domenica 30 settembre 2012

Facebook modifica il Browser Page e consiglia quelle di proprio interesse


Facebook sta testando un nuovo design per una sezione del proprio sito precedentemente chiamata "Scopri le Pagine più richieste di Facebook" (Discover Facebook’s Popular Pages) nel quale gli utenti possono trovare le nuove pagine ordinate. Adesso la sezione si chiama "Clicca su "Mi Piace" sulle tue Pagine preferite" (Like Your Favorite Pages).

Come per le pagine preferite, "il sito si concentra su come aiutare gli utenti che si collegano a pagine alle quali sono più probabilmente interessati, non solo ciò che è più popolare".  Alcuni utenti stanno vedendo i collegamenti al sito di Facebook dalla loro bara preferiti. Dopo aver cliccato sul link "Pagine consigliate", agli utenti vengono presentate alcune decine di pagine raccomandate.


Queste sembrano essere suggerite in base a recenti check-in, le pagine che visitate, l'attività Open Graph e le connessioni degli amici. Per esempio, Inside Facebook ha visto alcuni suggerimenti per gli artisti ascoltati di recente su Spotify e film cercati su Rotten Tomatoes. Gli utenti possono semplicemente esprimere il loro "Mi Piace" ad una pagina facendo clic su di essa.

Affinché gli annunci di Facebook siano pertinenti, gli utenti devono avere profili completi, compresi i loro gusti e interessi. Il browser pagine è utile, ma fino a poco tempo era per lo più nascosto sul sito. Lo scorso anno, però, Facebook ha promosso il suo browser pagine in diversi modi. Oltre alla nuova formulazione e l'aspetto leggermente diverso, il sito mette in evidenza anche gli amici collegati a una pagina.

Tuttavia, Facebook sembra aver rimosso la vecchia barra laterale che ha usato per mostrare agli utenti con quali amici avevano il maggior numero di pagine in comune. Questo è un modo per le pagine Facebook di recuperare un pò di iscritti persi da quando il sito ha iniziato la rimozione di falsi profili. Il link al browser delle pagine reindirizza ora alla nuova versione www.facebook.com/pages.


Via: Inside Facebook

Facebook migliora visualizzazione e personalizzazione di foto e album


Come annunciato nelle settimane scorse, Facebook ha introdotto alcune novità nello strumento per la visualizzazione e condivisione delle foto per Profili e Pagine, che pongono al centro ancora una volta il contenuto, nascondendo opzioni e strumenti non indispensabili. Con la nuova interfaccia si ha una preview più grande e la composizione di un mosaico di immagini che vanno a comporre la copertina degli album.


Mettere in evidenza le foto preferite. Per ingrandire una foto, basta cliccare sull'icona a forma di stella ★ nell'angolo.


E' possibile aggiungere facilmente dei dettagli alle foto. Per far ciò, bisogna cliccare sull'icona a forma di matita ✎ e aggiungere dove e quando è stata scattata una foto.


Ora è possibile cliccare su "Mi piace" e commentare direttamente dalla foto. Quando viene passato il mouse su una foto, è possibile cliccare su "Mi piace" o commentare con un solo clic. Per impostazione predefinita, foto e album verranno visualizzati nell'ordine in cui sono aggiornati. Nella parte superiore vengono raccolti alcuni pulsanti per la visualizzazione immediata di foto condivise dall'utente o dall'admin, album creati e foto in cui compare l'utente o la Pagina.

sabato 29 settembre 2012

Alitalia: prima al mondo a lanciare promozione su Facebook con Offers


E' online un'innovativa offerta commerciale su Facebook per acquistare voli Alitalia con uno sconto del 20% per tutte le destinazioni e senza limitazione di posti. Alitalia e' la prima compagnia aerea al mondo a lanciare una campagna promozionale sul piu' famoso social network e i dati stanno dimostrando che la strategia non e' solo innovativa, ma vincente.

In soli due giorni, informa una nota, si sono contate 6 milioni di visualizzazioni che si sono tradotte in 100.000 richieste dei codici sconto. L'offerta (all'indirizzo www.facebook.com/alitalia/posts/10151181290401450) e' ancora attiva fino al 30 settembre 2012, per volare fino al 30 marzo 2013, ultima data di rientro.

Per beneficiare dello sconto del 20% basta 'reclamare l'offerta' nella pagina profilo di Alitalia www.facebook.com/alitalia e inserire il codice sconto durante l'acquisto sul sito www.alitalia.com. L'iniziativa commerciale e' coerente con la strategia di Alitalia che mira a migliorare i servizi al cliente anche attraverso l'utilizzo dei social network, con il duplice obiettivo di proporre offerte dedicate e rendere piu' semplice l'esperienza di viaggio con Alitalia.

Alitalia puo' vantare una leadership tra le aziende nazionali per capacita' di risposta ai fan di Facebook ed e' la prima compagnia aerea al mondo ad aver attivato il social login, ovvero la possibilita', per i clienti iscritti al programma MilleMiglia, di accedere all'area personale di www.alitalia.com attraverso i dati del proprio social network.

Facebook ha lanciato la scorsa settimana Offers, un sistema che permette ai retailer e le imprese locali di promuovere i loro seguaci su Facebook. Gli utenti possono catturare le offerte dalla loro Timeline e presentare le proposte nei negozi per sconti. Il servizio è gratuito, ma nelle prossime settimane Facebook chiederà alle aziende di pagare almeno $ 5 (€ 3,85) per ogni annuncio.


Via: ASCA

venerdì 28 settembre 2012

Amicizia su Facebook tra professori e studenti, soltanto per far numero


L’amicizia con il prof sbarca su Facebook: una questione che più volte ha sollevato spinose polemiche. In molti si sono pronunciati sull’etica della questione e, spesso, si è arrivati alla decisione di vietare i rapporti tra insegnanti e alunni nel mondo virtuale con tanto di circolari. Ma i ragazzi rispondono con un sorriso: all’amicizia sui social network danno, infatti, scarso valore.

Molto spesso, però, ci si dimentica che le azioni fatte nel mondo virtuale hanno delle conseguenze, anche pesanti, su quello reale. Secondo quanto emerso da un sondaggio realizzato da Skuola.net, sebbene ci sia fra gli studenti un 40% che ha fra le sue amicizie virtuali sia insegnanti che genitori, c'è poi solo un 8% che ha fra gli amici di Facebook i suoi professori.

