizionale della pena. L'episodio era avvenuto la notte del 31 agosto 2009, in un locale pubblico del quartiere Riva. La vittima vede una ragazza e la invita a ballare, senza sapere che su di lei hanno già messo gli occhi altri due giovani.

Questi ultimi, passati pochi istanti, lo aggrediscono a calci e pugni, facendosi buttare tutti e tre fuori dal locale. Il ragazzo preso di mira scappa e cerca rifugio in un vicino distributore, dove viene raggiunto da Fabrizio Nieddu e Marco Benedetti, a cui si sono aggiunti altri soggetti, mai identificati. Qui l'aggressione continua fino all'arrivo di alcuni passanti.

La prognosi sarà di 40 giorni, per lesioni e fratture. Il giovane riuscirà a identificare uno degli aggressori in Questura. Poi, cercando su Facebook, riesce a rintracciare anche l'altro fra gli amici "virtuali" del ragazzo che l'aveva picchiato. Grazie anche agli indizi raccolti dalla polizia, i due sono stati indagati e poi processati.



Fonte: La Stampa
Foto dal web

sabato 23 marzo 2013

Video pedofilo su Facebook: migliaia di condivisioni, Web sotto shock


E' bufera su Facebook dopo la pubblicazione di un video pedopornografico, rimasto alcune ore visibile sul social network prima di essere rimosso. Protagonista dell'agghiacciante filmato sarebbe una bambina abusata da un uomo adulto. Immediata è scoppiata la polemica su Twitter dove molti utenti hanno espresso la loro indignazione sia per le immagini diffuse ma soprattutto per il successo che ha riscosso la mancata repentina rimozione.

Ma quel che ha fatto inorridire ancor di più gli utenti del social network - che ha festeggiato proprio in questi giorni i 7 anni di vita - è stato il numero di "like" ricevuti: secondo il tam-tam su Twitter, il filmato avrebbe ottenuto in meno di 7 ore quasi 4.000 "Mi piace" e sarebbe stato condiviso sul social network di Mark Zuckerberg da oltre 16.000 utenti. Il video è successivamente stato rimosso ma ha comunque fatto il giro del web e probabilmente scaricato.

Dopo le proteste della rete i vertici del social network si sono scusati con gli utenti. "Tolleranza zero contro la pedopornografia", ha sottolineato lo staff di Facebook, "la tempestiva segnalazione di questo contenuto ci ha consentito di rimuoverlo il più rapidamente possibile. Facebook non tollera in alcun modo la presenza di contenuti pedopornografici e siamo determinati ad adottare ogni provvedimento per prevenire la pubblicazione di questo tipo di materiali".

Questo aspetto inquietante di Facebook non è una nuova rivelazione per l'azienda, che fino al 2011 ha fatto affidamento sulle segnalazione degli utenti su attività illegali. L'anno scorso un intervento pubblicato da WND.com ha rivelato una quantità preoccupante di pornografia infantile che viene condivisa da parte di predatori sul social network. L'inclusione del programma PhotoDNA di Microsoft ha contribuito ad abbattere immagini e dati in modo rapido.



Fonte: Dailymail
Via: AGI
Foto dal Web

venerdì 22 marzo 2013

Login a Facebook non più necessario per Zynga.com e uso nickname


Il rilancio di Zynga.com è l'ultimo passo nella lenta dissoluzione di una partnership speciale che una volta legava due dei giocatori più influenti nel settore Internet sociale. Tim Catlin, direttore generale di Zynga.com, ha detto a Reuters che crede che giocatori Zynga vogliano creare nomi esclusivi per i giochi che non siano legati ai loro account Facebook, che consente di visualizzare i loro veri nomi. 

"Dovevi usare il tuo account Facebook per giocare in precedenza, ma questo sta per cambiare in futuro", ha detto Catlin, che ha aggiunto che i giocatori esistenti ancora sono in grado di effettuare il login con i propri account Facebook. I nuovi giocatori, invece, saranno in grado di accedere facilmente senza l'utilizzo di credenziali di Facebook - a lungo una caratteristica di molti giochi Zynga. 

"Siamo stati in grado di semplificare notevolmente questo processo", ha detto Catlin del nuovo sito web Zynga.com, che è stato appena aggiornato con nuove funzioni. Fondata nel 2007, Zynga ha raggiunto un tasso di crescita bruciante nei suoi primi anni da sola toccando il network Facebook per acquisire nuovi utenti offrendo giochi direttamente all'interno delle pagine web di Facebook.com. 

