martedì 3 novembre 2009

Radiologo conosceva le pazienti in chat e ne abusava dopo averle narcotizzate


Un radiologo romano di 50 anni, incensurato e residente in provincia di Viterbo, e' stato arrestato dai Carabinieri per sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni personali. Adescava le sue vittime assicurando la sua disponibilita' per ogni tipo di esigenza medico sanitaria, ma poi le narcotizzava per abusare di loro. Il provvedimento restrittivo scaturisce a seguito della denuncia di una 30enne di origine albanese, che nello scorso mese di gennaio era stata avvicinata dall'uomo. Questi, spacciandosi per affermato dottore aveva offerto alla donna la sua disponibilità per ogni tipo di esigenza medico-sanitaria. Successivamente aveva consentito alla donna di eseguire in tempi brevi una mammografia ma, subito dopo, l'aveva narcotizzata sciogliendo farmaci contenenti benzodiazepina, sostanza che costituisce la base degli anestetici, in un caffe' che le aveva offerto al bar. La donna da quel momento non ricordava più cosa fosse successo e si era risvegliata l'indomani seminuda in un letto all'interno di una abitazione di Roma risultata poi nella disponibilita' dell'arrestato. Stessa situazione veniva successivamente denunciata da un'altra donna, una 40enne di origine ucraina.
Le indagini svolte dai Carabinieri hanno convinto i militari che si trovavano di fronte a un vero e proprio maniaco seriale, vista la perfetta coincidenza delle modalità con le quali portava a termine le sue violenze sulle giovani prede. Dunque non può essere escluso che lo stesso abbia perpetrato analoghi reati anche a carico di altre donne contattate in chat e su Facebook, le quali, per vergogna o minacce, potrebbero aver omesso di denunciare quanto loro accaduto. I Carabinieri pertanto lanciano un appello e, nell'assicurare la massima riservatezza, invitano eventuali altre vittime a recarsi presso il Nucleo Investigativo di via in Selci oppure contattare telefonicamente i militari della Prima Sezione ai numeri 06/48942973-48942918.

1 commento:

  1. Saremmo curiosi di sapere chi è colui il quale ha commentato come "divertente" questo articolo

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...