martedì 21 febbraio 2012

Studente inglese hackera i server di Facebook, 8 anni di carcere


Uno studente britannico che ha rubato i dati sensibili dalla rete interna di Facebook è stato condannato Venerdì a otto mesi di carcere in quello che il procuratore ha detto è stato il più grave caso di social media hacking ad essere portato dinanzi ai tribunali del paese. La notizia è riportata dal Daily Mail. Il Procuratore Sandip Patel ha detto che Glenn Mangham, 26 anni, era riuscito ad accedere ai server del gigante del social networking dalla sua camera da letto nell'Inghilterra settentrionale città di York e ha rubato quello che Patel ha descritto come proprietà intellettuale "inestimabile". 

Al momento non è chiaro esattamente quali sono le informazioni che Mangham ha rubato, nonostante la polizia ha detto che non è riuscito a compromettere i dati personali degli utenti. Scotland Yard ha detto in una dichiarazione che la violazione è avvenuta "per un breve periodo di tempo" nel mese di aprile dello scorso anno, ma non ha rivelato con precisione come sia riuscito a penetrare nei computer. La dichiarazione ha detto che Facebook Inc. ha scoperto l'infrazione di maggio e ha avvertito l'FBI, che è risalita all'origine dell'attacco in Gran Bretagna. 

L'unità Scotland Yard e-crimine ha fatto irruzione a casa Mangham il 2 giugno. Lo studente lo sviluppo del software si è dichiarato colpevole il 13 dicembre. Egli aveva sostenuto che stava semplicemente cercando di dimostrare alla società di Palo Alto, con sede in California, come migliorare la sua sicurezza, ma il giudice Alistair McCreath ha detto che le azioni di Mangham hanno avuto "potenziali conseguenze molto gravi", che avrebbero potuto essere "assolutamente disastrose" per Facebook. Facebook ha detto in una dichiarazione di aver applaudito gli sforzi della polizia e pubblici ministeri nel caso, aggiungendo: "prendiamo ogni tentativo di ottenere accesso non autorizzato alla nostra rete molto seriamente".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...