sabato 21 novembre 2009

Banner della Polizia di Stato su Facebook contro la pedofilia


(Adnkronos Salute) - Un banner della polizia postale sui siti e su facebook contro la pedofilia per informarsi e chiedere aiuto, se necessario. E' la proposta di Alessandra Mussolini, presidente della commissione parlamentare per l'Infanzia e l'adolescenza, lanciata alla Conferenza nazionale sul tema in corso a Napoli, insieme all'invito a procedere piu' rapidamente possibile su due leggi fondamentali contro l'adescamento in rete e contro la pedofilia culturale.
"I social network non sono ambienti chiusi. E' possibile violarli, con gravi pericoli per bambini e ragazzi. I dati, infatti, parlano di 30 mila minori adescati ogni anno in rete. Mi impegnero' personalmente perche' i vari siti e i social network collaborino pubblicando il banner. Dobbiamo stroncare  il fenomeno di questi siti che cercano di ammantare di argomentazioni culturali il rapporto con bambini e giovanissimi".
La Mussolini spiega l'importanza di utilizzare un indirizzo di riferimento come il banner della polizia postale per aiutare ad evitare pericoli, ricordando inoltre che in commissione Giustizia della Camera sono allo studio due proposte di legge fondamentali contro la pedofilia, uno contro l'adescamento l'altro contro la pedofilia culturale.
Fonte

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...