venerdì 30 novembre 2012

Aids: fiocco rosso Alitalia, su Facebook in giornata mondiale sindrome


In occasione del 1° dicembre, giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, Alitalia offre il proprio sostegno ad Anlaids Onlus per riaccendere l’attenzione sulle tematiche legate al Hiv/Aids. Proprio in quella giornata, Alitalia farà volare un Embraer E -175 della sua flotta personalizzato con il "red ribbon", Il fiocco rosso simbolo internazionale della solidarietà alle persone che vivono con l'Hiv, accompagnato dal logo di Anlaids Onlus. 

L’Embraer E-175 personalizzato volerà verso e dagli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Linate e Napoli. Il red ribbon, il fiocco rosso, sarà esposto anche sulle divise di tutti gli assistenti di volo. Per diffondere ancora più messaggi di sensibilizzazione, Alitalia distribuirà a bordo dei suoi voli il materiale informativo dell’associazione: opuscoli - STOP AIDS - realizzati dalla Onlus Anlaids per insegnare a difendersi dal contagio. 

Il primo viaggio dell'aeromobile con il "Red Ribbon", in programma proprio il 1° dicembre, sarà preceduto domani 30 novembre (a partire dalle ore 17.00) da un cocktail di presentazione dell’iniziativa presso il prestigioso Spazio Alitalia sito in piazza di Spagna a Roma. Sarà questa l’occasione per fare il punto sulla diffusione dell’Aids e sui progressi della ricerca, oltre che presentare ai partecipanti i dettagli del progetto. 

A discutere di questi temi saranno presenti il prof. Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico dell'Istituto Nazionale di Malattie Infettive "Lazzaro Spallanzani", e Nicola Dambra, Responsabile Sostenibilità di Alitalia, moderati dal medico e conduttrice televisiva Livia Azzariti. L'iniziativa di Alitalia, sottolinea una nota della compagnia, "si inserisce all'interno del suo percorso di responsabilità sociale d'impresa atto a promuovere e divulgare tematiche legate al turismo responsabile".


giovedì 29 novembre 2012

Utenti aggiunti nuovamente ai gruppi Facebook che avevano lasciato


Facebook sta affrontando un bug che coinvolge i suoi gruppi, che ha portato alcuni utenti ad essere reiscritti ai gruppi che in precedenza avevano lasciato, anche se "privati" o "chiusi" senza azioni intraprese dagli utenti interessati o dagli amministratori dei rispettivi gruppi. Il problema tecnico non ha dato accesso ai dati personali degli utenti se nascosti attraverso le impostazioni sulla privacy.

mercoledì 28 novembre 2012

Philippe Matignon, MagillaGuerrilla realizza app interattiva Facebook


E' nata una stella è la nuova applicazione Facebook creata da MagillaGuerrilla per user engagement e brand entertainement. La video applicazione permetterà un'esperienza interattiva a tutti i fan di Philippe Matignon facendoli diventare le star del brand. Philippe Matignon - Da oggi tutti potranno sognare grazie all'applicazione "E' nata una stella" 

Il concept di partenza - "La cliente Philippe Matignon non segue la moda ma crea un suo stile": MagillaGuerrilla è partita proprio da questa caratteristica per creare un'applicazione Facebook che permetterà a chiunque di essere ammirato come la nuova star del brand. In pochi click diventerai la stella di tutti con Philippe Matignon. Il procedimento per partecipare è semplice.  


Una volta connessi al proprio account Facebook, basta autorizzare l'applicazione e il gioco è fatto. Partirà il video che, attingendo alle immagini profilo, consentirà a ciascun utente un'esperienza personalizzata. La storia raccontata in "E' nata una stella" è quella di una donna che riesce ad arrivare ai vertici della popolarità mondiale, grazie al suo innato gusto per la moda e alla sua eleganza. 

La sua ascesa inizia grazie ad un talent scout che la scopre grazie a Facebook. L'applicazione nasce dall'esigenza di aumentare la brand awareness e il coinvolgimento dei fan nella comunicazione sui social network di Philippe Matignon, brand del gruppo Golden Lady Company che produce una linea di calze, lingerie e costumi. Per provare l'applicazione: http://www.enataunastella.net/


Credits
Creatività: MagillaGuerrilla
Video: Elenfant
Applicazione: Soolid

Facebook smentisce voci copyright violato, critiche contro governance


Facebook respinge le accuse di violazione del copyright degli utenti. "Qualcuno crede che Facebook stia adottando un cambiamento a riguardo, ma è tutto falso", ha dichiarato il social network in un post pubblicato sul sito. "Ogni utente ha il controllo di ciò che pubblica e di come viene condiviso: è la nostra politica da sempre". 

Facebook ribadisce che non c'è bisogno di pubblicare un messaggio per dichiarare di voler proteggere il materiale online - come molti utenti del social network hanno fatto negli ultimi mesi, dichiarando di essere i soli possessori del materiale condiviso in rete e rifiutando a chiunque altro il diritto di utilizzarlo. 

Le accuse di invasione della privacy contro Facebook, già in circolazione da mesi, sono riemerse la settimana scorsa in occasione di una revisione delle regole messa in opera dal social network, che in particolare vuole poter condividere le informazioni fornite dai suoi utenti con altre società del gruppo. 

Due associazioni dei consumatori americane hanno criticato oggi le nuove regole, il CDD (Center for Digital Democracy) e l'EPIC (Electronic Privacy Information Center). Secondo queste associazioni, le nuove norme sono pensate soprattutto per Instangram, l'applicazione di condivisione di foto che il gruppo ha acquisito in aprile. 

Le associazioni in una lettera all'Ad Mark Zuckerberg chiedono il ritiro delle nuove norme, citando rischi per la confidenzialità dei dai degli utenti, ma anche la violazione di un accordo firmato l'anno scorso dal social network: Facebook si era impegnato a chiedere l'esplicito consenso degli utenti prima di condividere le loro informazioni.

In sostanza, Facebook dovrebbe ripristinare il vecchio sistema basato sui feedback per eventuali modifiche alle policy sull'uso dei dati personali oltre che alla DDR. Le associazioni hanno sollevato la questione poco dopo che l'ufficio dell'Irish Data Protection Commissioner (DPC), aveva chiesto chiarimenti a Facebook sulla privacy.

È dall'anno scorso che i regolatori irlandesi si occupano della protezione dati di Facebook nell'UE. A settembre scorso il DPC ha chiuso un'indagine aperta sul social network obbligandolo a rimuovere tutti i dati raccolti dagli utenti nell'ambito dell'Unione europea per i dispositivi di riconoscimento facciale.


Via: TMNews

martedì 27 novembre 2012

Nokia Asha 205, smartphone con pulsante accesso diretto a Facebook


Nokia e Facebook hanno annunciato una novità, con l'introduzione di un pulsante Facebook incorporato sul nuovo Nokia Asha 205. Presentata oggi, il Nokia Asha 205 è il primo telefono Nokia che include un pulsante Facebook dedicato, progettato per le persone che vogliono accedere più velocemente, con un solo clic, alle popolari funzioni di Facebook.

