mercoledì 23 novembre 2011

Spopolano su Facebook i "bauprofili", sabato primo raduno cani


Su Facebook vantano piu' contatti dei loro padroni, sul profilo 'postano' istantanee al mare, a casa, al parco, davanti alla ciotola, scatti e filmati da condividere con amici di chat distribuiti in tutto il pianeta, Africa compresa. Si moltiplicano a ritmi esponenziali i 'bauprofili' su Facebook aperti dai proprietari di cani per dare visibilita', anche virtuale, al proprio amico a quattro zampe. Obiettivo: nessuno in particolare, solo la febbre da social network che finisce per investire anche ignari animali.

E sabato prossimo avra' luogo a Grandate, a due passi da Como, il primo 'Bauraduno' dei cani di Facebook'. L'appuntamento e' al centro di addestramento cinofilo Happy Dog School. Quello dei profili 'a 4 zampe' e' un fenomeno in continua espansione, partito dagli States e diffusosi ormai in tutto il mondo. Chi ne apre uno per il proprio cane - per lo piu' donne gli uomini appaiono decisamente piu' restii - lo gestisce come se fosse davvero l'animale a scrivere, postare messaggi, caricare foto, fare commenti.

Difficile censire quanti siano i bauprofili attualmente esistenti su Facebook, "quel che e' certo - spiega all'Adnkronos Marina Mannino, una delle organizzatrici dell'evento in programma a Grandate - e' che la crescita di questo fenomeno e' esponenziale, basti pensare che un cane in media vanta tra i 2.000-3.000 contatti contro il centinaio che solitamente ha il suo padrone". I post raccontano la vita di tutti i giorni: capricci, pappe, litigate e passeggiate nel parco. 

"Detesto lavarmi e mi hanno appena fatto la doccia - 'scrive' ad esempio un bassotto di nome Kuru - spero di imbattermi in un verme putrefatto al piu' presto per rotolarmi per ben benino".  Per lo piu' banditi termini come 'bau', 'woof' e simili, i cani dialogano esattamente come i loro padroni, anche se i post fanno piu' pensare a quelli pubblicati da un bambino. Sui loro profili "c'e' piu' solidarieta' - assicura inoltre Mannino - sono tanti i casi di vere e proprie catene umane che si formano per dare una mano a padroni in difficolta'".

Fonte: Adnkronos
Via: Libero News

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...