sabato 24 marzo 2012

Cambia la privacy di Facebook, nuovo rapporto con il social network


Facebook rivoluziona ancora la privacy e lo fa con un documento che, fino alle 17 di ieri, è rimasto nascosto alla grande maggioranza degli utenti. Il social network ha già creato una nuova pagina, disponibile anche in italiano, per spiegare agli utenti i punti principali della nuova normativa sulla privacy che sicuramente farà molto discutere.

Gli utenti avevano la possibilità di commentare le modifiche proposte dal social al documento intitolato Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità, ma Facebook ha deciso di non pubblicizzare eccessivamente questa opportunità probabilmente perchè se oltre 7mila persone avessero commentato l'annuncio dei cambiamenti alla privacy, il social sarebbe stato costretto a richiedere il consenso a tutti gli utenti.

Facebook ha spiegato che, come richiesto da Federal Trade Commision: "[...] il nuovo documento importante che descrive il nostro rapporto con gli utenti e altri soggetti che interagiscono con Facebook. Molte delle modifiche sono di tipo amministrativo [...] mentre altre intendono rendere pratiche e normative ancora più chiare".

E' possibile confrontare la versione precedente alle modifiche di Facebook Site Governance  con quella appena aggiornata o leggere, solo in lingua inglese, il documento ufficiale con le modifiche apportate. Un punto da tenere bene a mente è il 4.6 del capitolo 14: è previsto, infatti, che "L'uso ininterrotto di Facebook in seguito alle modifiche delle nostre condizioni costituisce l'accettazione implicita delle condizioni modificate".

Ma la variazione sicuramente più interessante per l'utente riguarda le applicazioni: da oggi basterà infatti che un vostro amico consenta l'accesso ai suoi dati da parte di un'applicazione perchè questa possa visualizzare anche le vostre informazioni. In realtà non c'è nulla di nuovo: questo succede anche ora ma nessun documento ufficiale lo specificava fino ad oggi.

Cambiano anche i tag con l'introduzione da parte di Facebook della promessa che "non taggherai utenti se sai che non hanno piacere a essere taggati", questo punto fa riferimento in particolare alle persone che non hanno un profilo Facebook e che a volte vengono taggate con nome e cognome nella foto di qualche utente che ne condivide così le informazioni.

Via: Faceblog

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...