"La gente di tutto il mondo usa Facebook Mobile per connettersi e condividere con gli amici", ha detto Javier Olivan, responsabile della crescita e impegno di Facebook mobile.  "Il nostro obiettivo è fornire la migliore esperienza Facebook per quante più persone possibile, e la nostra partnership con Nokia integra perfettamente la nostra strategia di fornire a persone in tutto il mondo una ricca esperienza di Facebook per restare in contatto con i loro amici".

"A livello globale, i giovani consumatori hanno sempre iniziato a utilizzare Facebook per socializzare, tenersi in contatto e sorprendenti nuove amicizie. Il lancio del Nokia Asha 205 risponde a questa crescente domanda e dà loro una possibilità unica per l'accesso a Facebook, on-the-go" ha detto Timo Toikkanen, vice presidente esecutivo, Mobile Phones, Nokia. 


"Abbiamo visto che molte persone che fanno uso di dispositivi Nokia Asha sono iper-sociali e siamo orgogliosi di collaborare con Facebook per migliorare l'esperienza degli utenti per quei consumatori ulteriori con l'introduzione del pulsante di Facebook". Il nuovo Nokia Asha 205 consente agli utenti di accedere facilmente a Facebook per ogni Phone app e utilizzare i messaggi, una delle sue caratteristiche più popolari.

Le persone che utilizzano le funzioni di messaggistica di Facebook per tutti i telefoni possono ora: 
• Vedere quali dei loro amici sono on-line per iniziare a chattare con loro subito; 
• Avviare messaggi e chat di gruppo veloce; 
• Raggiungere molte elle persone che si conoscono, ovunque si trovino, indipendentemente dal dispositivo che stanno utilizzando. 

Le persone che utilizzano il Nokia Asha 205 possono anche facilmente accedere ad altre funzioni di Facebook, come la condivisione di foto e aggiornamenti di stato con i loro amici, in modo che possano stare vicino alle persone che li circondano con il tocco di un pulsante. 



Informazioni su Nokia 
Nokia è leader mondiale nelle comunicazioni mobili, i cui prodotti sono diventati parte integrante della vita delle persone in tutto il mondo. Ogni giorno, più di 1,3 miliardi di persone usano il loro Nokia per catturare e condividere esperienze, informazioni, che trovano la loro strada o semplicemente per parlare tra di loro. Le innovazioni tecnologiche e il design di Nokia hanno fatto un dei brand più riconosciuti al mondo. Per ulteriori informazioni, visitare il sito http://www.nokia.com/about-nokia.

A proposito di Facebook
Fondata nel 2004, la missione di Facebook è quello di rendere il mondo più aperto e connesso. Le persone  usano Facebook per rimanere in contatto con amici e familiari, per scoprire cosa sta succedendo nel mondo, e per condividere ed esprimere ciò che conta per loro.

Fonte: Nokia

domenica 25 novembre 2012

#Mccday, Fuga da Facebook: presentato il libro di Camisani Calzolari


Il 23 novembre in un prestigioso evento che si è svolto nella Sala Montanelli al Circolo della Stampa di Milano si è tenuto il lancio del nuovo libro di Marco Camisani Calzolari "Fuga da Facebook". La presentazione si è tenuta davanti ad un nutrito gruppo di imprenditori ed esperti di tematiche legate al mondo  digitale che con oltre 150 presenze hanno discusso per circa tre ore le intriganti tematiche descritte nell'opera di Calzolari, studioso dei fenomeni di comunicazione.

Al dibattito hanno anche preso parte sul palco David Messina, Presidente della Fondazione del Circolo della Stampa e Vicepresidente del Circolo della Stampa, Stefano Sacco Docente dell'università dell'Insubria, Marco Zamperini noto esperto di tecnologia e Michele Ficara Manganelli, Presidente e Direttore Editoriale di Assodigitale, tutti magistralmente moderati da Federico Luperi, Responsabile Innovazione e nuovi Media di Adnkronos




L'hashtag della giornata è stato #mccday con il quale è possibile visualizzare le numerose discussioni che sono transitate su Twitter. Grande fermento tra gli operatori del settore condito da una positiva dose di consapevolezza sui rischi e sui vantaggi di una attività digitale che vede i social network come punto di partenza e non solo di arrivo, hanno contraddistinto un incontro che si è svolto all'insegna del confronto positivo ed utile. 

"Questo libro non è contro Facebook ma è un invito alle aziende a ripensare al loro marketing digitale, a non affidarsi completamente ai social network per comunicare con i loro clienti. Ed è anche una critica ai 'super fuffa fanta guru 2.0' che hanno spinto le aziende a usare solo la strategia dei social network e ad abbandonare la comunicazione con i clienti sui loro siti, facendoli diventare piattaforme obsolete". Così Marco Camisani Calzolari ha parlato con l'ANSA del suo libro "Fuga da Facebook".


Fonte: Assodigitale
Via: Camisani Calzolari
Foto: Fuga da Facebook

sabato 24 novembre 2012

Pubblicare foto o musica di altri su Facebook senza permesso è reato


Pubblicare immagini su Facebook o caricare canzoni sul profilo del social network MySpace, senza indicarne la paternità, è un reato e può costare caro. La decisione è del Tribunale di Genova che ha condannato un musicista jazz di 26 anni a una multa di 1.200 euro per violazione della legge penale sul diritto d’autore. La vicenda risale al 2009 e vedeva coinvolti due musicisti e una fotografa professionista. 

Secondo l’accusa, sostenuta dal pubblico ministero Vittorio Ranieri Miniati, il musicista aveva messo a disposizione del pubblico, in particolare degli utenti di Facebook e del sito musicale MySpace, 15 foto che lo ritraevano senza chiedere il permesso alla fotografa che le aveva scattate. Inoltre aveva pubblicato alcuni brani musicali, registrati alla SIAE, composti da lui e da un altro collega, attribuendosene l’esclusiva paternità. È stato condannato. 

"Chi carica foto, video o canzoni su Facebook o MySpace - ha spiegato l’avvocato David Maria Mascia - spesso e volentieri dimentica che, con l’adesione alle condizioni generali d’uso, ha già dichiarato, magari contro il vero, di esserne l’esclusivo proprietario e ha già autorizzato il social network a farne l’utilizzo che meglio ritiene. Ciò non toglie che il diritto del vero autore rimanga presidiato dalla normativa di settore, anche con sanzioni penali".

La recente legge 248/00, modificando la legge 633/41, sempre attuale in materia di diritto d'autore, ha introdotto ulteriori ipotesi al fine di combattere la pirateria e la contraffazione, anche quella che si realizza via Internet. In realtà, la distribuzione e lo scambio di materiale musicale che avviene tra utenti della rete è da considerarsi chiaramente illegittima se non espressamente autorizzata dall'autore o da chi detiene i diritti economici dell'opera.