Per molti anni l'azienda ha goduto di un rapporto redditizio e simbiotico, con Zynga che ha derivato quasi il 90 per cento dei suoi ricavi da giochi di Facebook, mentre Facebook ha ricevuto circa il 15 per cento del suo reddito sotto forma di tasse da Zynga. Ma il vantaggio competitivo di Zynga sul più grande social network del mondo, a poco a poco si è ridotto per altri editori nel mercato. 

Lo scorso anno, Facebook e Zynga hanno annunciato la modifica un accordo di lunga data che aveva dato a Zynga privilegi speciali sulla piattaforma Facebook. A gennaio, Zynga ha deciso di chiudere undici giochi per ridurre i costi aziendali. Zynga si è concentrata sulla costruzione di caratteristiche sociali proprie, una barra che viene visualizzata all'interno dei giochi per collegare lettori gli uni agli altri.

Via: Reuters

giovedì 21 marzo 2013

Facebook aggiunge informazioni meteo alle pagine di eventi e luoghi


Facebook ha iniziato oggi l'aggiunta delle previsioni del tempo a eventi in programma e le condizioni meteo  correnti per le pagine dei luoghi come parchi, città e quartieri, ha detto un portavoce ad All Facebook. La società ha annunciato che inizierà ad aggiungere informazioni meteo che mostrano una previsione generale e una stima delle alte e basse temperature.

Gli eventi che hanno una posizione specifica, e che avverranno entro 10 giorni, offriranno una previsione. Gli utenti possono fare clic per visitare "Weather Underground" per le condizioni complete e altre informazioni. La funzione sarà disponibile per le pagine di eventi sul desktop e mobile. Gli utenti vedranno le previsioni del tempo durante il processo di creazione degli eventi.


Questo potrebbe contribuire a meglio organizzare il loro evento. Quando gli utenti creano eventi in luoghi prefissati, le informazioni meteo verranno visualizzate nella creazione dell'evento. In questo modo, gli utenti possono vedere se pioverà sul loro pic-nic o se è ok per una giornata di divertimento al sole. Al momento la funzione non è ancora implementata in Italia.


Le informazioni meteo verranno mostrate anche agli utenti che controllano gli eventi sui loro dispositivi mobili. Facebook mostrerà inoltre il meteo corrente sulle pagine come parchi e città, che non hanno un amministratore. Queste pagine community offrono informazioni da Wikipedia e il contesto social, come  ad esempio quali amici di un utente sono stati nel luogo e le foto scattate lì.

Pagine di città e quartieri hanno anche funzionalità di ricerca locali. Con gli ultimi update meteo, queste pagine hanno più informazioni che potrebbero rendere una destinazione utile agli utenti in ricerca di maggiori informazioni su un luogo. Vedere un esempio di San Francisco. La funzione potrebbe non essere disponibile subito, ma Facebook ha detto che è già in distribuzione.


Facebook aggiunge informazioni meteo per pagine di eventi e luoghi


Facebook ha iniziato oggi l'aggiunta delle previsioni del tempo a eventi in programma e le condizioni meteo  correnti per le pagine dei luoghi come parchi, città e quartieri, ha detto un portavoce ad All Facebook. La società ha annunciato che inizierà ad aggiungere informazioni meteo che mostrano una previsione generale e una stima delle alte e basse temperature.

Gli eventi che hanno una posizione specifica, e che avverranno entro 10 giorni, offriranno una previsione. Gli utenti possono fare clic per visitare "Weather Underground" per le condizioni complete e altre informazioni. La funzione sarà disponibile per le pagine di eventi sul desktop e mobile. Gli utenti vedranno le previsioni del tempo durante il processo di creazione degli eventi.


Questo potrebbe contribuire a meglio organizzare il loro evento. Quando gli utenti creano eventi in luoghi prefissati, le informazioni meteo verranno visualizzate nella creazione dell'evento. In questo modo, gli utenti possono vedere se pioverà sul loro pic-nic o se è ok per una giornata di divertimento al sole. Al momento la funzione non è ancora implementata in Italia.


Le informazioni meteo verranno mostrate anche agli utenti che controllano gli eventi sui loro dispositivi mobili. Facebook mostrerà inoltre il meteo corrente sulle pagine come parchi e città, che non hanno un amministratore. Queste pagine community offrono informazioni da Wikipedia e il contesto social, come  ad esempio quali amici di un utente sono stati nel luogo e le foto scattate lì.