A chiarire maggiormente le idee sono stati gli stessi ragazzi che sulla pagina Facebook di Skuola.net hanno espresso il loro punto di vista sull’argomento: “Fra gli amici ho solo due ex prof. delle medie e non ci chatto mai”. Sono pochi i ragazzi che con i loro insegnanti hanno dei rapporti virtuali e, quando li hanno, si fermano alla scuola, come confessa un’altra utente.

Non sono pochi quei ragazzi che hanno anche confessato, liberamente, di non aver aggiunto i loro insegnanti fra gli amici di Facebook: “Perchè dovrei averli come amici? Per fare numero nella lista degli amici come fanno quasi tutti? Non mi va che leggano i fatti miei” racconta una studentessa, ma non è la sola.

Anche altri ragazzi affermano: “Non li aggiungo perché se leggessero le cose che pubblico mi boccerebbero a prescindere”. Questo conferma che, nel nostro Paese, i social network sono utilizzati principalmente per fini ricreativi. Coloro che ne fanno un uso costruttivo, con gruppi di classe e condivisione di file e informazioni, sono veramente dei casi piuttosto rari.

Fonte: Skuola.net
Via: Tg Com

Inps: premiate sue pagine di Facebook, si aggiudica premio E-Gov 2012


L'Inps si è aggiudicato il premio E-Gov 2012. L'Istituto - si legge in una nota - è stato premiato per il progetto "L'Inps in Facebook: pagine tematiche'' nell'ambito della VIII edizione del Premio E-GOV, rassegna delle iniziative più innovative delle Amministrazioni Locali e Centrali, promossa dalla rivista E-Gov del Gruppo Maggioli.

La giuria ha così motivato la propria scelta: ''Il progetto affronta tematiche e questioni molto tecniche attraverso strumenti e linguaggi propri dei social network per fornire informazioni in modo semplice e diretto e rafforzare un nuovo canale di dialogo con i cittadini-utenti''. 

Dopo i riconoscimenti ottenuti nel 2011 per il portale di servizi www.inps.it e per la nuova intranet, è stato ancora una volta riconosciuto l'impegno dell'Istituto per migliorare la trasparenza, l'ascolto dell'utenza e la qualità dei servizi erogati, dato che oltre a quello premiato, anche gli altri tre progetti candidati, Inps Open Data, Portale Inps Mobile e Cloud computing: sistema per il provisioning dinamico sono stati selezionati dalla giuria di esperti del Premio E-GOV tra i 90 progetti finalisti.

Prossimità, multicanalità, personalizzazione sono i principi base dei progetti di comunicazione di questi ultimi anni dell'Istituto, che sintetizzano lo sforzo che l'Inps sta compiendo per diventare un ente sempre più vicino ai cittadini, utilizzando tutte le opportunità offerte dalla tecnologia e puntando ad una crescente personalizzazione dei servizi offerti.

La cerimonia di premiazione si è tenuta a Riccione nell'ambito delle Giornate della Polizia Locale, durante il Convegno dal titolo ''Cambiare l'Italia: La P.A. cerca soluzioni intelligenti'', che ha rappresentato un'occasione di confronto tra amministrazioni centrali e locali sui temi dell'agenda digitale, delle smart cities e dei nuovi servizi per i cittadini.

Le pagine tematiche curate dall'Inps in Facebook per cercare di costruire un dialogo con le fasce di utenza più giovane, abituata all'uso dei social network, sono attualmente tre: Riscattare la laurea, Utilizzare i buoni lavoro e Gestire il lavoro domestico, che fino ad oggi hanno registrato la fidelizzazione di oltre 10mila utenti. E' prevista entro il mese di ottobre l'apertura di nuove pagine; la quarta sarà dedicata al tema dei Contributi previdenziali.

Fonte: Inps
Via: ASCA

Facebook Gift: presto in Italia, il social network punta sull'e-commerce


Facebook fa i primi passi nell'e-commerce partendo dagli amici e i loro scambi. Se è stata solo un'operazione digitale fino ad oggi inviare auguri e doni, ora è possibile farlo realmente con un nuovo servizio che compare sulla Timeline dei propri contatti. Basta un gesto: cliccare sull'icona che raffigura un pacco regalo. La società ci aveva già provato due anni fa a introdurre la commercializzazione, poi aveva fatto marcia indietro.

Si chiama Facebook Gifts la nuova funzionalità, per ora attiva solo negli stati Uniti, che permette di acquistare un articolo e far recapitare fisicamente la sorpresa all'amico nel giorno del suo compleanno sempre che sia accettato online. Nella sezione riservata ai compleanni su Facebook si clicca sull'icona regalo, si procede all'acquisto tramite carta di credito, si allega un messaggio di auguri e si spedisce una notifica al destinatario.


Se questi accetta invia anche l'indirizzo dove far recapitare il pacco. Sul proprio profilo gli amici vedono il ragalo incartato e il sistema prevede che se il dono non piace è possibile cambiarlo in segreto. Quanto all'utente donatore, questi potrà essere rimborsato se la sorpresa non viene accettata entro un paio di settimane.

In ogni caso Facebook trattiene una commissione. Anche se Facebook non ha voluto rivelare qual è la percentuale che sta prendendo nella divisione delle entrate (sebbene abbia affermato che varia in base al prodotto e partner), i regali di Facebook potrebbero far guadagnare rapidamente il social network attraverso il ricavo medio per utente.

Ed è a questo che punta l'azienda: una nuova funzione commerciale che è anche una delle probabili risposte strategiche per alimentare il fatturato dopo la delusione sull'andamento del titolo di casa in Borsa. Per il momento gli utenti potranno acquistare qualche oggetto selezionato, tra gli altri, di Starbucks oppure i fiori di Flowers.com. Ulteriori informazioni (al momento in lingua US): http://www.facebook.com/help/gifts



Fonte: Adnkronos
Via: Mashable

giovedì 27 settembre 2012

Ricercatore trova vulnerabilità in Facebook Url reindirizzamento aperto


Il ricercatore di sicurezza Rafay Baloch sostiene di aver trovato una vulnerabilità open redirect in Facebook. Per dimostrare la sua scoperte, ha pubblicato un video del proof-of-concept sul suo blog. L'open redirect può essere utilizzato come trucco dai criminali informatici per far credere alle vittime che stanno per visitare un sito web sicuro, quando in realtà stanno venendo indirizzati a un dominio arbitrario.