Fonte: ANSA
Via: La Stampa
Foto dal web

giovedì 22 novembre 2012

Facebook propone aggiornamenti ai documenti che regolano le Policy


Facebook cambia i meccanismi per valutare i cambiamenti alle regole che governano la rete sociale, attraverso i TOS e la normativa sull'utilizzo dei dati. Il social network  propone una settimana per raccogliere i pareri degli iscritti. Viene lanciata, inoltre, una nuova funzione che consentirà agli utenti di inviare le proprie domande sulla privacy al Chief Privacy Officer of Policy, Erin Egan.

"Oggi proponiamo alcuni aggiornamenti a due dei documenti che regolano il nostro sito: la Normativa sull'utilizzo dei dati, in cui viene spiegato in che modo raccogliamo e usiamo i dati quando le persone usano Facebook, e la Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità (DDR), contenente le condizioni che regolano l'uso dei nostri servizi", scrive Elliot Schrage in una nota.

A giugno, in occasione del secondo voto globale relativo alle normative del sito, Facebook ha indicato che avrebbe rivisto il processo di aggiornamento delle normative della piattaforma alla luce della crescita della sua comunità (che a ottobre è arrivata a superare il miliardo di utenti) e della sua azienda (che è ora quotata in borsa e deve rispondere a vari enti regolatori in tutto il mondo). 

La Normativa sull'utilizzo dei dati include anche degli aggiornamenti che forniscono ulteriori precisazioni sulle linee di condotta di Facebook e riflettono le modifiche apportate ai suoi prodotti, tra cui: nuovi strumenti per gestire i messaggi di Facebook, che prevedono la sostituzione dell'impostazione "Chi può inviarti messaggi su Facebook" con nuovi filtri per la gestione dei messaggi in arrivo. 

Modifiche al modo in cui si riferisce a determinati prodotti, come la personalizzazione istantanea. Promemoria sulle informazioni che sono visibili alle altre persone su Facebook. Quando un utente nasconde qualcosa sul diario, ad esempio, tali post potrebbero visibili altrove: nella sezione Notizie, sui diari di altre persone o nei risultati di ricerca. Suggerimenti per la gestione del diario.

Eventuali commenti devono essere lasciati entro le ore 9:00 PST del 28 novembre 2012. Al termine del periodo utile per commentare, Facebook terrà un evento live  in cui Erin Egan risponderà in diretta ai commenti degli utenti. Facebook invita tutti gli utenti a leggere le modifiche proposte cliccando sui link riportati di seguito: Proposta modifica DDR, Normativa sull'utilizzo dei dati.

 Via: Facebook Site Governance

mercoledì 21 novembre 2012

Protocollo di sicurezza HTTPS di default per tutti gli utenti di Facebook


Facebook passerà al protocollo crittografato per tutti gli utenti come impostazione predefinita. Chi desidera, però, potrà continuare a non usarlo. La sicurezza è fondamentale per il social network, ma Facebook non ha voluto sacrificare la velocità. Ecco perché ha passato gli ultimi due anni a migliorare le sue infrastrutture, per non compromettere eccessivamente la velocità di navigazione.

Facebook chiederà a tutti suoi utenti il passaggio a HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure), a partire da questa settimana, iniziando dagli Stati Uniti ma, a seguire, in tutto il mondo, aggiungendo che coloro che non vogliono compromettere la velocità possono scegliere di non attivarlo, se lo desiderano. Lo ha annunciato Facebook in un post sul suo blog degli sviluppatori. 

"Come annunciato lo scorso anno, ci stiamo muovendo per HTTPS a tutti gli utenti. Questa settimana, stiamo iniziando a implementare HTTPS per tutti gli utenti del Nord America, e sarà presto esteso al resto del mondo". Facebook ha permesso agli utenti di scegliere di HTTPS nel gennaio 2011, avvisando all'epoca che le "pagine crittografate impiegano più tempo per caricare, quindi si può notare che Facebook è più lento utilizzando HTTPS".

Frederic Wolens, Policy Manager di Facebook Security ha  spiegato a TechCrunch la "leggera" differenza "leggera" in velocità di caricamento tra HTTPS e HTTP:  "Non è affatto un compito semplice costruire  questa funzionalità per i più di 1 miliardo di persone che utilizzano il sito e mantenere la stabilità e la velocità che ci aspettiamo, ma stiamo facendo progressi ogni giorno verso questo fine".

"Questo può rallentare le connessioni solo leggermente, ma abbiamo implementato miglioramenti significativi delle prestazioni per il nostro bilanciamento del carico delle infrastrutture per mitigare la maggior parte degli effetti al passaggio a HTTPS, e noi continueremo questo lavoro come distribuzione di questa funzionalità". Questa impostazione sarà quella di default, ossia sarà quella predefinita.

Via: TechCrunch

lunedì 19 novembre 2012

Facebook e Yahoo! in trattative per stringere accordo su ricerca Web


Facebook e Yahoo! sarebbero in trattative per creare un'alleanza nell'ambito della ricerca sul Web. Lo scrive il Telegraph senza però citare fonti. Il direttore operativo del social network, Sheryl Sandberg, e l'ad del gruppo Internet, Marissa Mayer, (entrambe ex dipendenti del motore di ricerca Google) si sarebbero incontrati per discutere di un eventuale collaborazione. 

Il numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, ha più volte ribadito che la ricerca via Internet rappresenta un'opportunità immensa e che il social network è posizionato per sfruttarla. A sua volta è da anni che Mayer pensa a un motore di ricerca capace di rispondere a una domanda precisa prendendo in considerazione le caratteristiche di ogni singolo utente. 

Lavorare con Facebook permetterebbe anche a Yahoo! sulle spalle del marchio di prestigio del social network di aiutarlo a reclutare programmatori top - qualcosa che è stato un grande problema per Yahoo! negli ultimi due anni che ha assunto e licenziato una serie di dirigenti.

I media americani, pur riconoscendo le potenzialità di un'alleanza tra i due che darebbe del filo da torcere a Google, hanno però accolto con cautela le indiscrezioni del quotidiano. Il più grosso ostacolo per ora è visto in Microsoft, attraverso cui il motore di ricerca di Yahoo! funziona. 

I due colossi infatti avevano firmato un accordo nel 2009 che consente a Bing di usare i risultati delle ricerche di Yahoo!, lasciando a quest'ultimo l'onere di concentrarsi sulla raccolta pubblicitaria associata alla ricerca. Secondo i media americani, il colosso del software difficilmente permetterebbe un prematuro sfaldamento del contratto di lungo termine che ha con Yahoo!.


Fonte: Telegraph
Via: TMNews

domenica 18 novembre 2012

National UnFriend Day: giornata della rimozione amici Facebook inutili


Sabato 17 novembre 2012, negli Usa, è stato il "National UnFriend Day". Il giorno in cui su Facebook vengono fatte le "pulizie". Avere tanti amici su Facebook non è una cosa difficile. Ma quanti di questi mandano messaggi o pubblicano post interessanti? Come scrive TG Com, proprio partendo da questa domanda è stata creata, ed è ormai diventata una prassi annuale, la giornata della cancellazione degli amici fastidiosi. 