Pagine di città e quartieri hanno anche funzionalità di ricerca locali. Con gli ultimi update meteo, queste pagine hanno più informazioni che potrebbero rendere una destinazione utile agli utenti in ricerca di maggiori informazioni su un luogo. Vedere un esempio di San Francisco. La funzione potrebbe non essere disponibile subito, ma Facebook ha detto che è già in distribuzione.


Fonte: All Facebook

martedì 19 marzo 2013

Facebook per iOS si aggiorna e permette di cambiar cover su iPhone


Facebook ha rilasciato lunedì l'ultimo aggiornamento per la sua applicazione nativa iOS, dando agli utenti la possibilità di cambiare le loro foto di copertina dal proprio telefono o tablet. L'ultima versione del app iOS anche migliorato le funzioni di messaggistica di gruppo. Queste caratteristiche sono già disponibili da qualche settimana nella versione per Android, ma sono adesso installate sull'applicazione per i dispositivi Apple. 

Proprio come sull'ultima release per Android, con la nuova versione 5.6 gli utenti iOS possono scegliere le foto dal telefono (o di ottenerle in loco), ma non è possibile selezionare nuove foto di copertina tra quelle che sono state già caricate su Facebook. Per scegliere una nuova foto di copertina tra quelle visualizzate sul proprio telefono, bisogna tocc are la foto di copertina sulla Timeline cellulare per accedere al menu. 

Dopo aver introdotto il tasto Condividi all'interno dell'app, gli sviluppatori di Facebook hanno rilasciato l'update consentirà di scattare una nuova immagine di copertina oppure sceglierne una dal rullino. Questa funzionalità è al momento disponibile solo per iPhone. Ora sarà possibile inviare un messaggio di gruppo con meno tocchi. Inoltre sarà possibile rinominare e trovare le conversazioni di gruppo con maggiore facilità.

Pochi giorni dopo che Facebook ha rilasciato un aggiornamento iOS che include le chiamate vocali gratuite in Canada e negli Stati Uniti, la società ha messo a punto un piccolo aggiornamento per la sua applicazione Android. Anche in questo caso, per cambiare l'immagine di copertina, andare alla pagina del profilo, quindi toccare la foto di copertina. L'applicazione richiederà agli utenti di visualizzare l'immagine o modificarla.


domenica 17 marzo 2013

Glassdoor, Zuckerberg Ceo più amato dai propri dipendenti nel 2013


Il capo più amato del 2013 dai propri dipendenti è l'amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg. In una classifica stilata da Glassdoor sui 50 amministratori delegati più popolari fra i propri sottoposti, il fondatore del social network ha ottenuto il 99 per cento dei consensi, scalzando l'ad di Apple Tim Cook dal primo posto conquistato nella stessa speciale classifica nel 2012. 

Glassdoor è stato da sempre un grande sito per "inseguire" un datore di lavoro. La percentuale di popolarità è stata calcolata chiedendo ai lavoratori se approvassero o meno il modo in cui l'ad guida la compagnia. Zuckerberg ha così migliorato l'85% di approvazione messo a segno lo scorso anno, mentre Cook ha perso il 4% di consensi: dal 97 al 93%, passando al 18° posto. 

Zuckerberg ha conseguito un tasso di approvazione del 99%, in crescita del 14% rispetto al sondaggio dello scorso anno. Impiegati e lavoratori di Facebook hanno definito "intenso e divertente" il luogo di lavoro, altri addirittura "fantastico" o "meraviglioso". Al 2° posto gli ad di SAP Bill McDermott e Jim Hagemann, seguiti al 3° posto da Dominic Barton, di McKinsey & Company.

Il numero uno di Google Larry Page si è piazzato all'11° posto. L'ad di Amazon, Jeff Bezos, è 16° con il 93% delle preferenze. Meno consenso registra invece l'operato degli ad di Dell (Michael Dell), Microsoft (Steve Ballmer) e Hewlett-Packard (Meg Whtiman), assenti dalla top 50. Recentemente, Glassdoor ha deciso l'integrazione con Facebook, per rendersi più utile a chi cerca lavoro.

Glassdoor è una career community che sta cambiando il modo in cui le persone trovano lavoro e reclutati i migliori talenti. I membri possono scoprire connessioni interne a una società attraverso la loro rete di Facebook, vedere le liste aggiornate dei posti di lavoro, accedere ai contenuti generati dagli utenti, come valutazioni e sincere recensioni sulle aziende in forma anonima.


