venerdì 25 febbraio 2011

Facebook contro Daily Mail per articolo su banda pedofili


Facebook sta minacciando azioni legali contro il Daily Mail che aveva pubblicato un articolo in prima pagina sull'operato d'una banda di pedofili attiva proprio sul sito di Mark Zuckerberg. Venerdì scorso il quotidiano aveva pubblicato un articolo dal titolo "Ancora quante vittime della gang del sesso di Facebook?". I genitori di circa 16mila minori d'Albione avrebbero infatti espresso le più allarmate preoccupazioni per l'operato di una rete di pedofili attivi nella contea di Devon, che avrebbe coinvolto almeno 20 vittime. Questo ha provocato una rabbiosa reazione a Facebook, che ha detto che non vi sarebbero prove a sostegno dell'affermazione che il sito di social networking sia stato utilizzato per agevolare lo sfruttamento sessuale dei bambini in questo caso. Facebook si è lamentato con il Daily Mail, e il giornale ha cambiato il testo del titolo online in attesa di una ulteriore ricerca. Il sito - che sta cercando di adottare una posizione dura contro il Mail - ha anche chiesto le scuse della stampa. Tuttavia, il Mail ritiene di non avere alcuna ragione per scusarsi e addetti ai lavori hanno detto che il giornale aveva buone ragioni per menzionare Facebook. Un portavoce del Daily Mail ha dichiarato: "Noi non modifichiamo il nostro racconto". Infelice della situazione di stallo, Facebook ha deciso di arruolare i suoi avvocati, Osborne Clarke, ad esaminare se la società di social networking può citare in giudizio il giornale o se debba presentare una denuncia alla Press Complaints Commission.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...