Tutto è cominciato due anni fa quando il presentatore statunitense Jimmy Kimmel durante il suo show sull'Abc dichiarò la propria personale guerra contro i contatti inutili in Facebook. Dal pseudo artista che posta le immagini di tutto ciò che mangia, alla aspirante starlette che infila le sue foto ammiccanti ogni 15 minuti. Ma il bello del social network è che basta un click per togliersi di torno chi "disturba" la propria navigazione. 

"National UnFriend Day", così è stata ribattezzata questa giornata che si svolge ogni 17 novembre. Non siamo nella vita reale quindi non dobbiamo fare molto per "staccare" la spina. Ma allo stesso tempo bisogna essere pronti a rispondere a qualche domanda. Esistono dei plug in che permettono di avvisare gli utenti quando sono stati eliminati. Questi software ci allertano quando i nostri amici di Facebook ci hanno cancellati.

Nelle ultime ore Kimmel ha lanciato nuovamente l'invito ad "alleggerirsi delle amicizie inutili", puntando su alcuni tipi di utenti indesiderati: da quello "arrabbiato" a colui che posta ripetutamente foto "artistiche" del cibo che consuma. Ed ancora la "sexy model", la donna che cerca di essere attrattiva in ogni istante del giorno e l'amico che "odia tutto e tutti". L'occasione del National UnFriend Day è buona per ogni paese, Italia compresa.


Via: TG Com

sabato 17 novembre 2012

Facebook aggiorna plugin per WordPress, più stabile e personalizzabile


Facebook ha aggiornato il suo plugin per WordPress questa settimana per offrire maggiore stabilità e opzioni di personalizzazione. Il nuovo plugin Facebook per WordPress consente agli utenti di condividere cross-post WordPress sulla loro Timeline e sulle pagine di Facebook che gestiscono, semplificando il processo di condivisione di nuovi post o articoli, pur offrendo modi per personalizzare ciò che pubblicano. 

Ad esempio, alcuni siti pubblicano attraverso WordPress, ma poi manualmente copiano e incollano i loro link su Facebook o in un'altra piattaforma di publishing sociale. Altri automatizzano la condivisione su Facebook, ma eliminano la possibilità di condividere un messaggio personalizzato insieme al link. Il plugin fa sì che gli editori non devono scegliere tra una o l'altra opzione. Facebook scrive su WordPress:

"Abbiamo notevolmente rielaborato il plugin di Facebook per migliorare la stabilità, le singole pagine delle impostazioni, supporto personalizzato per post tipo, e il supporto su stato del post. La versione 1.1 richiede WordPress 3,3 o più recente, fornendo alcune funzioni interessanti come l'assistenza contestuale, carico asincrono del codice JavaScript e formattatori del contenuto con supporto multibyte".

Con l'ultimo aggiornamento, Facebook per WordPress giunge alla versione 1.1.5 e supporta più tipi di post e status personalizzati. E' stata realizzata una interfaccia più pulita per la gestione dei contenuti che viene utilizzata oltre da blog e siti di notizie, per esempio, da portafoglio artista e retail store location. Con il supporto stato personalizzato, il plug-in è in grado di riconoscere la dimensione di un messaggio di stato oltre la semplice "pubblicazione".

L'update mira anche a migliorare la pagina delle impostazioni spostando le singole funzioni in sottomenù e l'introducendo la guida contestuale. Gli editori possono continuare ad utilizzare il plugin per menzionare i nomi di pagine e amici in un post e in seguito diffondere i propri contenuti. Inoltre, se gli utenti autorizzano il plugin ad inviare alle loro Timeline personali, le storie appaiono come azioni Open Graph, per esempio, "ha pubblicato un articolo,". Il plugin può essere scaricato qui.


Facebook aggiorna le app iOS e Android e introduce il tasto condividi


Facebook si aggiorna per iOS e per Android ed introduce il tasto condividi anche nella versione mobile dell'applicazione. La novità coinvolge l’applicazione di iOS per iPhone e per iPad ma anche la app dedicata ad Android. La nuova versione 5.2 di Facebook è compatibile con iPhone, iPod touch e iPad. Richiede iOS 4.3 o successive ed è ottimizzata per iPhone 5.

Nel changelog ufficiale viene spiegato che adesso è "possibile condividere le notizie più interessanti" che si visualizzano con un semplice tocco. Taggare gli amici nei post, nei commenti e nelle foto. E' possibile aggiungere smiley, cuori e altri emoticon nei messaggi. Per ordinare la sezione notizie, è sufficiente toccare il pulsante accanto a Sezione notizie nella barra laterale di sinistra. 

In realtà, la condivisione non funziona al 100%, nel senso che al momento è possibile soltanto con i link dove il tasto risulta disponibile ma non ad esempio con i messaggi di stato. Con la nuova build si possono caricare più foto in un album ed è stata implementata una nuova barra sulla destra che indica quali amici sono online e quali no, la stessa già implementata in Facebook 5.1.

La versione per Android, giunta alla 1.9.12 e disponibile a questo link, oltre a risolvere vari bug e la possibilità di condividere contenuti pubblicati dagli altri, introduce la possibilità di creare un album dalla scheda Foto del diario e migliora l'aggiunta di tag alle foto. Per scaricare la versione 5.2 dell'app per iOs è possibile semplicemente aggiornare la precedente o usare questo link.


venerdì 16 novembre 2012

Facebook aggiunge il pulsante Condividi nelle sue applicazioni mobile


Facebook si appresta a rinnovare la condivisione di post, link, immagini e video su mobile. Da poche ore, infatti, accedendo alla piattaforma dal sito m.facebook.com è finalmente possibile ricondividere i contenuti già condivisi da amici, brand o pagine a cui l'utente ha espresso il suo "Mi Piace". A breve, la novità verrà estesa anche alle applicazioni Android e iOS. 

Nella newsroom di Facebook si legge: "È ora possibile utilizzare il pulsante Condividi sul news feed story dal telefono se si sta utilizzando Facebook per Android, Facebook per iPhone e iPad, o web Facebook per cellulari. Questo dà alle persone un modo rapido per condividere storie con gli amici dai loro telefoni cellulari, così come avviene dal proprio computer".

Facebook ha testato la funzionalità del sito touch mobile all'inizio di questa settimana, ma il social network non ha detto in quale momento l'avrebbe portata sule app native. Il pulsante "share" è stata una delle funzionalità più richieste delle app mobili di Facebook. Non era di difficile installazione, ma Facebook non l'aveva considerata un priorità fino ad ora.

I proprietari di Pagine potrebbero vedere un aumento delle loro condivisioni ed engagement, adesso che i loro fan possono interagire da cellulare allo stesso modo di come avviene dalla piattaforma desktop di Facebook. Il pulsante di condivisione è anche un ulteriore modo con il quale gli utenti possono entrare in contatto con un Post Promosso nel news feed mobile.