Fonte: Glassdoor
Via: TMNews

sabato 16 marzo 2013

Bug in messaggistica Facebook permetteva hack di qualsiasi account


Solo tre settimane dopo la divulgazione di un bug trovato su Facebook, l'esperto di sicurezza Web Nir Goldshlager ha detto di aver scoperto un altro difetto che gli ha permesso di violare la rete ancora una volta. In un post sul blog dal titolo "How I Hacked Any Facebook Account ... Again!" Goldshlager ha detto che era in grado di sfruttare un altro punto debole della rete.

"Anche se la vittima non ha mai permesso qualsiasi applicazione nel suo account di Facebook, ho potuto ottenere ancora le autorizzazioni complete sul suo account tramite Facebook Messenger app_id", ha scritto. Goldshlager ha detto a febbraio in un blog post di aver trovato un difetto "che mi ha permesso di prendere il pieno controllo di qualsiasi account di Facebook".

E' una buona cosa che uno sviluppatore web e online esperto di sicurezza Nir Goldschlager è dalla parte dei buoni. Facebook è stato in grado di risolvere entrambi i difetti immediatamente. Goldshlager ha ricevuto un premio da parte della società per la recente falla, così come per quella che ha trovato in precedenza. La dimensione del premio non è stata divulgata.


"Era un errore molto simile (con un modello fatto simile) e come si può vedere dal post siamo stati in grado di risolvere il problema quasi immediatamente", ha detto il portavoce di Facebook Frederic Wolens al sito MarketWatch. "Abbiamo fornito premi ad oltre 200 ricercatori, e il signor Goldschlager ha riportato a noi  diverse vulnerabilità in passato", ha aggiunto.

In una dichiarazione, Facebook ha anche detto: "Non abbiamo alcuna prova che gli utenti sono stati influenzati da questo bug. Abbiamo premiato il ricercatore per ringraziarlo del suo contributo alla sicurezza di Facebook". Facebook rivelato il mese scorso che la sua rete è stata violata dopo che alcuni laptop dei dipendenti sono stati infettati da un software dannoso.


Fonte: Nir Goldshalger
Via: MarketWatch

venerdì 15 marzo 2013

Facebook al lavoro per integrare funzione #hashtag come su Twitter


Facebook sta lavorando per incorporare l'hashtag "#", una delle caratteristiche principali di Twitter usata per mettere insieme i messaggi su un singolo argomento e come forma creativa di espressione. Lo riporta il Wall Street Journal, sottolineando che usando gli "hashtag", Facebook sarà in grado di ordinare rapidamente le conversazioni intorno a un determinato tema. Instagram, acquistata da Facebook lo scorso anno, già usa gli hashtag.

L'hashtag è strettamente associato a Twitter, e gli appassionati del servizio utilizzano l'hashtag come forma abbreviata di espressione creativa. Facebook sta testando se seguire l'esempio di Twitter e consentire agli utenti di fare clic su un hashtag per tirare su post con argomenti simili o eventi per indicizzare rapidamente conversazioni intorno ai trend e costruire su quelle conversazioni, dando agli utenti altri motivi per restare collegati e visualizzare più annunci.

I lavori di Facebook sull'hashtag è un segno del riacutizzarsi della battaglia tra Facebook e Twitter, sia come competizione per utenti mobili e lotta per la pubblicità. Per anni, Twitter e Facebook sembravano occupare diversi poli dlo spettro dei social-media. Mentre Facebook è stata la casa di amici intimi e familiari, Twitter è stato il dispositivo per la trasmissione in tempo reale nel resto del mondo. Facebook è ora sempre più spostato sulla zona di Twitter.

Facebook sta sollecitando gli utenti a condividere più contenuti con il pubblico. Negli ultimi anni ha rispecchiato alcune delle caratteristiche di Twitter con la creazione di liste "abbonati", e permettendo alle persone di taggare celebrità e marchi con il simbolo "@". All'inizio di questo mese, Facebook ha presentato un restyling del sito semplificato. Mark Zuckerberg ha detto che Facebook sta costruendo le basi per essere il migliore "giornale personalizzato" per gli utenti.