Al fine di proteggere gli utenti contro gli attacchi che si basano su open redirect, Facebook ha implementato un sistema di sicurezza che avvisa i clienti nel caso in cui essi sono in procinto di visitare un sito potenzialmente dannoso, tuttavia, l'esperto ha individuato un modo per saltare - almeno in parte - questo meccanismo di protezione. Si tratta di una forma di uso illecito particolarmente grave perchè sfrutta la funzionalità del sito.


Quando un utente fa click su un link (incluso in un post o messaggio), Facebook se rileva che l'URL è dannoso, visualizzerà una pagina interstiziale prima che la request del browser rimandi effettivamente alla pagina sospetta. La vulnerabilità che ha scoperto è causata da una debolezza del parametro di filtro e non può essere utilizzato come un reindirizzamento completamento aperto, ma può essere utilizzato soltanto in una certa misura.

I rappresentanti del social network hanno riconosciuto l'esistenza del difetto, ma non è certo se affronteranno la questione nell'immediato futuro. "Questo endpoint contiene un parametro speciale che ne limita l'utilizzo a un numero limitato di computer e utenti, impedendo che venga usato come un completo open redirect", dice Facebook. URL vulnerabile: www.facebook.com/l.php?u=https://rafayhackingarticles.net&h=YAQH4kMuY&s=1.


Accordo tra Facebook e Dropbox per la condivisione dei file nei Gruppi


Facebook e Dropbox hanno messo insieme le loro forze per fornire un servizio congiunto. A partire da oggi sarà infatti possibile condividere immagini, video e documenti archiviati in Dropbox con i membri di un gruppo del social network. "Oggi siamo entusiasti di annunciare che è possibile condividere roba da Dropbox dentro i gruppi di Facebook!", si legge sul blog di Dropbox.

Si tratta di una nuova modalità di upload che si aggiungerà a quella già disponibile su Facebook: l'utente potrà scegliere se condividere un file salvato sul proprio dispositivo, come è sempre stato, o se selezionarne uno dal proprio account di Dropbox collegato a quello di Facebook. Proprio come gli altri post sui gruppi di Facebook, gli utenti potranno scrivere o commentare, ma c'è una novità.


Ogni modifica effettuata al file dal suo proprietario verrà immediatamente notificata a tutti i membri del gruppo, che resteranno così aggiornati sugli ultimi cambiamenti, che si tratti di un calendario di incontri, di un brainstorming e quant'altro. Verrà aggiunto un tasto "dal tuo Dropbox". Per condividere con il gruppo su Facebook, bisogna cliccare su "Aggiungi file" alla pagina del gruppo.

Documenti, foto, e video condivisi da Dropbox appariranno sulla bacheca del gruppo e potranno anche essere visualizzati su uno smartphone o tablet. Facebook sottolinea che non riceverà alcuna informazione sugli altri file contenuti in Dropbox. Il servizio dovrebbe diventare disponibile nei prossimi giorni. Per ulteriori informazioni è disponibile il Centro assistenza Dropbox.


mercoledì 26 settembre 2012

Moda: nasce pagina su Facebook contro sfilata Minetti ma video spopola


"Boicottiamo i prodotti Parah e nessuno compri il costume indossato da lei". E' l'invito che campeggia sulla pagina Facebook Boicotta Parah e la Minetti, aperta Lunedì scorso e che sta raccogliendo l'adesione di centinaia di persone, soprattutto donne, che esprimono il proprio dissenso dopo la sfilata in costume da bagno della consigliera regionale della Lombardia, Nicole Minetti.

Una passerella che, a loro giudizio, "offende la dignita' femminile", e che in questi giorni ha catturato l'attenzione non solo dei media ma anche della stessa rete, dal momento che il video della passerella della Minetti e' stato tra i piu' visitati, e ha superato anche quello del 'nudo rubato' della principessa Kate.

Sempre su Facebook la stessa Parah, qualche giorno fa, a proposito della sfilata dell'ex igienista dentale, aveva scritto: "Volevamo la vostra attenzione. A quanto pare la notizia che Nicole Minetti sara' modella durante una sfilata Parah e' riuscita ad ottenere la Vostra attenzione. L'attenzione di chi utilizza e ama i nostri prodotti, di chi conosce il nostro marchio e la sua storia, di chi probabilmente non ci conosceva neppure, ma ora sa chi siamo".

"E’ stata una mossa coraggiosa. Ma se l’abbiamo fatto, soprattutto ora con la settimana della moda alle porte, è stato per portare l’attenzione su quello che vuole comunicare Parah, a partire dal Parah Online Contest". "Ma con tutte le modelle che ci sono, proprio lei doveva sfilare???? La Moda Italiana e' sempre stata il nostro vanto nel mondo, portavoce di un made in Italy ma se si presenta per sfilare gente cosi', mi fa schifo solo", scrive Stefania.

"Minetti te ne devi andare dalla politica!!!!..i miei soldi sudati ogni mese non servono per pagare una come te...senza merito e senza vergogna!!!..vattene!!." scrive Annalisa. C'e' pero' anche chi dissente, come Alfredo: "Ma chi vi ha detto che vi rappresenti? Ma cosa c'entra?". E mentre qualcuno invita a scrivere in massa alla Parah, c'e' anche chi (un uomo) bolla tutte con un "invidiose!".



Via: Libero Quotidiano

martedì 25 settembre 2012

Francia: bug Facebook dei messaggi privati, il Governo chiede spiegazioni


Mentre in Borsa il titolo di Facebook continua a crollare (-9%), una nuova tegola di abbatte sul social network. A farne le spese sono stati alcuni utenti francesi, che si sarebbero visti pubblicare sulla loro Timeline, ben visibili a tutti gli amici, i contenuti di messaggi privati e conversazioni in chat risalenti ad almeno tre anni fa. La notizia sta facendo il giro del mondo, gettando ombre sull'affidabilità di Facebook.

E se l'azienza smentisce, l'Eliseo scende in campo e chiede ufficialmente un chiarimento. A scoprire quanto stava accadendo è stato il giornale francese Metro che, su segnalazione di alcuni lettori, ha accertato che conversazioni datate 2007, 2008 e 2009, destinate a rimanere private, sono misteriosamente apparse online nella bacheca degli utenti, violando di fatto il diritto alla riservatezza degli iscritti.