Quando gli utenti toccano il pulsante "Condividi", si aprirà una finestra di dialogo che permette loro di aggiungere un commento o modificare le impostazioni di privacy per il post. Il nuovo pulsante funzionerà in maniera simile a quanto già avviene su Twitter con i retweet. Ogni contenuto ricondiviso su mobile riporterà il nome di chi l'ha condiviso inizialmente.



giovedì 15 novembre 2012

Facebook e agenzie lavoro lanciano applicazione Social Jobs Partnership


Facebook ha annunciato Mercoledì il lancio di una jobs board application sulla Pagina del Social Jobs Partnership, una collaborazione tra la rete sociale, il Dipartimento del Lavoro, l'Associazione nazionale delle università e dei datori di lavoro, l'Associazione DirectEmployers, e l'Associazione Nazionale delle Agenzie di Stato della forza lavoro. 

L'applicazione lavoro sociale crea immediatamente uno dei più grandi  spazi per offerte di lavoro in tutto il mondo, consentendo agli utenti di Facebook di accedere a più di 1,7 milioni annunci di lavoro in un unico strumento, da un gruppo selezionato di cinque partner sviluppatori: Work4Labs, Monster, BranchOut, Jobvite, e US.Jobs. 

Stephane Le Viet, fondatore e CEO di Work4Labs, ha parlato con AllFacebook riguardo al lancio del Social Jobs Partnership, definendolo un "aggregatore di posti di lavoro" e dicendo che gli utenti di Facebook saranno in grado di cercare e visualizzare i lavori per localizzazione, settore, tipo di lavoro, parola chiave, categoria e sottocategoria.

Le Viet ha aggiunto: "La ricerca di un posto di lavoro è una delle attività più sociali, se ci pensate. Parlate con le vostre famiglie. Chiedete ai vostri amici di parlare con i loro amici. Si tratta di una naturale evoluzione di ciò che è sociale. Altre caratteristiche sociali saranno aggiunte al Social Jobs Partnership, redendolo un'esperienza più interattiva.

The Social Jobs Partnership potrebbe anche rappresentare una fonte di reddito per Facebook, e, a differenza della reazione mista a molte delle iniziative pubblicitarie del social network di recente introduzione, l'esperienza utente non subirà alcun effetto, in quanto le aziende probabilmente pagheranno per elencare le loro offerte di lavoro.


mercoledì 14 novembre 2012

IG Markets Italia è ora su Facebook, lanciata la nuova pagina ufficiale


IG, leader globale nel mercato dei CFD (Contract for Difference) su azioni, indici, forex e molti altri prodotti, lancia la propria pagina Facebook ufficiale. Da sempre IG è una società attiva sui Social Media attraverso la promozione di contenuto di tipo finanziario e didattico nel settore del trading online

Dopo il canale Youtube, i profili Twitter (sia aziendale che dedicati esclusivamente agli analisti) e quello LinkedIn, da oggi è stata lanciata anche la pagina ufficiale su Facebook. 

Il nuovo profilo Facebook di IG ospiterà news di commento ai mercati, tutte le ultime novità in merito a seminari in sede ed itineranti organizzati da IG nonché youtube.com/user/IlNordTV video e immagini relativi alle attività della società numero uno in Italia per il trading con i CFD. 

Gli analisti finanziari di IG Vincenzo Longo e Filippo A. Diodovich contribuiranno alla pagina Facebook con aggiornamenti di carattere finanziario a livello internazionale, tra cui la pubblicazione dei principali indicatori economici e tutti gli eventi che influiscono sull’anadamento dei mercati finanziari. 

La sezione Eventi della nuova pagina Facebook di IG offrirà un calendario di tutti i seminari e le lezioni di trading organizzate non solo presso la sede IG di Milano ma anche itineranti, come per esempio il CFD Tour o la partecipazione ad altri eventi di carattere finanziario. 

Gli eventi IG sono ad iscrizione gratuita e promuovono l’approfondimento delle tecniche di trading e delle capacità di individuare i trend di mercato per un trading con i CFD di successo nel lungo termine. 

Selezionando “Mi Piace” (Like) sulla pagina Facebook ufficiale di IG sarà possibile rimanere sempre aggiornati su tutte le ultime novità relative alla società direttamente accedendo al proprio profilo di Facebook. Scoprite IG sui Social Media, selezionando “Mi Piace” su Facebook http://www.facebook.com/IGItalia.

Regione Lazio, minacce morte a Renata Polverini su profilo Facebook


La presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, ha presentato denuncia all'Ufficio della Digos della questura di Roma dopo aver ricevuto messaggi con minacce di morte attraverso il proprio profilo Facebook. Lo comunica una nota della Regione Lazio riferendo che in un messaggio privato, un utente ha scritto a Polverini: ''attenta che una pallottola per te ci sarà"

"Come ho sempre detto, la data del voto è stata concordata con il ministro Cancellieri in modo da farla coincidere con le altre Regioni chiamate al rinnovo del consiglio". Lo dice Renata Polverini aggiungendo che "mi sembra che la data del 10 e 11 febbraio sia la scelta giusta e confermo la volontà di indire le elezioni per cinquanta consiglieri invece che settanta". 

"Il buon senso ci impediva di chiamare i cittadini alle urne nel periodo delle festività natalizie anche per consentire lo svolgimento regolare delle operazioni che precedono il voto e, soprattutto, la massima partecipazione alla campagna elettorale così come vuole la democrazia e la legge", prosegue la presidente della Regione Lazio sul sito della Fondazione Città Nuove

"Era evidente - aggiunge - che le richieste strumentali e demagogiche avanzate, anche violentemente, dalla coalizione di sinistra per votare a Natale non potevano essere accolte e così è stato: ora spero che il clima si rassereni e tutti pensino a proporre ai cittadini del Lazio un programma ed una maggioranza in grado di governare". "Trovata intesa sul voto", ha scritto Renata Polverini su Twitter.





Fonte: Adnkronos
Via: AGI

Usa 2012, utenti Facebook abbandonano Romney: -593 fan ogni ora


Dopo la sconfitta reale, arriva anche quella virtuale per Mitt Romney. Il candidato repubblicano sconfitto da Barack Obama lo scorso 6 novembre è arrivato a perdere nei giorni successivi  593 seguaci su Facebook all'ora. L’ex governatore del Massachusetts ha ora 12 milioni di fan su Facebook, venti milioni in meno del presidente Barack Obama

La stessa sorte era toccata ai profili Facebook e Myspace del candidato repubblicano sconfitto da Obama nel 2008, il senatore John McCain, e dell'ex governatrice dell'Alaska, Sarah Palin. Adesso la perdita sembra essersi stabilizzata. L'ultimo di Ronmey è un post del 10 novembre scorso, con il quale il candidato repubblicano ringrazia i suoi elettori.

Come si legge sulla Pagina U.S Politics on Facebook, le elezioni 2012 hanno ricevuto un livello record di buzz (passaparola). Le elezioni hanno ottenuto 9.27 punti di buzz su una scala di 10, questo grazie agli elettori più giovani: gli uomini tra i 25 e i 24 anni e le donne tra i 25 e i 34 che, durante la notte elettorale del 6 novembre, hanno creato buzz su Facebook.