Fonte: Wall Street Journal
Via: ANSA

Netflix partnership con Facebook per la condivisione streaming social


Facebook si allea con Netflix, il servizio di streaming e noleggio via mail di film e show televisivi a pagamento più famoso e più usato negli Stati Uniti. Entro la fine di questa settimana, annuncia Netflix, gli utenti Usa della piattaforma streaming potranno condividere sul social network le preferenze in fatto di pellicole o programmi tv visti. Dai video guardati ai "punteggi" di gradimento assegnati agli show.

Gli utenti statunitensi potranno quindi collegare il proprio account a Facebook e non solo condividere i propri gusti e le proprie abitudini ma anche sapere quali sono i film o i programmi che piacciono ai propri amici e decidere di guardarli, creando delle sorte di playlist. Mssimo rispetto per la privacy: la condivisione può essere disabilitata in qualsiasi momento e gli utenti possono scegliere se e cosa condividere.


Netflix offre elementi "social" ai suoi utenti internazionali da più di un anno, ma l'integrazione con Facebook negli Usa è stata resa possibile dopo che all'inizio di quest'anno il Congresso ha aggiornato la sua legge sulla condivisione di video. La vecchia legge Video Protection Privacy Act (VPPA) risalente al 1988, impediva la condivisione della cronologia video di una utente se non dietro mandato del tribunale.

Netflix, che dopo essere approdato in Europa in Irlanda e Gran Bretagna potrebbe arrivare anche in Italia, ha 33 milioni di utenti in 40 Paesi. "La condivisione film e la TV on-line con gli amici è sempre una nuova esperienza e continueremo a sperimentare e migliorare le nostre caratteristiche sociali nei prossimi mesi e anni", scrive Cameron Johnson, direttore di innovazione del prodotto a Netflix.



Fonte: Blog Netflix
Via: ANSA

giovedì 14 marzo 2013

Facebook inzia la distribuzione della nuova Timeline personalizzabile


La riprogettazione della Timeline è stata testata in alcune parti del mondo, ma Facebook ha annunciato ufficialmente la distribuzione del nuovo look per tutti gli utenti. Proprio come l'aggiornamento del News Feed, l'obiettivo della nuova Timeline è quello di ridurre l'ingombro e mettere più opzioni nelle mani degli utenti. Instagram e Goodread avranno il loro posto speciale sulla Timeline.

Il nuovo design ha contenuti e azioni Open Graph sul lato sinistro della pagina del profilo, con post sul lato destro. Con questo aggiornamento, la sezione Informazioni, così come gli amici, le foto e l'attività delle applicazioni, sono tutti sul lato sinistro. Questo è finalmente totalmente personalizzabile. Il restyling del Diaro ha cominciato a raggiungere i profili di tutti gli utenti a partire da ieri.


"Oggi stiamo lanciando miglioramenti alla Timeline che consentono di esprimere ciò che è importante per voi", scrive Facebook in un post sul sito. Ora è più facile organizzare le cose che ti interessano sulla tua pagina Informazioni. Le sezioni ridisegnate offrono un posto per aggiungere musica, film, programmi TV e libri che vi interessano, a fianco le foto e gli amici.


"Se sei un appassionato di cinema, è possibile aggiungere i tuoi preferiti alla sezione film o utilizzare applicazioni come Flixster e Netflix per condividere ciò che si stai guardando. Se sei un avido lettore, è possibile tenere traccia dei libri che si desidera leggere o aggiungere di altri con Goodreads. È inoltre possibile aggiungere altre applicazioni per condividere più cose che si fanno".

"Ad esempio, è possibile includere il tuo flusso di foto Instagram come una sezione sul Diario. Se vi capitasse di voler rimuovere un'applicazione dalla pagina Informazioni, visitate il registro attività. Se vedi un libro letto di recente da un amico, è possibile aggiungerlo alla sezione libri facendo clic sul pulsante Aggiungi". Facebook implementerà questa funzione nelle prossime settimane.


Via: Facebook Newsroom

mercoledì 13 marzo 2013

Facebook annuncia Mobile DevCon 2013 a New York, Londra e Seoul


Facebook continua a perseguire l'engagement con gli sviluppatori della comunità mobile mondiale, annunciando il lancio del suo Facebook Mobile DevCon 2013, una serie di "incontri" molto tecnici che inizialmente si svolgeranno in tre città nelle prossime settimane. Gli eventi di questa primavera sono destinati a collegare gli ingegneri di Facebook, product manager, e "gli sviluppatori mobile che la pensano come loro".