"Nessuna violazione di privacy: i messaggi privati risalenti al periodo tra il 2007 e il 2009 erano da sempre visibili sulle pagine degli utenti", ha detto Facebook contattato da Techcrunch. Il social network ha sottolineato che ci sono ostacoli tecnici che impediscono ai messaggi privati ​​di apparire come messaggi in bacheca: "I due sistemi sono totalmente separati". Così Facebook ha allontanato le ipotesi di un bug.

La versione dell'azienda, però, non ha convinto il governo francese che ha chiesto dei chiarimenti. In una nota, i ministri Arnauld Montebourg e Fleur Pellerin auspicano che "spiegazioni chiare e trasparenti siano date senza ritardi" ai francesi davanti alla Commissione nazionale dell'Informatica (Cnli), l'autorità indipendente incaricata di vigilare sugli aspetti delle nuove tecnologie legati in particolare alla privacy.



Fonte: TG Com
Via: Cnli

Olanda/ festa compleanno su Facebook: si presentano in 30 mila, arresti


Ha commesso il piccolo errore di non rendere "privato" l'invito, postato su Facebook, alla sua festa dei 16 anni. Così, Venerdì sera, Haren, una cittadina di 18.000 anime nel nord dell'Olanda, dove abita la ragazzina che festeggiava il compleanno, è stata invasa da 30.000 giovani. L'arrivo delle forze dell'ordine ha provocato una violenta reazione dei giovani che hanno cominciato a lanciare pietre contro gli agenti.

Diverse abitazioni e auto parcheggiate in sosta sono state danneggiate, un supermercato è stato saccheggiato. Quattro persone sono state arrestate. L'errore della giovane è stato quello di rendere visibile a tutta la Rete l'annuncio della festa. Il "tam-tam" attraverso il social network ha trasformato, in poco tempo, un compleanno nell'evento Project X Haren, facendo riferimento al film americano Projet X.



Trentaquattro arresti, 29 feriti e danni per almeno un milione di euro. Sembra un bilancio di guerra, e in effetti lo è, ma all'origine c'è la festa di compleanno organizzata dalla 16enne che ha dimenticato di rendere privato l'evento su Facebook, e così alla sua porta si sono presentate migliaia di persone. Con le previdibili tensioni che hanno innescato scontri, distruzioni, saccheggi, incendi e feriti nella cittadina di Haren.

I danni causati dalla massa di giovani scatenati ammonta, secondo le autorità locali, ad almeno un milione di euro. Gli scontri sono scoppiati quando la polizia è intervenuta e i ragazzi hanno reagito lanciando pietre contro le forze dell'ordine, in perfetto stile riot urbana. E probabilmente il 16enne festeggiato non dimenticherà facilmente questo compleanno, così come i suoi concittadini.


Fonte: Scallywagandvagabond
Via: TM News

lunedì 24 settembre 2012

Facebook chiede agli utenti se gli amici stanno usando i loro veri nomi


Facebook non consente agli utenti di utilizzare nomi falsi. Sebbene la gente continui ad usarli, tecnicamente è contro le clausole del social network, e la società sembra avere una nuova strategia in corso per verificare gli utenti che potrebbero celarsi dietro ad un nickname o pseudonimo. Facebook conta attualmente 955 milioni di utenti iscritti, ma una certa percentuale dei profili risulta essere falsa.

Il team è consapevole del problema e, dopo aver messo a punto un sistema per verificare gli account multipli, adesso sta chiedendo agli iscritti di usare il loro vero nome sul social network che, idealmente, sarebbe la loro identità su Internet. Naturalmente, solo perché qualcuno sta usando un nome falso non significa necessariamente che l'account è falso. Alcune persone semplicemente usano nomi diversi da quelli sui loro certificati di nascita.

Il social network sta mostrando un avviso nel quale chiede ad un utente se un determinato amico sta usando il proprio vero nome e non c'è modo per evitare di rispondere, dato che non è presente alcun pulsante per chiudere la finestra. Nell'avviso si legge: "Si prega di aiutarci a capire come le persone utilizzano Facebook. La tua risposta è anonima e non influisce sull'account dei tuoi amici. E' questo il vero nome del tuo amico?".


Come è possibile vedere nello screenshot qui sopra, per gentile concessione dell'utente Twitter chapeaudefee (tramite TPM), Facebook ha recentemente iniziato a chiedere agli amici degli utenti con il nome che si sospetta essere falso. Facebook ha confermato la richiesta a The Next Web: "Siamo sempre alla ricerca per valutare come le persone usano Facebook e rappresentano se stessi per progettare meglio il nostro prodotto e i sistemi".

"Stiamo mostrando alle persone informazioni che i loro amici mettono a disposizione e indichiamo alla persona che l'indagine sulla loro risposta sarà anonima per garantire che non condividono i loro dati con nessuno e solo per cercare di capire i risultati in un senso aggregato. Inoltre, è importante sapere che non si intende utilizzare questi dati per azioni di contrasto". La prima relazione su questo test risale a qualche mese addietro in Germania.

Come si legge nel Centro Assistenza della piattaforma: "Facebook è una comunità in cui le persone usano le proprie identità reali. Tutti devono fornire i propri nomi reali, in modo che ogni utente sappia con chi si sta connettendo. Questo contribuisce a salvaguardare la sicurezza della nostra comunità. ". In generale, però, gli utenti Web possono preferire l'anonimato per motivi di sicurezza personale.

domenica 23 settembre 2012

Facebook aggiunge la funzione History Search nel Registro delle attività


Facebook ha annunciato che comincerà ad aggiungere anche la ricerca della cronologia nel Registro delle attività degli utenti. La funzione History Search sarà estesa a tutti gli utenti nelle prossime settimane. Alla conferenza f8 dell'anno scorso Facebook ha lanciato un nuovo strumento chiamato Registro delle attività per consentire di rivedere e gestire la propria attività su Facebook. La funzione consente agli utenti di visualizzare e cancellare tutte o alcune delle loro ricerche precedenti.

"Così come è possibile scegliere di eliminare uno dei vostri post, è possibile utilizzare lo stesso controllo in linea sul Registro attività per rimuovere levostre ricerche in qualsiasi momento. E' importante ricordare che nessun altro può vedere il Registro attività, tra cui la ricerca delle attività. Ci si può aspettare di vedere il vostro Registro attività aggiornato con la vostra ricerca delle attività nelle prossime settimane", scrive Facebook sulla newsroom.