Su Twitter @MittRomney conta 1,7 milioni di follower@BarackObama più di 23 milioni. Subito dopo l'annuncio della conquista del 2° mandato per il presidente Barack Obama, il numero di foto caricate su Instagram ogni secondo è salito a 2,1x rispetto al tasso normale. Gli americani hanno taggato più di 100.000 foto con # IVoted, e 150.000 foto con # election2012


Via: La Stampa

Utenti Facebook e social media diventano zombie sociali, infografica


I social network, potere del nuovo millennio, permettono di connettersi con gli amici e con persone nuove, conoscere rapidamente il mondo oltre gli schermi retroilluminati. Con così molteplici contenuti interessanti, per alcuni a volte diventa un pò difficile "scollare" occhi e cervello da tablet, computer portatili e smartphone. 

Tutti noi abbiamo amici che non riescono a distogliere lo sguardo dai loro dispositivi. I loro occhi diventano vitrei. Essi si limitano a rispondere alle vostre domande con grugniti o risate. Assorbiti nei loro telefoni, barcollano per la strada, camminando a scatti, impegnati a leggere le mail  o a commentare su Facebook.

In breve, essi diventano "social zombie" non morti, ma neanche del tutto vivi. L'infografica, messa insieme da Confused.com e riportata da Mashbale, prende in esame alcune delle razze più familiari di zombie dei social media. C'è il "check-in zombie", che non può andare in un ristorante o al bar senza dirlo alla sua rete sociale.

C'è poi lo "zombie hashtag" di Twitter, i cui messaggi sociali non possono essere letti a causa dell'uso eccessivo e fastidioso degli # hashtags. C'è anche la "sposa zombie", che vuole che tutti su Internet facciano parte del processo di pianificazione delle sue nozze. Per saperne di più, visitate l'infografica qui sotto.

Social media zombie infographic

Via: Mashable

martedì 13 novembre 2012

Facebook avvia la classifica commenti per aumentare impegno utenti


Facebook sta testando un nuovo formato per i commenti su pagine brand e profili subscriber mettendo i commenti più coinvolgenti più in alto sui post. "Stiamo testando un nuovo formato per i commenti sui post di pagina", Facebook ha detto in una dichiarazione a Mashable. "Come parte di questa prova, i commenti più coinvolgenti appaiono più in alto. Potrete anche rispondere ai commenti dei singoli così come il post originale".

lunedì 12 novembre 2012

Facebook e politica vietati ancora per 4 anni a Malia e Sasha Obama


Con la rielezione del presidente Barack Obama negli Stati Uniti, Malia e Sasha saranno first daughters per altri quattro anni, continuando a dover seguire le regole ferree imposte da "mamma e papà per proteggere la vita privata delle le prime ragazze "a crescere alla Casa Bianca in un momento in cui tutti hanno il cellulare e si è costantemente sotto gli occhi di tutti", come ha detto Michelle.

Le due first daughters d'America, che ora hanno 14 ed 11 anni, potranno pure incontrare celebrità, come Jay-Z e Beyonce, che le loro coetanee pagherebbero oro anche solo per potere vedere da lontano, ma dovranno comunque mantenere la testa sulle spalle e continuare a vivere nel più normale dei modi, in un'era in cui social network e nuove tecnologie la fanno da padroni. 

Social network che, come hanno più volte raccontato i loro genitori, sono vietati alle due ragazzine che non sono iscritte a Facebook. I regolamenti federali impediscono ai siti web di raccogliere informazioni dagli utenti di età inferiore ai 13 anni. Ma il punto non è questo. Per le loro figlie Michelle e Barack Obama hanno in mente un futuro fatto anche di regole e responsabilità.

Proprio per questo gli Obama sono sempre stati attenti affinché le loro figlie facessero i compiti di scuola e che fossero in grado di prepararsi il letto da sole, per potere essere indipendenti il prima possibile. Tanto che, come ha spiegato la first lady a Oprah Winfrey, la più grande, Malia, già sa fare la lavatrice. Inoltre, la politica non ha un ruolo dominante nella vita di Malia e Sasha.

domenica 11 novembre 2012

Facebook testa le notifiche acustiche per aumentare attenzione utenti


Facebook ha iniziato a testare una nuovo sound per ogni volta che un utente riceve una notifica. Il social networking lo ha confermato la novità a VentureBeat. Facebook verifica spesso nuove funzionalità e design per una piccola quantità di utenti prima di decidere se adottare o meno le nuove modifiche per tutti i suoi 1 miliardo di utenti attivi al mese

La novità è finalizzata a richiamare l'attenzione degli utenti sul sito. Anche quando Facebook è in una scheda nascosta sul browser, infatti, potrebbe essere utile veder richiamata l'attenzione per essere sempre avvisati nel caso di ricezione di nuove notifiche. Un "plin plon" acustico avviserà l'utente, cercando di riportare alla navigazione su Facebook.

L'utente può scegliere se attivare o meno la notifica audio, così da poter evitare un continuo richiamo audio che potrebbe infastidire. E' possibile disattivare andando su Impostazioni account> Notifiche. È sufficiente fare clic su "Visualizza" nella scheda in alto e quindi deselezionare la casella che dice "Riproduci un suono quando si riceve ogni nuova notifica".

Un periodo intenso per il team del social network che sta testando e lanciando numerose funzionalità aggiuntive. Ad esempio le nuove Pagine Amicizia introdotte e l'opzione risposta ai commenti che aiuteranno gli utenti ad interagire tra loro. La funzione è in fase di test ma alcuni profili potrebbero già aver udito il  "plin-plon". Un video dimostra in azione la novità.


sabato 10 novembre 2012

Facebook implementa opzione Rispondi per i commenti nelle Pagine


Facebook sta testando un nuovo modo per gli utenti di rispondere ai commenti specifici su un post delle Pagine e avere quei commenti che vengono visualizzati come una discussione su un tema nella pagina o nel News Feed. Facebook dice che il test è attualmente limitato alle Pagine e i threaded comments non figurano nei messaggi personali degli utenti. 

La società ha confermato a Inside Facebook tale funzionalità già implementata su alcune pagine. I threaded comments sono una caratteristica dei Facebook comments plugin per siti di terze parti, ma non sono stati disponibili sul social network stesso. Gli utenti hanno a lungo hanno chiesto un modo per rispondere ai commenti specifici sui post di Facebook. 

Questo è particolarmente importante per le pagine di Facebook in cui gli utenti non possono taggare e citare altri fan che non sono amici. Così facendo i commenti diventano una sorta di topic in stile forum. Con l'opzione di risposta ai commenti, gli utenti saranno avvisati con una notifica quando qualcuno risponde a loro. Si potrà rispondere a sua volta cliccando sul link scrivi una risposta.

Questo rende anche le conversazioni più facili da seguire, in particolare su post con molti commenti. I comments plugin esterni includono un pulsante di risposta che apre una risposta thread quando si fa clic. Questo permette ai commentatori di effettuare sub-conversazioni all'interno dei commenti.  Al momento il tasto Rispondi interno è apparso solo nelle Fan Page.