La serie di Mobile Developer Conference prenderà il via a New York il 18 aprile, seguita da una sosta a Londra il 2 maggio, per poi concludersi a Seoul il 7 maggio. Il social network ha offerto ulteriori dettagli sul Facebook Mobile DevCon 2013, in un post di Simon Cross sul blog degli sviluppatori, spiegando che sta invitando gli sviluppatori mobile in tutto il mondo per trascorrere una giornata con gli ingegneri di Facebook e product manager.

Dato che ci sono più di 680 milioni di utenti attivi su cellulare, Facebook ha ribadito che è incentrato sul miglioramento offerte di telefonia mobile nel corso dell'ultimo anno, citando miglioramenti in entrambe le applicazioni iOS e Android, il riprogettazione di iOS SDK e Android, e l'avvio di centri di sviluppo dedicati per iOS, Android e Web per dispositivi mobili. Come implementare meglio il Facebook login per portare fiducia alle applicazioni.

Le migliori pratiche per l'utilizzo dell'Open Graph per condividere storie ricche e coinvolgenti che impegnano a tornare su a Facebook. Come utilizzare Facebook per engagement sociale e giochi per cellulari. Consigli per la progettazione e le pratiche migliori per aumentare la soddisfazione degli utenti. Gli strumenti, le librerie, e le tecniche che su Facebook vengono utilizzate per costruire iOS, Android e applicazioni Web per dispositivi mobili.

Si avrà anche la possibilità di incontrare gli sviluppatori di aziende come Fab.com, GetGlue, Zeebox e EyeEm, che parleranno delle loro esperienze in ambito mobile. Le giornate saranno coronate da cena e la possibilità di parlare con gli ingegneri di Facebook e product manager per rivedere la propria applicazione e il debug di eventuali problemi d'integrazione. Si tratta di un evento altamente tecnico che analizza in profondità il codice dei prodotti.


martedì 12 marzo 2013

Like degli utenti Facebook rivelano intimi segreti, secondo uno studio


Una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, mostra che è possibile dedurre una serie di informazioni sorprendentemente accurate circa etnia, età, Qi, sessualità, personalità e uso di sostanze stupefacenti di un utente Facebook da un'analisi automatica dei suoi "Like". Lo studio è stato realizzato dalla University of Cambridge. 

Gli scienziati del Cambridge's Psychometrics Centre, in collaborazione con il Microsoft Research Cambridge, hanno analizzato attraverso un algoritmo un dataset di 58.000 utenti di Facebook che hanno messo a disposizione volontariamente i loro Like, i profili demografici e i risultati dei test psicometrici ottenuti mediante l'applicazione myPersonality application ed il sito Web mypersonality.org

I modelli hanno individuato il genere maschile con l'88% di accuratezza, hanno distinto con una precisione del 95% fra afro-americani e caucasici americani e con l'85% di accuratezza fra Repubblicani e Democratici. I cristiani e i musulmani sono stati individuati correttamente nell'82% dei casi ed è stata raggiunta una precisione del 65-73% per quanto riguarda lo stato sentimentale e l'abuso di sostanze. 

Il procedimento seguito si è basato sull'inferenza complessa dato che pochi utenti cliccavano su Like che fossero lampanti, come nel caso del ''Like'' messo da meno del 5% degli utenti gay sulla pagina dei Matrimoni Gay. Lo studio mostra come è facile carpire informazioni private di un utente da quel che fa su Facebook e che dei tratti costanti della personalità sono associati a certi ''mi piace''.

Per esempio l'intelligenza è associata alle preferenze per certa musica, spiega Michal Kosinski dell'università di Cambridge, autore del lavoro. La particolarità di questo "calcolatore" è che da un'enorme mole di dati di per sè ciascuno poco informativo (i mi piace sono commenti minimi a frasi di amici, brani musicali, video e molto altro) si riesce a produrre il profilo preciso della persona.

Le implicazioni di ciò sono importanti, spiega Kosinski: "ciò che tradizionalmente era difficile da ottenere su base individuale, può essere ora dedotto in modo automatico e veloce per milioni di persone senza che loro nemmeno se ne accorgano. Offre un grande potenziale per il marketing e la pubblicità personalizzata'', ma rivela anche quanto sono indifesi i nostri dati sensibili.