È possibile accedere a questo strumento andando nella parte superiore del proprio profilo, e andando alla Ricerca delle attività. Da questa pagina, gli utenti possono controllare ciò che hanno in comune con i loro amici. Facebook sottolinea che solo ogni utente ha pieno accesso al suo Registro attività, tra cui anche la sua Ricerca attività.  E' possibile modificare le impostazioni relative alla privacy o eliminare in maniera permanente qualsiasi elemento pubblicato su Facebook.

La Ricerca attività è sempre stata privata, ma ora Facebook sta dando agli utenti la possibilità di eliminare determinate query. Non è chiaro se intende dare agli utenti la possibilità di condividere le ricerche, in futuro, o se si tratta semplicemente di fornire agli utenti un maggiore controllo. Come parte di questa iniziativa in corso, Facebook recentemente annunciato lo Shared Activity plugin che consente all'utente di controllare facilmente l'attività app online mentre si utilizza l'applicazione.


Via: Inside Facebook

sabato 22 settembre 2012

Londra: scopre entrando su Facebook che la figlia è morta, madre sotto choc


Una donna del Galles scopre la morte della figlia su Facebook. Prova a chiamare sul cellulare e risponde la polizia. E' la triste storia di una madre del Sud del Galles. La donna, Cheryl Jones, 49 anni, navigando sul social network ha appreso della scomparsa della sua unica figlia, Karla, 30 anni, attraverso i messaggi di cordoglio degli amici sul suo profilo. La giovane lascia anche una bambina avuta quando aveva 19 anni.

Sconvolta e incredula, ha chiamato la ragazza al telefono, ma a rispondere è stato un agente della polizia di Gwent che le ha comunicato l'accaduto. Karla, aspirante modella trentenne e madre di una bimba di undici anni, è morta nel suo appartamento, situato a pochi chilometri di distanza da quello della madre. E pensare che Cheryl aveva parlato con la figlia poche ore prima.

Poi una telefonata del nipote la invitava a guardare su Facebook e così la donna, leggendo messaggi di perfetti sconosciuti, ha scoperto la tragica notizia. La donna, che accusa la polizia di non averla avvertita in tempo, non riesce a capacitarsi di quanto accaduto. "In quanto suo parente più prossimo avrei dovuto sapere io per prima la notizia", ha detto al Daily Mail.

"Non so nemmeno quale sia la causa della morte di mia figlia", ha aggiunto. "Non capisco - ha raccontato - come degli estranei, semplicemente usando Facebook, siano venuti a conoscenza della morte di mia figlia". La polizia ritiene che con ogni probabilità la fuga della notizia sia dovuta ad una delle persone presenti sul luogo del ritrovamento, la quale avrebbe diffuso l'accaduto in Rete rendendola visibile a degli sconosciuti prima ancora che alla madre.

Gli inquirenti ora indagano sulla morte di Karla. La ragazza viveva in un appartamento a meno di un miglio di distanza da sua madre, che era stata a casa sua la sera della tragedia. Karla è stata dichiarata morta alle 20:17 del 23 luglio. La polizia è arrivata ​​a casa di Cheryl alle 23:38 di quella sera per confermarle la sua morte. Cheryl ha deciso di presentare una denuncia contro la polizia di Gwent per sapere i motivi del ritardo dell'informazione.


Via: TG Com

venerdì 21 settembre 2012

Pedofilia: arrestato allenatore basket, usava Facebook per circuire vittime


I carabinieri del Nucleo investigativo di Roma hanno arrestato A.D., romano di 46 anni, per violenza sessuale su minori, atti sessuali con minorenni e induzione alla prostituzione minorile, reati commessi in un arco temporale compreso tra il 2007 ed il 2012. Lo rende noto un comunicato dell'Arma del Lazio. L'uomo si trova ora nel carcere di Regina Coeli.

"L'uomo, di professione assicuratore, svolgeva anche l'attività di allenatore di una squadra maschile di basket presso un circolo sportivo in un quartiere periferico nella zona Est di Roma, composta da minori dell'età compresa tra i 12 e i 15 anni, sfruttando tale ruolo per circuirne alcuni e indurli al compimento di atti sessuali", scrivono i carabinieri.

"L'indagato era solito instaurare con loro un rapporto confidenziale paritario, ricorrendo anche a Facebook ove le vittime venivano coinvolte progressivamente in discussioni a sfondo sessuale sempre piu' spinte, culminanti in espliciti tentativi di approccio sessuale, caratterizzati da un equivoco atteggiamento scherzoso e goliardico".

 Le indagini sono state avviate proprio grazie alla denuncia di alcuni genitori delle vittime i quali, insospettiti dagli atteggiamenti troppo confidenziali di A.D. verso i loro figli, avevano controllato i computer di casa, trovando delle conversazioni di Facebook particolarmente spinte tra i minori e l'indagato.

Gli approfondimenti investigativi hanno consentito di far luce anche su altri abusi, reiterati dall'indagato per diversi anni, nei confronti di alcuni giovani di un campeggio nei pressi del lago di Bracciano, dove l'indagato trascorreva le vacanze estive. Sei i minori, tutti maschi, individuati quali vittime. Le indagini comunque proseguono, visto che l'indagato aveva creato una vasta rete di contatti.

Fonte: Adnkronos
Via: Libero Quotidiano

Facebook presenta Offers, la funzionalità per creare offerte dalle Pagine


Come annunciato a Marzo scorso, da oggi tutti gli amministratori di Pagine su Facebook possono creare le loro offerte direttamente sul social network. Usando questa nuova funzione i brand potranno promuovere le loro offerte con sconti, bonus, pacchetti regalo, ecc. dalla loro fan page, coinvolgendo tutti gli utenti della Pagina che a loro volta potranno condividere l'offerta sulla loro bacheca per essere visibile agli amici.

I brand potranno decidere di creare offerte sfruttabili dagli utenti dal sito web dell'azienda o all'interno del negozio utilizzando codici di riscossione o codici a barre che riceveranno via mail. La funzione Offerte per amministratori delle Pagine è gratuita la prima volta che viene usata, mentre in seguito verrà richiesto un budget. L'importo da pagare dipende dal numero di persone che si desiderano raggiungere.


Esistono tre tipologie di offerte. Solo nel negozio: le persone possono mostrare ai dipendenti della propria azienda l'e-mail dell'offerta stampandola o visualizzandola sul loro smartphone; Nel negozio e online: le persone possono usufruire dell'offerta nella sede fisica o sul sito Web della propria azienda; Solo online: le persone possono utilizzare l'offerta solo visitando il sito Web aziendale.