Via: Inside Facebook

venerdì 9 novembre 2012

Facebook rinnova Pagine Amicizia per visualizzare relazioni di coppia


Fino ad oggi era possibile scegliere come situazione sentimentale, ad esempio, tra "impegnato", "fidanzato", "sposato" o la popolare "relazione complicata", ma con la nuova feature di Facebook la vita virtuale sarà davvero in comune. L'ultima novità del social network sono le Pagine Amicizia. Una pagina da condividere con la persona con cui si ha una relazione e in cui postare foto, video e commenti comuni.

L'ingegnere software di Facebook Arun Vijayvergiya ha parlato dei cambiamenti nel blog della newsroom. "A partire da oggi, - si legge nel comunicato - stiamo introducendo un nuovo layout per le friendship page. Le pagine amicizia combinano i post, le foto e gli eventi che voi e un'altra persona avete condiviso". Con i Diari di coppia, infatti, chiunque ha una relazione può pubblicare video, eventi e post comuni.

Per vedere una pagina amicizia, bisogna fare clic sull'ingranaggio del menu nella parte superiore della Timeline di un amico. Se è stata scelta una "relazione" con qualcuno, è possibile anche visitare facebook.com/us per vedere la pagina amcizia da condividere con quella persona. In realtà la pagina, pur se poco nota, era stata annunciata a fine ottobre 2010 dall'ingegnere software di Facebook Wayne Kao.

La novità consiste in un completo redesign dell'interfaccia precedente che rende più attraente e semplice esplorare i contenuti dell'amicizia. Nella nuova schermata appariranno tutti contenuti condivisi in passato e come immagine del profilo comune l'ultima foto scattata insieme. Con la nuova funzionalità è possibile approfittare di un sistema veloce e immediato per mostrare agli altri tutte le attività che vengono svolte insieme.


Via: Facebook Newsroom

Facebook e privacy, spot belga sensibilizza utenti sui possibili pericoli


Lo status di Facebook scritto qualche mese fa potrebbe anche essere dimenticato dall'autore, ma è certo che la Timeline non lo farà. Tutto ciò che resta in bacheca potrebbe, infatti, creare qualche problema. A mettere in guardia dai problemi collegati all'esporsi troppo sui social network è una nuova pubblicità progresso che arriva dal Belgio.

giovedì 8 novembre 2012

Iran, un blogger dissidente muore in carcere per aver usato Facebook


Morire per aver utilizzato Facebook. L'opposizione iraniana sul sito Kaleme annuncia così il decesso in carcere di un blogger, Sattar Beheshti, uno dei tanti a non essere uscito vivo dalla terribile prigione di Evin, a Teheran. Nel corso degli anni, iraniani convertiti al cristianesimo sono stati detenuti per brevi e lunghi periodi. Beheshti aveva 35 anni, era un sindacalista vicino al movimento di Mir Hossein Mousavi.

Con il suo lavoro sosteneva i genitori e dedicava il suo tempo libero a far conoscere al mondo le storture del regime. Questo gli è costato la vita: arrestato il 30 ottobre dalla Cyber Police, la polizia cibernetica, creata nel gennaio 2011 appunto per vigilare sulla rete, è stato arrestato e rinchiuso dopo il sequestro del suo computer e dei suoi effetti personali. 

Dopo una settimana la telefonata ai genitori: preparate una bara e una tomba e venitevelo a prendere. Problemi di cuore, secondo la versione ufficiale. Pesanti maltrattamenti, secondo le testimonianze che si rincorrono in rete dove si trova anche un'intervista con la sorella, che ha disobbedito all’ordine della polizia ai familiari di Sattar: tenere la bocca chiusa e non rilasciare interviste. 

Commentando i rapporti sulla morte Beheshti, il ministro del Regno Unito per il Medio Oriente e Nord Africa , Alistair Burt, ha detto: "Sono scioccato per la notizia che Sattar Beheshti, un giovane cittadino iraniano, che potrebbe essere morto in stato di detenzione in Iran solo perchè favorevole alla difesa dei diritti umani su Internet". 

"Purtroppo, abbiamo visto molti casi simili di iraniani rinchiusi e maltrattati in carcere per aver espresso tali opinioni. Se le notizie sono vere, questo è l'ennesimo tentativo vergognoso da parte del governo iraniano di schiacciare ogni forma di libera espressione da parte dei suoi cittadini. Le autorità iraniane hanno piena responsabilità della vita di Beheshti in prigione e chiedo all'Iran con urgenza di confermare ciò che gli è successo".


Fonte: La Stampa

Facebook per iPhone si aggiorna alla versione 5.1 con rilevanti novità


E' stata rilasciata nelle scorse ore attraverso l'Apple Store la nuova versione di Facebook per iPhone. L'applicazione è così giunta alla versione 5.1 e apporta delle interessanti novità che vanno a migliorare ulteriormente il software e l'usabilità della stessa. L'aggiornamento cerca di risolvere alcuni bug che da diverso tempo creano qualche difficoltà.

Primo fra tutti quello della lentezza nel caricamento di bacheche, status e immagini. Rispetto alla release precedente, secondo il changelog ufficiale del social network, è stata aggiunta una nuova gesture (passare il dito verso sinistra ovunque nella schermata dell'app) che permetterà di vedere chi è disponibile nella chat e di inviare subito un messaggio.

Nuova gestione degli amici preferiti: si potranno aggiungere i contatti con cui si comunica di più nella lista per raggiungerli più velocemente e la possibilità di condividere più foto contemporaneamente. Altra novità di Facebook 5.1 per iPhone, ma disponibile attualmente solo negli Stati Uniti, è la possibilità di fare dei regali veri agli amici utilizzando la nuova feature Gifts.

Facebook per iPhone è aggiornabile gratis direttamente su iPhone, iPod Touch o iPad attraverso l'App Store. E' compatibile con il sistema operativo iOS 4.3 e con le versioni successive. L'applicazione è stata ottimizzata anche per l'iPhone 5 e quindi sarà visualizzabile a tutto schermo anche sul nuovo device da 4 pollici di Cupertino. Il download diretto a http://bit.ly/RGjo1R.


Danza: Facebook rimuove immagini con seni nudi a compagnia italiana


Via da Facebook per alcune foto con alcune ballerine a seno nudo. La Nogravity dance school, la scuola creata dalla compagnia di danza Nogravity, campione d'incassi al Teatro Olimpico di Roma con lo spettacolo 'Inferno' questo ottobre, ha ricevuto il seguente avviso di fermo sul web da Facebook: 

"I contenuti pubblicizzati in questa inserzione sono vietati. Le inserzioni non possono promuovere la vendita o l'uso di prodotti o servizi per adulti, compresi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, giocattoli, video, pubblicazioni, spettacoli dal vivo a sfondo sessuale o prodotti per il miglioramento delle prestazioni sessuali". 

Emiliano Pellisari, coreografo della compagnia, commenta sorpreso: "E' incredibile che una compagnia di danza possa essere considerata pornografica. Sul nostro sito ci sono foto artistiche dei nostri danzatori e danzatrici. Il seno nudo fa parte della bellezza del corpo umano e di per se non e' certo un fatto pornografico ma un fatto naturale". 