Fonte: AGI
Via: NBC News
Foto: Facebook

sabato 9 marzo 2013

Università di California, Susan Desmond-Hellmann nel Cda Facebook


Facebook ha annunciato che Susan Desmond-Hellmann, MD, MPH, rettore della Università di California, San Francisco (UCSF), è stato eletto al consiglio di amministrazione dell'azienda. "Sue ha una grande esperienza di costruzione e gestione di un insieme eterogeneo di organizzazioni, per cui le sue intuizioni saranno preziose appena si continuerà a espandersi in nuovi settori" ha dichiarato Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook. 

"La sua esperienza di definizione delle politiche pubbliche e società operative pubbliche si adatta bene con il resto del consiglio e ci farà una società ancora più forte". "Sono sempre stato attratto da organizzazioni che fanno lavoro pionieristico", ha detto Desmond-Hellmann. "Facebook ha una missione ambiziosa e visione a lungo termine di innovazione che sta trasformando il modo con cui le persone si connettono tra loro. Sono orgogliosa di far parte di una società che serve ad uno scopo importante nel mondo". 

UCSF Chancellor, Desmond-Hellmann supervisiona tutti gli aspetti delle università e la strategia dei centri medici e delle operazioni. In precedenza è stata presidente, sviluppo del prodotto presso il pioniere delle biotecnologie, Genentech. In questo ruolo, è stata responsabile per lo sviluppo pre-clinico e clinico di Genentech, processo di ricerca e sviluppo, sviluppo del business e la gestione del portafoglio prodotti. Durante i suoi 14 anni con la società, Desmond-Hellmann ha portato all'avanguardia del mercato numerosi farmaci anti-cancro per aiutare le persone a combattere la malattia.

Desmond-Hellmann ha completato la sua formazione clinica alla UCSF e board-certification in medicina interna e oncologia medica. Durante la sua formazione presso UCSF, ha trascorso due anni come membro della facoltà in visita presso l'Uganda Cancer Institute, studiato l'HIV/AIDS e il cancro. Ha conseguito anche un master in salute pubblica presso l'Università di California, Berkeley. Desmond-Hellmann fa parte del consiglio di amministrazione di Procter & Gamble, e anche come fiduciario dell'Howard Hughes Medical Institute, un'organizzazione non-profit di ricerca medica.

Oltre a Desmond-Hellmann, i membri del consiglio di Facebook sono: Mark Zuckerberg, Marc Andreessen L., Andreessen Horowitz; Erskine B. Bowles, presidente emerito, Università del North Carolina, James W. Breyer, Accel Partners, Donald E. Graham, presidente e amministratore delegato, The Washington Post Company; Reed Hastings, chairman e CEO di Netflix, Sheryl Sandberg, Chief Operating Officer, Facebook, e Peter A. Thiel, Founders Fund.



Fonte: Facebook
Foto: Wikimedia

Facebook si espande e acquisisce il piccolo social network Storylane


Facebook ha acquisito Storylane, il social network che permette agli utenti di condividere i momenti della loro vita in post di 140 caratteri. La società di Menlo Park, California, ha assunto l'intero team di cinque impiegati incluso l'amministratore delegato Jonathan Gheller. Continua così la tradizione della società di Mark Zuckerberg di rilevare giovani start-up di talento per ampliare la sua offerta. Non è stato rivelato il costo dell'operazione. Storylane al momento non subirà alcuna modifica, ad eccezione del fatto che non verranno accettati nuovi iscritti.

"Il team di Storylane sarà un'incredibile aggiunta a Facebook", ha dichiarato il portavoce del gruppo, che giovedì aveva presentato il restyling della sezione News Feed. Gheller, in una nota sul blog della sua società, ha detto che Storylane ha deciso di unirsi al più grande social network del mondo dopo lunghe discussioni su come le due società potessero lavorare insieme. "Questa è un'opportunità emozionante - ha scritto l'ad di Storylane - la missione di Facebook di connettere il mondo è sempre stata al centro del nostro lavoro".

"Si tratta di una eccitante opportunità. La missione di Facebook di connettere il mondo è sempre stata al centro del nostro lavoro, e come i nostri amici di Facebook, le connessioni significative sono quello che più appassiona il nostro team. Stiamo costruendo strumenti che vi aiuteranno a eseguire la migrazione del contenuto di altri servizi, se lo si desidera. Possiamo confermare che Facebook non acquisisce nessuno dei tuoi dati, e stiamo lavorando per assicurarsi la possibilità di eseguire la migrazione del contenuto in modo gestibile".

