martedì 30 marzo 2010

Svizzera e Germania denunciano Facebook per violazione della privacy


Le autorità per la privacy di Svizzera e Germania avrebbero rilevato che Facebook infrange le libertà personali. E’ infatti permesso l’upload di fotografie ed indirizzi email di persone che non si sono mai iscritte a Facebook e per questo il sito è stato denunciato dall’agenzia delle protezione dati, anche a seguito del cambiamento della politica di riservatezza della piattaforma. 

"The way it's organized at the moment, they simply allow anyone who wants to use this service to say they have the consent of their friends or acquaintances" ha detto Hanspeter Thuer, commissario svizzero sulla privacy, in un'intervista alla Associated Press. Svizzera e germania chiedono a Facebook di chiarire in merito al sistema che permette di caricare foto e video sul sito, senza l'espresso consenso delle persone non iscritte al social network. 

Per conformarsi alla legge svizzera sulla privacy, Facebook potrebbe essere tenuto a contattare le persone i cui dati sono stati pubblicati online e chiedere loro se sono favorevoli ad essere memorizzati. L'orientamento europeo si differenzia nettamente dall'auto-regolamentazione e l'approccio al libero mercato favorito negli Stati Uniti, dove le imprese Web hanno prosperato offrendo agli utenti servizi gratuiti in cambio d'informazioni personali per sostenere le pubblicità mirate.

Il responsabile delle strategie per la privacy per l’Europa di Google Inc., Peter Fleischer ha ammesso che gli stessi utenti dovrebbero prestare attenzione alla privacy degli altri, dicendo che "Sia come una questione di buon senso e per una questione di cortesia, gli utenti non dovrebbero caricare foto o video di altre persone, a meno che tali altre persone acconsentino". Timori per la privacy ha indotto la società di Mountain View ad oscurare i volti dei soggetti ripresi in Google Googgles, uno strumento per individuare e fornire informazioni sugli oggetti all'interno di immagini.

Fonte: Associated Press

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...