domenica 6 maggio 2012

Copia programma e promette porto a Paternò, ma il mare non c'è


Un aspirante consigliere comunale di Paternò, in provincia di Catania, ha copiato per intero il programma elettorale da un consigliere di Genova, lasciando nel suo programma la promessa di costruire un porto. Uno dei punti del programma recita infatti: "Rifacimento dell'area portuale, dell'industria navale e del lungomare". Peccato però che Paternò non ha accesso al mare, sorge infatti a circa 25 km dalla costa e da Catania.

Lo sfottò al candidato, da parte dei suoi concittadini, è subito esploso su Facebook dando anche vita al gruppo "Paternò... a mare!", che conta quasi 3000 iscritti e che accoglie così i suoi visitatori: "Dalla creativià di candidati fantasiosi e paternesi ingegnosi, ecco la nuova faccia della nostra città! Le sue rinomate spiagge, il porto storico, la tradizione marinara. Perché noi ci crediamo! W la Repubblica Marinara di Paternò!".


Come scrive il Corriere del Mezzogiorno, all'interno del gruppo troviamo un ricca gallery di fotomontaggi: si va da "Via dei Platani beach" dove c'è chi scorrazza sulla moto d'acqua, ai cartelli "Benvenuti a Paternò città del mare", alla gara di off-shore. I goliardi paternesi hanno modificato addirittura la cartina geografica della Sicilia creando il "Golfo di Paternò", indigendo un concorso pubblico per il "guardiano del faro".

Troviamo anche una compagnia aerea denominata ''Larunghiairlines'' ricordando che nel dialetto locale i ''Larunghi'' sono le rane e Paternò è famosa proprio per questi anfibi. Senza dimenticare, infine, i prodotti tipici: l'"arancia di mare" di Paternò e, per la barca-simbolo dell'America's Cup, il nuovo nome "Arancia rossa". A Paternò, in effetti qualche spunto si trova: c'è la sede dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia.



Foto: Facebook

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...