"Vogliamo porgere un ringraziamento speciale ai nostri investitori che ci hanno sostenuto e ci ha incoraggiato a sognare in grande. E' stato un onore lavorare al fianco di un gruppo eccezionale di persone. Il nostro viaggio come società giovane è stato reso possibile grazie al loro impegno e pazienza. Senza la loro guida non saremmo in grado di promuovere la nostra missione attraverso Facebook. Voglio ringraziare i nostri utenti. La vostra passione, la sincerità e la volontà di condividere, che ha fatto di Storylane l'incredibile esperienza che esiste oggi".

Fonte: Storylane
Via: TMNews

giovedì 7 marzo 2013

Facebook censura nudo postato sul profilo di Jeu de Paume di Parigi


Indecente e pornografico: la censura di Facebook colpisce ancora l'arte. Dopo L'origine del mondo di Gustave Courbet, vittima è un nudo femminile della fotografa francese Laure Albin Guillot (1879-1962), pubblicato sul profilo del museo parigino Jeu de Paume per illustrare la mostra dedicata all'artista. Il motivo: L'Etude du nu (1940) "infrange gli standard della comunità".

Il museo Jeu de Paume stava per scomparire dal social network. "Venerdì l'account è stato bloccato per 24 ore a seguito di una decisione da parte di Facebook, che ha stabilito che l'immagine allegata ha violato le norme della comunità", dice in un post pubblicato sul profilo. Dopo i "numerosi messaggi di sostegno", il museo ha annunciato che rifiuterà "ogni forma di censura".

Il museo "non pubblicherà nudo, anche se crede che il valore artistico di queste foto è alto  e non pornografico". Marta Gili, direttore del museo dice che "dietro a tutto questo, c'è un fondamentalismo obsoleto, una sorta di radicalismo religioso che non vuole nudità e non certo quella delle donne, perché, guarda caso, è sempre il corpo delle donne che hanno problemi".

E' l'ennesima volta che la società di Palo Alto censura unilateralmente, senza far differenza tra un'opera d'arte e una foto pornografica. Dopo aver censurato un nudo di Gerhard Richter, scambiando il dipinto per una foto e ripristinandolo poco dopo,  resta da chiarire il motivo per cui Facebook permetta la condivisione di dipinti e sculture di nudo e vieti la pubblicazione di foto.


Fonte: ANSA
Via: Liberation

mercoledì 6 marzo 2013

Facebook evento 7 Marzo: nuovi pulsanti per filtrare tipi di contenuti


In una grande conferenza stampa annunciata per Giovedi, Facebook prevede di lanciare nuovi modi per filtrare il News Feed, in cui compaiono gli aggiornamenti e le notizie degli amici. Secondo quanto rivela TechCrunch, il social network darà modo di filtrare le diverse notizie: questi includono un feed delle foto di Facebook e le foto di Instagram, così come un feed della Musica rinnovato su quello che gli amici stanno ascoltando, concerti e nuovi album.

Facebook ha trascurato il flusso di notizie, che ha funzionato in gran parte allo stesso modo da quando lo ha lanciato sul Web nel 2006, e su iPhone nel 2009. Una colonna di volti amici a sinistra, i loro aggiornamenti di stato a destra, e un sacco di spazio bianco. Gli specifici contenuti del feed sono stati di difficile accesso, e le opzioni "Top News" o "Più recenti" di ordinamento per lo più rimescolano il contenuto piuttosto che far emergere storie diverse.

Parlando in condizioni di anonimato, un dipendente di Facebook, un membro del settore degli annunci sociali, e diversi sviluppatori hanno convenuto che più feed e più grandi immagini nei post degli utenti, pagine e annunci riguarda l'argomento che c'è in serbo per Giovedi. Il "nuovo look" del flusso di notizie potrebbe far spendere all'utente più ore su Facebook. Con il nuovo design del News Feed, Facebook dovrebbe implementare la Timeline a una colonna.

Dopo il lancio del motore di ricerca Graph Search, Facebook si appresta così ad aggiornare il Diario. È interessante notare che Facebook sta sperimentando il nuovo design della Timeline con gli utenti in Nuova Zelanda, un paese che si usa comunemente come banco di prova. Quindi Facebook è nel bel mezzo di condurre un importante rinnovamento di quasi l'intero sito Web. Le novità quindi sono tante: appuntamento fissato domani 7 Marzo alle ore 18:00 italiane.


Via: TechCrunch
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...