Quando si crea la propria offerta, bisogna scegliere uno dei budget suggeriti nel menu a discesa o impostare un budget personalizzato in Gestione inserzioni selezionando la casella accanto a Promuovi in un secondo momento usando un altro strumento pubblicitario di Facebook. Quando si crea un'offerta nel negozio, è possibile aggiungere un codice a barre scannerizzabile che apparirà nell'e-mail inviata alle persone quando richiedono l'offerta.


Per assicurarsi che la propria offerta venga richiesta e condivisa, bisogna considerare attentamente il valore, l'intestazione e l'immagine utilizzata. Se le persone non capiscono l'offerta o pensano che si tratti di spam, potrebbero nasconderla dalla sezione Notizie, contrassegnarla come spam o smettere di seguire la Pagina. L'offerta non può essere modificata dopo la pubblicazione.

Le offerte con sconti sostanziali almeno del 20% di solito raggiungono più persone. L'offerta di un omaggio garantisce risultati migliori dell'offerta di uno sconto. Dopo il lancio dei post promossi attraverso pulsante Promuovi e della versione beta del servizio di advertising mobile mirato Facebook implementa un'altra funzionalità fondamentale per coinvolgere i brand nel marketing sul social network. Maggiori informazioni sulle Offerte sono disponibili qui.


Via: Facebook

Shakira conferma la sua gravidanza su Fb: aspetto un bimbo da Gerard


Bebè in arrivo in casa Piquè-Shakira. E' di queste ultime ore la conferma della gravidanza della cantante. Dopo le voci che si sono rincorse negli ultimi mesi, è arrivata l'ufficialità con un messaggio di Shakira sul proprio profilo Facebook, che conta oltre 54 milioni di fans. La cantante colombiana ha deciso di vivere in tranquillità questi mesi di gioia, come ha già scelto di fare Laura Pausini.

Shakira e il suo compagno, il calciatore spagnolo Gerard Piqué, lo hanno annunciato sui social network. "Come molti di voi sanno, - scrive Shakira su Facebook - Gerard e io siamo molto felici di aspettare l'arrivo del nostro primo bambino. Questa volta abbiamo deciso di dare la priorità a questo momento unico nella nostra vita ed è per questo che abbiamo deciso di rinviare le attività promozionali dei prossimi giorni".

"Ringrazio i miei fans per l'amore e la comprensione di sempre. Ciò significa che non sarò in grado di far parte del Festival di Musica iHeartRadio, ma sono sicura che in questo fine settimana a Las Vegas sarà spettacolare e io farò di tutto per seguire da vicino quello che succederà lì! Un bacio grande, A presto! Shakira", conclude la cantante. Il post ha fatto quasi 4.500 condivisioni e oltre 139.000 Like.

Piqué, difensore del Barcellona, attualmente vittima di un infortunio, ha ritwittato la notizia ai suoi follower, impostando come immagine del suo profilo Twitter un ciuccio giallo e verde. Piquè e Shakira si sono conosciuti in occasione del video Waka Waka, colonna sonora dei mondiali 2010 in Sudafrica e, a inizio 2011, Shakira ha ufficializzato, sempre tramite Facebook, la sua relazione con il calciatore.


Via: AGI

giovedì 20 settembre 2012

Facebook Photo Syncing, upload automatico delle foto scattate da Android


Solo qualche giorno fa Google ha annunciato l'acquisizione di Snapseed, oggi Facebook risponde annunciando una nuova funzionalità chiamata Photo Syncing, attualmente in fase di test sugli smartphone con sistema Android. La nuova funzionalità riguarda l'upload delle foto che potranno caricarsi automaticamente sul proprio profilo Facebook senza bisogno di compiere ulteriori operazioni.

Attivando la funzionalità, l'utente può decidere di caricare in automatico su Facebook ogni singola immagine catturata dalla fotocamera del proprio smartphone. Invece di essere direttamente condivise, tuttavia, le immagini vengono archiviate in un'apposita sezione di Facebook a cui può accedere soltanto il proprietario dell'account. Le foto non verranno sincronizzati quando la batteria è scarica.

Successivamente, l'utente potrà decidere di renderle visibili postandole sul profilo o inviandole tramite messaggio privato. Si può decidere di rendere sempre automatico il processo o di attivarlo unicamente quando il dispositivo ha accesso a una rete Wi-Fi. In ogni caso, quando le immagini vengono caricate tramite connessione 3G o 4G, il software procederà a comprimerle in modo da non superare i 100 Kb.

Facebook in genere cerca di sincronizzare le foto appena verranno acquisite. Tuttavia, bisogna prendere in considerazione una serie di fattori, come ad esempio il livello della batteria e le impostazioni di sincronizzazione. Nelle impostazioni di sincronizzazione, è possibile scegliere di sincronizzare via Wi-Fi e rete cellulare, via Wi-Fi, o spegnere la sincronizzazione del tutto. Ulteriori informazioni sono disponibili qui.


Via: Panorama

mercoledì 19 settembre 2012

Facebook lancia una nuova beta di network Mobile per advertising mirato


Facebook ha iniziato a testare una nuova rete pubblicitaria che consentirà a chi lo desidera di veder comparire i propri banner all'interno di applicazioni iOS e Android, così come all'interno delle versioni mobile di alcuni siti Web. La comparsa di tali banner sarà legata alle informazioni biografiche del profilo Facebook dell'utente, click sul pulsante "Like" ed altri dettagli che saranno utilizzati per mostrare pubblicità mirata.

Gli inserzionisti impostano un'offerta che sono disposti a pagare a Facebook per raggiungere un pubblico di utenti. Nel frattempo, Facebook sincronizza gli ID utente anonimi con Ad exchange per cellulari. Quando un utente di Facebook visita una delle app o i siti in cui questi exchange hanno posizionamenti, l'exchange invia immediatamente a Facebook l'ID utente e chiede se c'è un tentativo impostato come destinazione.

Se è così, Facebook paga il cambio ad una parte dell'offerta, e l'annuncio viene mostrato all'utente. Il tutto fuori dell'app ufficiale di Facebook. Questi annunci possono portare a pagine App Store dove gli utenti possono scaricare qualcosa, o siti web per cellulari che potrebbero disporre di servizi, e-commerce, o promozioni di marca. Non saranno "sociali", nel senso che non verranno visualizzati i nomi o le facce di amici che hanno già interagito con l'inserzionista.

