lunedì 13 febbraio 2012

Usa: post non gradito su Facebook, padre spara al PC della figlia


Tommy Jordan, dalla North Carolina punisce la figlia che si era lamentata su Facebook del trattamento da parte dei genitori. Sparando al suo computer. Hannah Jordan, in un messaggio pubblicato sul suo profilo rivolto al padre e alla madre, si sfoga di dover sbrigare le faccende di casa dopo la scuola "Mi sono stufata di dover pulire il vostro schifo. Abbiamo una donna delle pulizie che fa questo, si chiama Lynda, non Hannah".

Il messaggio continua in un crescendo di toni "Devo lavare i piatti, pulire per terra, mentre voi mi guardate, seduti sul divano. Mi tocca anche farvi il caffè. Mi dite di trovarmi un lavoro, perché non mi pagate per quello che faccio?". Tommy Jordan, tecnico informatico e padre della ragazza, non l'ha presa per niente bene. Scopre il messaggio dopo aver speso un pomeriggio ad aggiornare il computer della figlia.

Decide quindi di registrare un video di risposta, pubblicandolo su YouTube e sul suo profilo di Facebook. Cappello da cowboy e sigaretta, l'uomo si siede davanti alla telecamera e prima legge le lamentele della figlia sulle faccende domestiche, poi commenta e infine spara nove colpi contro il laptop della giovanissima. "Genitori e figli, guardate. Oggi è stato probabilmente il giorno più deludente della mia vita come padre. Non so come migliorare la situazione.

Dal momento che non riesco a fare alcun passo in avanti, ho scelto di risolvere il problema in modo definitivo". Nel giro di pochi giorni il video colleziona più di 20 milioni di views, diventando immediatamente il thread più discusso della rete, condiviso da decine di migliaia di siti sotto la voce "Facebook parenting". E i commenti arrivano da tutto il mondo, aprendo un acceso dibattitto sul rapporto genitori-figli.



Tratto da: La Repubblica
Foto da video

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...