giovedì 22 dicembre 2011

Facebook costretto a piegarsi alle richieste del garante irlandese


Facebook entro sei mesi rivedrà i suoi servizi in Europa dopo l'esame riguardo alla gestione dei dati personali a cui è stato sottoposto dall’organo di garanzia dell'Irlanda. Facebook ''ha accettato di introdurre numerosi miglioramenti'' al suo servizio che sarà oggetto di una revisione formale a luglio, riferisce l'agenzia irlandese di protezione dei dati, al termine di una procedura di controllo durata tre mesi. 

''E' stato un impegno stimolante sia per il mio ufficio sia per Facebook Irlanda'', spiega Billy Hawkes, commissario dell'agenzia irlandese. Dal rapporto emerge che è necessario ''aumentare la trasparenza e i controlli riguardo all'uso dei dati personali a fini pubblicitari''. Positiva anche la replica dei vertici di Facebook: 

"Siamo lieti che il rapporto dimostra come Facebook aderisce ai principi europei di protezione dei dati ed è conforme al diritto irlandese. Naturalmente l’audit mette in evidenza alcune aree in cui possiamo migliorare". L'agenzia ha cominciato tre mesi fa la revisione di Facebook in conformità con le norme sulla protezione dei dati dell'Irlanda e dell'Unione europea. Il social network da parte sua si è dichiarato disponibile a migliorare la comunicazione agli utenti su ciò che accade quando cancellano o rimuovono un contenuto e a semplificare le spiegazione riguardo alla privacy. 

Le novità riguarderanno principalmente forme di avviso e protezione per i dati e la pubbblicità, con condizioni più chiare che forniranno agli utenti maggiori possibilità di sapere come vengono utilizzati dal sito e da altri utenti i contenuti immagazzinati. La richiesta di controllo arriva anche alla luce di una denuncia di alcuni internauti austriaci che avevano lamentato che Facebook creasse una serie di "profili ombra" a partire da dati reali, per far lievitare il numero di utenti registrati a fini pubblicitari.

Via: Adnkronos

1 commento:

  1. Dovrebbe rivedere anche la protezione delle fotto... che chiunque può scaricarsi e pubblicare altrove senza consenso... d'altronde per evitare ciò bisognerebbe avere un profilo blindato allora non avrebbe più senso stare su fb se non si può esser contattati da tutti

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...