La rete pubblicitaria mobile permette di guadagnare denaro e traffico su Facebook verso altre applicazioni e siti che sfruttando la sua notevole espansione e il preciso set di dati utente. Facebook ha detto a Techcrunch: "In questo momento stiamo testando per vedere il rendimento degli annunci, se la gente li trova rilevante. Potrebbe essere un modo interessante per scoprire nuove applicazioni per cellulari e vedere annunci pertinenti fuori di Facebook".


Via: Techcrunch

Facebook non organizza f8 nel 2012 perché non vi sono novità di rilievo


L'anno scorso in questo periodo, Facebook stava preparando f8, la conferenza del social network a San Francisco per affrontare migliaia di sviluppatori che creano applicazioni e siti Web che funzionano con l'ecosistema di Facebook. f8 Conference è l'equivalente di WWDC Apple o Google I/O, ma a differenza di questi eventi per f8 non esiste una programmazione prestabilita

Secondo All Things, quest'anno Facebook non metterà in onda f8 e lo ha confermato in una recente tavola rotonda con i giornalisti. f8 è consoderato l'evento più importante per l'introduzione di grandi cambiamenti alle funzionalità di Facebook. Quest'anno, la società probabilmente non ha prodotto nuove caratteristiche che potrebbero giustificare la chiamata di sviluppatori di tutto il mondo.

Nel 2008, ad esempio, Facebook ha introdotto la piattaforma Connect per siti di terze parti, mentre l'evento dello scorso anno  ha portato con sé un importante sviluppo di Open Graph per l'integrazione con l'esterno e l'annuncio al mondo della Timeline, il nuovo profilo che continua a suscitare forti critiche. Facebook ha messo su 4 eventi f8 in cinque anni, a volte distanziati fino a 16 mesi l'uno dall'altro.

Durante la conferenza TechCrunch Disrupt, Mark Zuckerberg si è soffermato a parlare dell'intenzione di sviluppare un motore di ricerca e dei futuri investimenti nel mercato mobile, nonostante due anni gettati sulla strategia sbagliata, scommettendo troppo sull'HTML5. Secondo alcuni Zuckerberg vuole evitare che un f8 che non porta nulla si ripercuota sul titolo in borsa, che ha già bruciato molto denaro.

martedì 18 settembre 2012

Oltre 235 milioni di utenti al mese si collegano su Facebook per giocare


Cresce il numero di utenti che utilizza Facebook per giocare. Secondo quanto ammesso da Mark Zuckerberg in una recente intervista, sono circa 235 milioni i giocatori che mensilmente si collegano alle pagine del social network dedicate ai giochi. Si tratta di un mercato da 1,6 miliardi di dollari nell'anno 2012 secondo una ricerca di Superdata Research che ha evidenziato come il numero dei social gamblers dal 2010 sia raddoppiato.

Un potenziale enorme dunque - per il 2015 le previsioni parlano di un mercato da 2,4 miliardi di dollari - che il social network vuole valorizzare al meglio arricchendo la propria offerta con il gioco in real money, e aprendo all’entrata di nuovi sviluppatori di giochi come Bulletin e King.com, secondo quanto ammesso dallo stesso Zuckerberg che ha confermato il calo delle quotazioni di Zynga all'interno del social network.

A titolo di confronto, Microsoft Xbox Live ha avuto circa 40.000.000 di utenti attivi al mese a partire dall'inizio di quest'anno. Recentemente è stata aggiornata anche l'applicazione ufficiale My Xbox LIVE, che mette a disposizione numerose funzionalità offerte dalla piattaforma presente su Xbox 360 di Microsoft. L'aggiornamento ha aggiunto la possibilità di controllare la propria Xbox tramite iPhone.

Con l'apertura ufficiale del centro applicazioni, il social network ha mostrato l'intenzione di competere con noti servizi come Google Play Store. Una delle novità introdotte con il nuovo App Store, è la possibilità per gli sviluppatori di vendere le proprie app attraverso un canale agevolato. Intanto, il titolo Facebook ha guadagnato terreno dopo il discorso del fondatore Mark Zuckerberg in occasione della conferenza TechCrunch Disrupt, sebbene non tutti gli analisti si dicono soddisfatti.

Vie: TM News | Mashable

lunedì 17 settembre 2012

Laura Pausini annulla tour, su Facebook: sono felice aspetto una bimba


Laura Pausini annulla tutti i suoi impegni nazionali e internazionali e rinuncia al concerto previsto per il 22 settembre a Campovolo. "Io e Paolo siamo felici di annunciare che aspettiamo una bimba. Volevo che questa notizia arrivasse a tutti direttamente da me. Siamo contentissimi e chiediamo ai media di rispettare nei prossimi mesi la nostra privacy permettendoci di vivere questa gravidanza fuori dai riflettori. Un abbraccio a tutti, con tutto il mio affetto Laura". Questo il messaggio diffuso sabato dalla Pausini.

La cantante ha così annunciato di essere incinta di una bambina. La Pausini ha postato il messaggio anche su Facebook (facendo quasi 40mila condivisioni, oltre 132mila Like e 28mila commenti), inserendo una sua foto già con il pancione. La notizia della gravidanza della cantante 38enne è stata data dal suo staff, che sulla sua pagina Facebook annuncia anche lo stop al tour mondiale già in programma, comprese le date italiane e la partecipazione al megaconcerto per l'Emilia a Campovolo.



"Da questo momento - si legge nel comunicato - i medici le hanno consigliato di osservare un periodo di riposo, di conseguenza tutti gli impegni live previsti,nazionali ed internazionali (Stati Uniti, Australia, Centro-Sud America, Brasile, Messico e Italia ) sono annullati". Per quanto riguarda l'Italia, le date previste per dicembre di Milano e Roma verranno rimborsate secondo le seguenti modalità: http://fepgroup.it/it/news/laura-pausini/milano-roma-rimborso-biglietto.

Laura Pausini ha inoltre dovuto rinunciare alla conduzione del programma messicano e spagnolo La Voz e a tutti gli inviti che sono arrivati in questi ultimi mesi dalle varie nazioni. In ultimo deve rinunciare anche alla partecipazione a Campovolo: "Sono davvero molto dispiaciuta di dover rinunciare - ha dichiarato la cantante - perchè tutti sanno che per me partecipare a una manifestazione cosi importante, organizzata per aiutare la mia emilia romagna, sarebbe stato un onore, ma in questo momento devo attenermi a quanto consigliato dai miei medici".


