lunedì 26 marzo 2012

Password di Facebook per assunzione: condanna del social network


No alla violazione della privacy dei dipendenti: Facebook si schiera contro le aziende che chiedono i dati di accesso ai social network, password comprese, ai candidati per un posto di lavoro, in modo da studiarne il profilo. Una pratica sempre più diffusa negli Stati Uniti: è successo a Robert Collins, che in un colloquio al Department of Corrections del Maryland si è sentito chiedere la password di Facebook, e l'ha rivelata per paura di non avere il posto.

"Io ho chiesto a cosa servisse, cosa cercassero. Cercavano messaggi, guardavano la bacheca, per capire attraverso le foto e i post che non fossi coinvolto in attività illegali. Ero mortificato" racconta Robert, che poi ha lasciato il lavoro e ha denunciato l'accaduto all'American Civil Liberties Union, organizzazione in difesa dei diritti civili.

Da allora la politica dell'istituzione è cambiata, chiede a chi fa un colloquio di entrare volontariamente su Facebook. Ernin Egan, responsabile della privacy del social network, avverte: "Facebook prenderà misure per proteggere la privacy e la sicurezza dei nostri utenti, sia impegnandoci con i politici o, se il caso, avviando azioni legali, anche chiudendo le applicazioni che abusano dei loro privilegi. Mentre continueremo a fare la nostra parte, è importante che tutti gli utenti Facebook capiscano di avere il diritto di conservare la propria password, e noi faremo del nostro meglio per proteggere questo diritto".

I legislatori del Maryland stanno pensando di rendere la pratica illegale per legge, negli Stati Uniti si comincia a parlare anche di un provvedimento a livello federale per scongiurare il fenomeno. Negli ultimi mesi, Facebook ha visto un angosciante incremento nelle segnalazioni dei datori di lavoro o coloro che cercano di ottenere l'accesso inadeguato ai profili di Facebook o informazioni private degli utenti. Questa pratica indebolisce le aspettative di privacy e la sicurezza sia dell'utente che dei suoi amici.

Inoltre, espone potenzialmente a responsabilità legali il datore di lavoro che cerca di accedere a queste informazioni. Avere la password significa infatti poter approfondire la conoscenza di una persona prima di integrarla nel proprio organico. Se siete un utente di Facebook, non dovreste mai condividere la vostra password, permettere a nessuno di accedere al vostro account, o fare nulla che possa compromettere la sicurezza dell'account o violare la privacy dei vostri amici.


Via: TM News

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...