sabato 6 agosto 2011

Facebook dichiara di avere le prove sulla montatura di Ceglia


Facebook dice di aver la prova che un contratto al centro di una causa legale contro la società e il suo fondatore Mark Zuckerberg è fraudolento, in base a una richiesta presentata al tribunale da Facebook. Paul Ceglia residente nello Stato di New York ha citato Facebook nel luglio 2010, sostenendo di aver siglato un contratto con il co-fondatore di Facebook Mark Zuckerberg nel 2003, che gli darebbe diritto a metà della società. 

Facebook, con 750 milioni di utenti attivi mensili, ha detto che il contratto di Ceglia è un falso e ha definito lo stesso come un "inveterato artista della truffa". In una richiesta presentata al tribunale Giovedi scorso, gli avvocati di Facebook hanno detto di aver scoperto i documenti sul computer di Ceglia che minano le sue affermazioni, dopo aver controllato hard disk, supporti di memorizzazione elettronica, posta elettronica e una versione cartacea del contratto. 

Facebook non ha rivelato i documenti, ma ha chiesto a un giudice statunitense il permesso di renderli pubblici. "[Ceglia] non vuole che il pubblico venga a sapere cosa è stato scoperto sul suo computer", hanno scritto gli avvocati di Facebook, "perché include una pistola fumante che stabilisce con certezza che i presunti documenti del contratto sono stati inventati il e che questa causa è una intera frode e una bugia ". 

Ceglia ha una storia di contraffazione, e già quattro diversi studi legali lo hanno abbandonato come cliente dopo aver esaminato la documentazione. Un avvocato di Ceglia non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento. Il caso Ceglia contro Zuckerberg è alla US District Court, Western District di New York, n. 10-00569.

Fonte: Reuters
Foto dal Web

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...