Fonte: Facebook
Via: AGI

domenica 16 settembre 2012

comScore, diminuiscono utenti più giovani che usano Facebook in Usa


Nel corso della conferenza TechCrunch Disrupt, Mark Zuckerberg non ha commentato la riduzione del numero di utenti desktop negli Usa e dell'abbandono di Facebook da parte degli utenti più giovani. Secondo i dati di comScore, ripresi per Wall Street Analyst dall'economista Ken Sena di Evercore e Amministratore Delegato del gruppo Equity Research, nel mese di agosto negli Stati Uniti il tempo speso dalla popolazione sul social network è diminuito del 12%.

Il declino è attribuito principalmente agli utenti con un'età compresa tra i 12 e i 24 anni, considerata quindi la porzione di utenti più giovane e più interessante di Facebook. In particolare, nella fascia d'età compresa tra 12 e 17 anni, il tempo speso sul social network ha registrato un declino pari al 42 per cento, mentre quello speso dagli utenti con un'età compresa tra i 18 e i 24 anni hanno fatto registrare un declino pari al 25 per cento.

Secondo la nota rilasciata da Sena e riportata da Forbes, il recente calo registrato dal social network può in parte essere ricondotto alla notevole migrazione degli utenti verso i dispositivi mobile. Lo stesso Mark Zuckerberg ha confermato il notevole incremento degli utenti che accedono da mobile utilizzando uno smartphone, prima fra tutti quelli di casa Google e Apple, ma al contrario si è registrato un calo degli iscritti che accedono da postazioni desktop.

Facebook sta cercando di rendere il suo prodotto più accattivante e al passo con i tempi, consapevole che il pubblico più giovane è quello più interessante sul quale spingere maggiormente, ma anche il più esigente. Inoltre, dal mobile possono arrivare maggiori entrate pubblicitarie. La recente acquisizione di Instagram è un segnale di come la piattaforma stia cercando di attrarre utenti, dal momento che l'app ha raccolto in breve tempo oltre 100 milioni di utenti registrati.


Via: Pmi Servizi

venerdì 14 settembre 2012

Facebook aumenta i votanti alle elezioni politiche con messaggio virale


L'esempio degli amici su Facebook che hanno votato fa salire l'affluenza alle urne. Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista Nature, basata su un esperimento condotto durante le elezioni del 2010 per il rinnovo del Congresso americano. Circa 60 milioni di utenti di Facebook hanno ricevuto un "social message" che esortava a votare, dove era possibile cliccare sull'icona "ho votato".

Il messaggio forniva anche il dato su quanti avevano già votato, aggiungendo i profili di sei amici che lo avevano già fatto. Secondo lo studio elaborato da James Fowler, della University of California di San Diego, almeno 300mila persone in più sono state spinte a recarsi alle urne dal "social message". Ma si tratta di una stima prudente: "il vero numero è probabilmente più vicino ad un millione", sostiene Fowler.

Un gruppo di controllo di 600mila persone ha ricevuto un messaggio senza il profilo degli amici. Lo studio dei dati raccolti, paragonato con i dati sull'affluenza alle urne, ha stabilito che chi ha ricevuto il messaggio con il profilo degli amici tende il 2% in piu' a cliccare sull'icona "ho votato"e lo 0,4% in piu' ad andare a votare. Inoltre per ogni persona che vota, vi sono altri quattro amici che lo seguono.

Ed il contagio virtuoso fra amici e contatti ha portato altri 280mila voti, per un totale di 340mila, pari allo 0,14% degli aventi diritto al voto. Fowler sottolinea comunque che solo gli amici più stretti possono influenzare le decisioni di altre persone. Inoltre le potenzialità dei social network non si fermano alla politica: per esempio e' in corso una ricerca su come la rete possa aiutare le persone a perdere peso.

Facebook ha inviato l'informativa (in alto) e i messaggi sociali agli utenti durante le elezioni 2010 del Congresso statunitense

Via: Adnkronos

giovedì 13 settembre 2012

JABRA lancia concorso Solemate su Facebook, in palio nuovo speaker


Pump up the volume con il nuovo Jabra Solemate, l’innovativo speaker portatile che si collega via Bluetooth ai tuoi dispositivi e ti consente, oltre che di ascoltare la tua playlist preferita, anche di effettuare e ricevere chiamate in tutta libertà. Per vincerne uno partecipa al concorso presente sulla pagina Facebook ufficiale di Jabra Italia. E’ facilissimo, rispondi a una rapida domanda, compila con i tuoi dati e incrocia le dita.

Con Jabra Solemate potrai ascoltare la tua musica preferita in spiaggia, a passeggio in un parco, durante un barbecue, o semplicemente per rilassarti a casa. E se sei un amante del mobile gaming, sfrutta le potenzialità offerte dalla tecnologia di alta qualità per vivere in maniera ancora più coinvolgente l’audio dei tuoi videogame preferiti. Ma non è tutto.

Con Jabra Solemate potrai collegarti al tuo cellulare, PC, tablet per effettuare chiamate e restare in contatto con amici e parenti. Grazie alle sue dimensioni compatte, alla resistente base in gomma e al cavo audio da 3,5 mm, Jabra Solemate è sempre pronto per l’uso e perfetto per essere trasportato ovunque. Inoltre, resistendo a polvere, spruzzi e urti, Jabra Solemate sarà l’ospite d’eccezione delle tue feste più animate e divertenti.

Il concorso terminerà il 24 settembre e il vincitore verrà estratto il 25 settembre. Link: https://www.facebook.com/JabraIT?sk=app_353883611340739. Fondata nel 1987, Jabra è leader mondiale nello sviluppo e nella produzione di soluzioni di comunicazione a mani libere e rappresenta, da sempre, la piattaforma di incontro tra le migliori soluzioni in termini di innovazione, design, ergonomia e qualità del suono.



Via: Esseci Comunicazione

Afghanistan, talebani usano falsi profili Facebook per spiare militari Usa


I talebani afghani usano falsi profili Facebook per ottenere preziose informazioni di carattere militare. E' quanto emerge da uno studio commissionato lo scorso marzo dal governo australiano sul rapporto tra il settore della difesa e i social network. Varie, secondo lo studio, le strategie usate dagli insorti, tra cui quella di spacciarsi per "donne attraenti" e stringere amicizia su Facebook con militari che si trovano in Afghanistan.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...