giovedì 25 febbraio 2010

Annuncia su Facebook di volersi suicidare ma viene rintracciata dalla Polizia Postale

Sabato scorso la Polpost di Pescara ha ricevuto una segnalazione dalla Svizzera di una donna che comunicava le intenzioni suicide di un'amica "virtuale", conosciuta tramite Facebook.  Il personale della Polpost si e' quindi attivato per capire chi si nascondesse dietro lo pseudonimo dell'aspirante suicida e ha chiamato in causa i circa 400 componenti del gruppo di cui faceva parte la persona in pericolo di vita. La collaborazione degli utenti Facebook e' stata massima, dicono dalla Polpost, tant'e' che si e' scatenata una sorta di gara per aiutare gli investigatori, e un aiuto determinante e' arrivato dalla donna che ha lanciato l'allarme, la quale e' riuscita, dopo essere stata sentita piu' volte, a fornire un indirizzo di posta elettronica della donna che voleva togliersi la vita.
Gli operatori della polizia hanno promosso una ricerca intercontinentale sull'indirizzo mail fino a quando sono arrivati a dare un nome alla donna che intendeva uccidersi. Si tratta di una persona della provincia di Teramo che e' stata segnalata ai carabinieri. I militari dell'Arma hanno subito rintracciato la donna, che soffre di crisi depressive, e hanno informato i familiari, invitandoli a starle a fianco.
Fonte: Agi

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...