domenica 26 dicembre 2010

Facebook blocca un servizio di short Url per motivi di sicurezza platform


Alcuni indirizzi web abbreviati di Bit.ly sono rimbalzati indietro attraverso messaggi di errore di Facebook. La società ha confermato di aver bloccato i collegamenti j.mp degli aggiornamenti di stato e messaggi di pagine (non profili) per motivi di sicurezza, sperando si tratti di una misura temporanea.

Bit.ly consente di trasformare un indirizzo internet lungo e complicato in un indirizzo corto e facile da digitare. Dobbiamo far notare che J.mp è un servizio valido di Bit.ly. Una possibile spiegazione è che ci siano stati una quantità inconsueta di URL j.mp canaglia con link a siti Web dannosi o siti di spam, innescando un meccanismo automatico di blocco di Facebook.


Un portavoce di Facebook ha detto:
"Come parte del nostro sforzo per mantenere Facebook e le persone che utilizzano il nostro servizio sicuro, viene effettuato un attento monitoraggio per lo spam condiviso sul sito dai contenuti dannosi. Al momento abbiamo bloccato j.mp, oltre il 70% dei collegamenti j.mp delineano spam o altri problemi di sicurezza. Stiamo lavorando con bit.ly per risolvere il problema."
Bit.ly utilizza dati provenienti da un certo numero di fonti indipendenti (tra cui Sophos, Websense, VeriSign, PhishTank e la Navigazione sicura di Google), oltre ai classificatori speciali interni a Facebook  che stabiliscono se i siti di destinazione di short URL propagano spam, virus o altro malware. È ancora possibile postare gli short URL bit.ly su Facebook.

Ad Agosto Facebook aveva bloccato temporaneamente gli URL abbreviati con il dominio utilizzato da Ow.ly, probabilmente in risposta al worm Ymbot.a distribuito in uno short url che girava su Facebook. Tutti i link Ow.ly su Facebook, legittimi e malicious, avevano portato al blocco temporaneo del sito, visualizzando su Facebook una pagina di errore.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...