giovedì 4 novembre 2010

Navigare sicuri, il progetto di Telecom Italia su Facebook


Quest'anno 'Navigare sicuri' si apre anche ai social network come Facebook, YouTube e Twitter, con proprie pagine nelle quali saranno comunicate tutte le attivita' del tour. Per ogni tappa verranno organizzati interventi didattici nelle scuole primarie e secondarie e realizzate attivita' interattive nelle piazze dove saranno distribuiti materiali appositamente studiati per i piu' i giovani e per gli adulti. I bambini dai 5 ai 10 anni verranno accompagnati alla scoperta del web da Geronimo Stilton. 

I piu' grandi, invece, saranno invitati a confrontarsi su alcuni fenomeni a cui sono piu' esposti, il cyberbullismo, l'adescamento e il furto d'identita'. Inoltre tre minifilm, realizzati in collaborazione con la Scuola Holden di Torino, illustreranno alcune situazioni di rischio nelle quali i giovani possono imbattersi utilizzando la rete. Ogni video ha un finale aperto con tre opzioni e saranno proprio i ragazzi a scegliere online quale meglio completa il racconto. 

A genitori ed educatori e' dedicata infine una sezione di informazioni e aggiornamenti sul rapporto tra i minori e Internet. I contenuti sono stati realizzati da Telecom Italia con Save the Children e la Fondazione Movimento Bambino della professoressa Maria Rita Parsi. In questa sezione e' anche disponibile un servizio di consulenza online prestata da personale specializzato. Giocando con i personaggi di Topazia imparano gli accorgimenti utili per divertirsi in sicurezza. 

A genitori ed educatori e' dedicata una sezione di informazioni e aggiornamenti sul rapporto tra i minori e Internet. In questa sezione e' anche disponibile un servizio di consulenza online prestata da personale specializzato. Maria Rita Parsi ha spiegato invece l'importanza di "parlare direttamente con i ragazzi a partire dalla scuola dell'infanzia. E' importante passare ai giovani, che sono nati con queste tecnologie, le giuste informazioni, la formazione per imparare a difendersi. Bisogna prendere consapevolezza che si ha per le mani qualcosa di molto potente".

Via: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...