Mariana Porceddu, assistente coreografa e diretta protagonista del nudo scandaloso, e' basita: ''A confronto con il nudo volgare a sfondo sessuale che si puo' vedere sul web, il nostro nudo e' discreto ed artistico e non ha nulla di volgare: si tratta del corpo umano che esplode liberamente nell'aria. I nostri muscoli e la grazia dei nostri corpi sono i protagonisti assoluti''. 

Emiliano Pellisari, conclude sconsolato: "Solo il moralismo americano poteva censurare una scultura vivente che si libra nell'aria, confondendola per un atto pornografico. Il web e' pieno di oscenita' dovunque… le pubblicita' pornografiche sono onnipresenti… forse la cattiva coscienza di chi ha fatto del web il proprio business alcune volte fa brutti scherzi!''.


Fonte: Adnkronos
Foto da video

mercoledì 7 novembre 2012

Facebook avvisa gli utenti: come torta compleanno, abusarne fa male


Trascorrere troppo tempo su Facebook non aiuta le relazioni. A dirlo è il social network con un post pubblicato sul profilo ufficiale. "Le torte di compleanno sono fatte dalle persone a stare insieme. Danno agli amici un posto per raccogliere e celebrare. Ma troppa torta probabilmente non è sano. Quindi la torta di compleanno è molto simile a Facebook", scrive il social network.

Come le società produttrici di sigarette o alcolici, anche Facebook sembra aver voluto mettere in guardia i suoi utenti sui rischi. Questo avvertimento arriva dopo le ultime statistiche ufficiali che hanno reso noto quanti minuti passano giornalmente gli utenti sul sito. Secondo i dati, sono circa 10 miliardi i minuti totali spesi giornalmente da tutti gli iscritti che accedono da desktop. 

Una cifra che equivale a un uso giornaliero di Facebook pari a 12,4 minuti per ogni singolo utente. Il messaggio del social network è stato subito commentato, condiviso da quasi 26.000 di utenti e ha ricevuto oltre 438.000 "like". Non sono comunque tardate ad arrivare le reazioni negative da parte di alcuni iscritti. Mentre in altri casi c'è stato invece chi ha scelto di usare l'ironia.

Il social network ha spiegato che l'abuso può comportare l'erosione delle relazioni offline. Tale fenomeno patologico si manifesta quando diminuisce il tempo che l'utente dedica alle persone care, agli amici e alla famiglia. La prevalenza di questa patologia nella popolazione appare in aumento soprattutto nei giovani: si stima che circa il 10% degli utenti diventano dipendenti.

lunedì 5 novembre 2012

Facebook promuove la seconda edizione del concorso Studio Awards


Facebook ha messo a punto una strategia di engagement per cercare di rafforzare le sue relazioni con gli inserzionisti e il settore pubblicitario. La società di social media ha lanciato il secondo Facebook Studio Awards, creato per riconoscere i marketing più creativi e di maggior successo sociale, sul proprio sito, e ha annunciato il termine di presentazione per consentire la partecipazione a più agenzie pubblicitarie.

domenica 4 novembre 2012

Anonymous annuncia takedown di Facebook e Zynga dal 5 novembre


Il gruppo hacktivist di Anonymous, ha minacciato di abbattere Zynga e Facebook, dopo che il gigante del gioco online ha annunciato il licenziamento del 5 per cento della sua forza lavoro, mentre il mondo tecnologico è stato distratto dalla presentazione di Apple del loro mini iPad lo scorso 23 ottobre.

Tuttavia, l'azienda leader del social game ha registrato deludenti risultati finanziariSecondo quanto riporta Wired, gli utenti hanno esattamente 24 ore di tempo per salvare tutte le loro immagini caricate su Facebook in un disco, copiare il loro evento in un vecchio diario cartaceo e decidere chi sono i  loro veri amici.

Il collettivo di hacker ha infatti fissato la data per "l'apocalisse" di Facebook e Zynga, il prossimo 5 novembre. Nei giorni scorsi, Anonymous con un post sul blog AnonNews.org ha minacciato Zynga di pubblicare entro tale data, documenti riservati e alcune copie dei giochi archiviati sui server dell'azienda.


"Durante gli ultimi giorni - si legge nel post - Anonymous ha preso di mira Zynga per il trattamento scandaloso dei propri dipendenti e delle loro azioni contro molti sviluppatori. Siamo giunti a credere che queste azioni di Zynga si tradurranno in licenziamento massiccio di un migliaio di persone".

Zynga è famosa per i giochi amati da milioni di utenti di Facebook, tra cui Farmville, Words with Friends, e Castleville. La società procederà al licenziamento di 800 dipendenti e allo spostamento dello sviluppo dei giochi a Bangalore in India. Bufala o realtà? In qualsiasi caso non bisogna prendersi dal panico.

Chi desidera può fare una copia dei propri dati di Facebook. L'ultimatum di Anonymous - nome in codice #OP MaZynga - ha l'obiettivo di salvare numerosi posti di lavoro. Già lo scorso anno, il collettivo di Anonymous aveva minacciato di attaccare Facebook il 5 di novembre, ma poi non accadde nulla.


Via: Wired

sabato 3 novembre 2012

Facebook testa Feed Pages, aggiornamenti Pagine in flusso separato


Alcuni utenti di Facebook stanno vedendo un "Feed Pagine" separato, dove è possibile visualizzare tutti gli aggiornamenti delle Fan Page che piacciono in un unico flusso. Questo sembra essere un altro passo da parte del social network per consentire agli iscritti di vedere i post dalle pagine che interessano all'utente.

Le attività degli utenti aumentano con l'aumentare dei "Like" alle pagine, e questo porta a più concorrenza per ciò che avviene visualizzato nel News Feed dell'utente. Facebook sta regolarmente adeguando i propri algoritmi per determinare la migliore combinazione di contenuti visualizzati da ciscaun utente. 

Nel processo, alcuni utenti si sono lamentati della perdita di post e ciò preoccupa molti Admin che pensano che Facebook stia sabotando i loro sforzi di marketing. Gli utenti che fanno parte del gruppo di test possono accedere al feed delle Pagine pagine tramite un link nella barra laterale dei segnalibri sul lato sinistro della homepage.


Facebook ha dichiarato: "Stiamo sempre testando nuove funzionalità, ma non abbiamo nulla di più da condividere in questo momento". Facebook ha recentemente testato un pulsante sottoscrizioni alle Pagine. Questo permette agli utenti di ricevere gli aggiornamenti da una Pagina senza indicare che "Piace".

Se lanciato, il nuovo feed presenterà una propria curva di apprendimento per i gestori delle Pagine. Marchi o aziende senza bilancio per spendere per i post sponsorizzati avranno visibilità, grazie anche alla nuova opzione che permette di ricevere le notifiche dagli aggiornamenti condivisi dalle Pagine che piacciono.

Inoltre, per venire incontro alle richieste degli utenti il social network sta testando la versione Timeline a una colonna. Con questa nuova veste i post degli utenti sono più in evidenza, mentre alle altre attività è destinato uno spazio più ristretto. Gli utenti possono accedere al feed pagine direttamente da questo link.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...